passeggeroposteriorenoncinturato

Cosa si rischia con il passeggero posteriore non cinturato

Far allacciare le cinture di sicurezza al conducente e al passeggero anteriore è stata un’impresa durata decine di anni. Oggi le persone che rispettano questo obbligo, che spesso puoi salvarci la vita, secondo l’Istituto Superiore della Sanità sono cresciute in modo accettabile al nord (82%)…molto meno al sud (36%).

Se poi parliamo di cinture di sicurezza nei sedili posteriori  sono ancora troppi gli italiani che non rispettano la norma; mediamente più di 1 su 2 (55,9%), vale a dire 24,5 milioni di persone. È questo il dato allarmante emerso da un’indagine commissionata da Facile.it e realizzata da mUp Research in collaborazione con Norstat su un campione rappresentativo della popolazione nazionale adulta.

Esageriamo, ma forse dovrebbe essere obbligatorio guardare almeno una volta al giorno questo video realizzato da Biomedica Forense, che “…mostra come, a seguito di un urto frontale, il passeggero posteriore non cinturato prosegua inerzialmente in avanti, impattando contro lo schienale del sedile antistante e provocando possibili conseguenze lesive al conducente.

Per finire, ricordiamo che il mancato uso delle cinture anteriori e/o posteriori, oltre a mettere in pericolo l’incolumità di chi si trova all’interno della vettura in caso di incidente, causa una multa che va dagli 80 ai 323 euro. Se  a violare la norma è il conducente, vengono anche tolti 5 punti della patente (10 per i neopatentati).

Da non sottovalutare, inoltre, le possibili conseguenze sul piano dell’RC auto.

Infatti, In caso di danni alle persone trasportate, qualora venisse accertata l’assenza dell’uso delle cinture di sicurezza, la compagnia assicurativa potrebbe non rimborsare o applicare il diritto di rivalsa per trasporto effettuato in mancanza di conformità alle leggi vigenti. 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *