Le news, le normative, i comportamenti dei governanti sulle leggi e sulla burocrazia che ruotano intorno all’auto

2incidenti-stradali-alcol-droghe

Reato di omicidio stradale, forse ci siamo

Finalmente, anche grazie alla pressione dei media, delle associazioni e dell’opinione pubblica, è stato approvato dalla commissione Giustizia del Senato il ddl con cui si introduce il delitto di omicidio stradale e nautico con il nuovo articolo 589 bis del Codice penale, che prevede una pena da un minimo di 8 a un massimo di 12 anni nel caso in … Continua a leggere...

driver

A 60 anni puoi guidare ma non insegnare

Lo aspettavo da tanto tempo, almeno da 18 anni, da quando Nicole venne al mondo. Il desiderio era quanto mai legittimo: sedermi accanto a lei, una volta ottenuto il Foglio Rosa e seguirla nel suo periodo di apprendimento della tecnica di guida di un veicolo, affiancando, senza contraddirli, gli “ingegneri” della scuola guida. Vedere la sua emozione, riconoscere le sue … Continua a leggere...

2salerno-reggiocalabria copia

“Buon viaggio sulla Salerno-Reggio Calabria”

Ma che c’entra questo con le automobili? Apparentemente niente, ma siccome sulle autostrade, quando sono agibili e degne di questo nome, circolano le automobili, allora mi è tornata in mente una storia che invece ha a che fare col mio lavoro. A rinfrescarmi la memoria hanno contribuito alcuni titoli dei quotidiani dei giorni scorsi. Essi annunciavano, riportando tra virgolette le … Continua a leggere...

2Taglio_nastro

La beffa delle tariffe e dei carburanti

Ci risiamo, altro tratto di strada, la TEM, tangenziale esterna milanese, e altra mazzata per gli automobilisti. Per fare 32 km chiedono 6,40 euro, mentre il costo della tangenziale è raddoppiato. E qui ci si riallaccia alla BREBEMI, altro tratto di strada che te lo fan pagare e peso d’oro senza l’oro. Sulla TEM sembra di vedere in fotocopia l’altra … Continua a leggere...

Striscia_video

Compravendita di auto “on the road”

 

Condiviso da:  striscia la notizia

Guardate cosa succede nelle strade di Milano …forse distratta dall’ EXPO, per la gioia dei Concessionari di auto

 … Continua a leggere...

Spot_500_yacht

Una sentenza che crea un precedente nella pubblicità

Con una sentenza, che farà “giurisprudenza” nel settore del diritto d’autore, il Tribunale di Torino ha stabilito che Riccardo Pagani è il titolare dell’idea per la realizzazione di uno spot dedicato alla Fiat 500.

Pagani è stato per sette anni art director presso l’agenzia Leo Burnett, e aveva realizzato la proposta della creatività di una campagna pensata per la 500, … Continua a leggere...

EcoPatente

Una Ecopatente per i giovani più sensibili

“Ecopatente” 2015 prosegue per il sesto anno consecutivo, il corso è offerto gratuitamente nell’ambito delle lezioni previste dal Codice della strada per ottenere la patente B, dagli istruttori delle autoscuole Confarca (Confederazione autoscuole riunite e consulenti automobilistici) e Unasca (Unione nazionale autoscuole e studi di consulenza automobilistica).

Il progetto è partito nel 2009 con il supporto di Citroën, Shell e … Continua a leggere...

2cartellistradalichitarra

Quando la segnaletica stradale sembra uno scherzo.

I voli radenti di streghe su scope volanti non proprio a norma di legge, o l’attraversamento improvviso di rospi incuranti dei veicoli in transito pronti a tagliare la strada con catastrofiche conseguenze, sono solo alcune delle minacce che incombono sugli automobilisti italiani, stando a quanto riporta un’esilarante antologia, che racconta il meglio della creatività italiana in tema di segnaletica stradale.… Continua a leggere...

2Autostrada_Brebemi

I furbetti della BREBEMI

Transiti previsti 18 mila veicoli al giorno, con punte di 24 mila. Traffico reale, poco più di 8 mila veicoli al giorno. Dall’inaugurazione della BREBEMI, l’autostrada che collega Brescia a Milano passando per la provincia di Bergamo, non per la città, notare bene, i dati sono in negativo. Ovvero nonostante la fame di strade, su quella in particolare, non ci … Continua a leggere...

2map_reddito

Poveri per il Fisco italiano, ma girano in Porsche: ecco la mappa dei redditi e delle auto di lusso

Condiviso da:  www.lastampa.it.

di Raphaël Zanotti

Il confronto provincia per provincia. A Isernia ci sono più Jaguar che ricchi. Rolls Royce e Maserati immatricolate smascherano Olbia, mentre Sondrio è più sfarzosa della Milano della Moda.

La crisi mi azzanna, le tasse mi strozzano, ma non toccate il mio Suv. Nell’Italia dei redditi dichiarati, dove intere zone del Paese galleggiano … Continua a leggere...

2Nordio_Unrae

Unrae e Fca dialogano sul rilancio dell’auto in Italia

Ben venga il gioco di squadra. Massimo Nordio, nella sua prima intervista – rilasciata all’Ansa – dopo la conferma alla guida dell’Unrae (l’associazione degli importatori di auto in Italia: che vale il 70% del mercato) per i prossimi due anni, mette l’accento su un punto che potrebbe rappresentare una vera svolta nel settore. “C’è un fattore che potrebbe giocare a … Continua a leggere...

2Alberto

Torino e il Comandante

Nell’immaginario collettivo nazionale Torino è ancora per molti il luogo dell’industria, della fabbrica, del “ruscare”, verbo dialettale che sta per lavorare duro, con impegno. Ma oggi non è più così. Con lo sfumare dell’accoppiata città fabbrica in cui tutto è per il lavoro e il resto rimane in subordine, i tempi e i modi di vivere dei suoi cittadini sono … Continua a leggere...

2delrio_bici

Se il ministro si presenta in bici

Il neo ministro italiano alle Infrastrutture e Trasporti, per il suo primo giorno di lavoro, ha scelto la bicicletta. E’ arrivato  fino allo soglia d’ingresso del palazzo romano del ministero, nei pressi di Porta Pia, pedalando. E non ha mancato di postare le foto della sua impresa (addirittura prima, dopo e durante) su Twitter.

Certo, se il buongiorno si vede … Continua a leggere...

Business men closing deal with a handshake

Specialisti, non solo robot: così in fabbrica vincerà il talento

Anche nell’automobile prevarrà il modello USA

Potrà sembrare strano, ma nel 2030 le principali economie del mondo avranno più lavoro da offrire che lavoratori a cui offrirlo. Tra 5 anni in Italia ci sarà ancora una maggiore offerta di manodopera rispetto alla richiesta del mercato (8%), ma – inesorabilmente – entro il 2030 anche da noi sarà necessario “importare” forza … Continua a leggere...