Le notizie, le storie, i racconti, i giudizi sulle auto d’epoca

Lingotto_fiere

A giugno “Parco Valentino-Salone & Gran Premio”

La storia è nota, e anche piuttosto dolorosa: dal 25 aprile al 5 maggio 2002 era in programma, a Lingotto Fiere, l’edizione n° 69 del Salone dell’Auto di Torino. Non andò mai in scena. La crisi dei mercati (un passato che ritorna…) e la concorrenza del MotorShow di Bologna gestito dagli stessi “padroni” risultarono deterrenti fatali. Così morì inesorabilmente quello … Continua a leggere...

Lancia_Fulvia_HF

Quel colle che diventa uno stadio

Il Col de Turini è uno dei tanti valichi delle Alpi Marittime,a 1.607 s.l.m è situato a poco più di 20 km dalla Costa Azzurra, collega il paese di Le Moulinet con La Bollene, all’interno del Parco Nazionale del Mercantour. Ogni anno a gennaio per un pomeriggio e una notte diventa praticamente uno stadio.
Per gli appassionati di rally diventa … Continua a leggere...

Corimiglia_e_Simili

Peppino Simili: il mio tributo a “Garibaldi”

L’Ospite di Autologia: Renato Cortimiglia.

Per tutti era Peppino. Io lo chiamavo Garibaldi. Non perché il suo nome fosse Giuseppe. Come l’eroe dei due mondi, absit iniura verbis, aveva il physique du rôle del condottiero nonostante la “proverbiale” riservatezza e l’innata discrezione con cui si approcciava agli interlocutori. Di fatto era al centro dell’attenzione, richiestissimo come entertainer sui generis con … Continua a leggere...

Logo_Citroen

Ingranaggi e automobili

Che ci fanno due… “baffi”, direbbero molti, sopra la scritta Citroen? O, per restare in Francia, un “rombo” su quella “Renault”?

Le origini del “logo” di una casa automobilistica si collocano lungo una serie che va dalla curiosa originalità alla semplicità assoluta, passando per varianti di ogni genere. E spesso precedono la nascita delle stesse automobili che portano a spasso … Continua a leggere...

porsche_2

Ospite di Autologia: Maurizio Caldera

Coppa d’Oro delle Dolomiti

I monumenti non sono solo manufatti in pietra, alcuni hanno la ruote, ma narrano un pezzo di storia, esattamente come cupole, statue o palazzi d’epoca. Si, perché sempre di pezzi d’epoca si tratta, in questo caso le 120 auto costruite tra il 1919 e il 1961 (più altre 30 realizzate tra il ’62 e il ’65, … Continua a leggere...

151057266-824f6c50-13b1-4e25-b19d-24a3773ad4bc

Lancia Dialogos: il futuro mai arrivato

Condiviso da:    www.repubblica.it.

Nasce “l’automobile biodinamica”, che interpreta, nella prospettiva del terzo millennio, l’antica missione affidata a Lancia di costruire vetture prestigiose e contraddistinte da un comfort di altissimo livello di Alfio Manganaro

Uno dei più grandi successi della Lancia è stata la Thema, prodotta in versione berlina e station wagon in oltre 360 mila unità.  La sostituta Lancia … Continua a leggere...

Torino_C_so_Marconi_10

Corso Marconi 10

Cosa diavolo ci sia adesso non lo so (e sinceramente non mi interessa), ma trentasei anni fa – quando ha avuto inizio la mia avventura nel mondo della comunicazione auto – al numero 10 di Corso Marconi a Torino aveva sede il quartier generale della Capogruppo della prima industria automobilistica europea. Ed io ero stato così fortunato da essere stato … Continua a leggere...

rallye_monte_carlo

Pillole

Sto pensando a che cosa scrivere del mio mondo in questo nuovo spazio che mi hanno voluto regalare. Mi vengono in mente ricordi diversi in momenti diversi, intanto vi racconto queste sensazioni, così come mi vengono.

Principato di Monaco 1982 

Ultima notte del Turini, cinquantesima edizione della Rally di Montecarlo, bellissima prova, Autobianchi a 112 Abarth, alla guida Daniele Camerana … Continua a leggere...

Range_Rover_YVB_153H

Range Rover: l’auto che non c’era

Una storia curiosa, di tecnica e di personaggi coraggiosi e capaci di rischiare, che inventano un’auto unica, ignari di aver creato una nuova tipologia di veicoli

Quasi tutti i costruttori rivendicano di aver inventato la prima sport utility o si attribuiscono la primogenitura delle crossover, incuranti persino che le loro invenzioni siano prive di trazione integrale. Rover, che nel 1948 … Continua a leggere...

Mirafiori_aerea

Nostalgie torinesi

”Cerea”… “Cerea neh!“,

Le voci tradiscono un’anziana stanchezza e quella delusione-rimpianto di molti piemontesi nostalgici delle passeggiate al Valentino (come diceva la celebre canzone…)
. Mi volto all’improvviso perché è raro sentire un saluto stile vecchio Piemonte, anche se uno è accento vero, torinese, l’altro si porta fiero in mezzo anche l’accento della terra in cui è nato.

«Quanto tempo … Continua a leggere...

mercedes-benz_sl-klasse_1988_pictures_4

Bollo e auto d’interesse storico

Ultimamente si è fatto un gran parlare di auto definite d’interesse storico – quelle che hanno compiuto i loro primi vent’anni dalla data di acquisto – e del pagamento della loro tassa di circolazione. Non vogliamo entrare nel merito della questione (e relative soluzioni), ancora argomento di vivace discussione. L’ASI (Automotoclub Storico Italiano, federazione che raggruppa poco più di 260 … Continua a leggere...

Il_Mondo_dei_Trasporti

Ospite di Autologia: Paolo Altieri

Dopo 25 anni, grande svolta.

Con il primo fascicolo del 2015, Il Mondo dei Trasporti cambia. Il cambiamento avviene nell’anno in cui il mensile di Vega Editrice raggiunge il traguardo dei 25 anni di attività che verrà celebrato con una edizione speciale programmata per il mese di aprile, quando verrà presentata, come ormai da tradizione, la settima edizione dell’Annuario Trucks … Continua a leggere...

cinturesicurezza

Un gesto ti salva la vita

Sono passati ormai molti anni da quando sentivamo ripetere, soprattutto in televisione, questo slogan e vedevamo un signore sedersi in auto e con la mano destra impugnare una cinghia che veniva poi agganciata in basso. E non erano pochi quelli che disturbati dicevano a se stessi e agli altri “perché devo fare questo, sentirmi legato e quasi impiccato”. Come avrete … Continua a leggere...

Derek_Warwick

Derek Warwick, un grande uomo

Bando alle ipocrisie e alzi la mano chi non ha trovato insopportabili, almeno per una volta nella vita, gli inglesi. Soprattutto quelli della cosiddetta “upper class” ma anche, a volte, le cameriere che con un senso dell’umorismo degno di un coccodrillo ti chiedono se di bistecche ne vuoi due, visto che non hai strascicato a sufficienza la “o” di “too” … Continua a leggere...