Auto Cinema-165

Auto&cinema

Tutte le news, le recensioni e le storie delle auto più famose impiegate nei film più belli di tutti i tempi. Auto indimenticabili come la Lancia Aurelia Spider de “Il sorpasso” con Vittorio Gassman o l’Alfa Romeo Duetto de “Il laureato” con Dustin Hofmann. E ancora: la Panther de Ville de “La carica dei 101”e la Ford T di Stalio&Olio. Su Autologia.net tante storie curiose e tante scoperte da fare sulle auto più affascinanti, attrici protagoniste di tanti grandi successi cinematografici.

2UnUomoeUnaDonna

Auto e Cinema. Un uomo, una donna e una Mustang al galoppo

Alcuni film segnano un’epoca, la definiscono, ne sono sintesi anche quando raccontano vicende personali su temi eterni quali amore, dolore, solitudine.

E’ raro, però che a questo genere di pellicole si associ una stesura tecnica innovativa che propone, rispetto al passato, un modo nuovo di raccontare sia visivo, sia sonoro. Caso esemplare di questo sottogenere è “Un uomo ed una … Continua a leggere...

2sciacallo

Auto e Cinema. La DS, lo Sciacallo, Ventura, Maccione e Brel

La prima volta che salii a bordo di una Citroen DS, tanti anni fa, era una sera d’estate. Avevo appuntamento con Beppe. L’amico, tecnico alla Fiat, firmata una collina di “farfalle” (cambiali), era riuscito a possedere il suo sogno, appunto un esemplare usato e d’età, della serie 23 color grigio perla.

La “Dea” arrivò con un soffio del motore, non … Continua a leggere...

2lemotorizzate

Auto e Cinema. Le suore in Bulli

Oggi pochi si ricordano de “Le motorizzate” film in bianco/nero del 1963 di Marino Girolami. E’ la classica opera semplice – si diceva allora “per tutti” – del cinema italiano anni Sessanta che trova la sua ripartizione espositiva in una serie di episodi affidati ad attori di livello che con la loro sola eccellente presenza scenica reggevano, talvolta, una trama/sceneggiatura … Continua a leggere...

2Lautomobile

Auto e Cinema. La Spider di Nannarella

“Ma qui siamo diventati tutti matti!”. Questa la battuta conclusiva de “L’automobile”, film per la televisione del 1971, diretto da Alfredo Giannetti.

La pronuncia, disperata, Anna Magnani perno, fulcro e anima di quest’opera, insieme ad una Fiat 850 spider gialla. Eppure oggi questa pellicola é quasi dimenticata, nonostante sia ancora tra i film che palesano meglio in che modo pervasivo … Continua a leggere...

2classeoperaiaparadiso

Auto e Cinema. La classe operaia va… in 850

“Macchina indovinata !” Questo afferma l’operaio Lulù, né “La classe operaia va in paradiso” (regia di Elio Petri, 1971) mentre guarda la sua berlina Fiat 850 bianca.

Interpretato dal grande Gian Maria Volontè il metalmeccanico, il cui cognome, non a caso, è Massa, è il protagonista di quest’opera che esprime ancora oggi una sua potenza narrativa, ma è, soprattutto – … Continua a leggere...

2bianchina_Fantozzi

Auto e Cinema: primo tempo

Si fa presto a dire (e scrivere…) di automobili e cinema. Ma è tema complesso, articolato e intrigante. Complesso perché auto e cinema cominciano a evolversi quasi negli stessi anni a cavallo, grosso modo, tra fine ‘800 e inizi ‘900 e, quindi, nel cinema fin dagli inizi c’è l’automobile che è specchio della realtà di allora messa su pellicola. Da … Continua a leggere...

squadra_corse

Un film per la Formula Uno degli universitari

Progettare e costruire un’auto da corsa per gareggiare con altre squadre universitarie sui più famosi circuiti automobilistici del mondo: è questo l’obiettivo delle migliaia di giovani che ogni anno partecipano alla SAE (link: http://it.wikipedia.org/wiki/Formula_SAE ), la Formula Uno degli studenti di ingegneria, un campionato nato oltre 30 anni fa in USA e diffuso ormai ovunque, Italia inclusa.

Per raccontare questa … Continua a leggere...