2PubblicitaMicroscopica2

Cari annunci pubblicitari non siete leggibili, e quindi non siete credibili…

Sulla questione dei caratteri microscopici che rendono illeggibili gli annunci di troppe pagine pubblicitarie a chi non abbia 10 decimi per occhio o occhiali con lenti a culo di bottiglia siamo già intervenuti più volte. Anche con segnalazioni dirette agli interessati.
Niente però sembra cambiare. Si continua con annunci che, anche a sentire molti lettori che se ne lamentano, finiscono per ingenerare diffidenza e addirittura il sospetto che ci sia qualcosa di poco trasparente.
E non va meglio per gli spot televisivi il cui messaggio scritto a “piè di schermo”, neanche volendo e con la massima buona volontà si riuscirebbe a leggere, manca addirittura il tempo per farlo. Forse le scritte sono messe in ossequio a qualche obbligo legale o burocratico, ma sono un’autentica presa in giro.
È una brutta e, a ben vedere, anche autolesionistica abitudine alimentata da Agenzie pubblicitarie che, nel mito della creatività, non accordano la dovuta importanza ad un parte importantissima del messaggio.
Perché allora non avere un po’ più di riguardo verso coloro cui si richiedono scelte, fiducia e, in definitiva, soldi?
Alcuni esempi dimostrano che in questo strano modo di comunicare è coinvolto ogni settore industriale, finanziario, dei servizi e commerciale. E l’Automotive non fa certo eccezione.
Costa così tanto cambiare musica, farsi capire meglio e aiutare chi non ha occhi di lince ma vorrebbe sapere qualcosa di più chiaro sull’auto o sui servizi che potrebbe o vorrebbe acquistare?
Grazie.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *