Detroit2020

Detroit spostato a giugno. Quali saloni e quali modelli nel 2020 ?

Detroit offriva in anteprima assoluta, in gennaio, l’appuntamento motoristico più importante in calendario.

Il primo salone si svolse nel 1907 al Beller’s Beer Garden, dal 1985 fu spostato nel Cobo Center. Uno show particolarmente importante perchè nell’area c’erano i quartieri generali di Chrysler, Ford e General Motors. Ora per una decisione cervellotica viene spostato in giugno, dal 13 al 20. Ma Mary Barra ha anticipato che al Renaissances Center svelerà la Cruise, la prima auto elettrica a guida autonoma della General Motors.

Detroit purtroppo cede il passo in particolare al CES (Consumer Electronics Show) di Los Angeles dal 7 al 10 gennaio, al Salone di Ginevra dal 5 al 15 marzo, all’Auto Show di New York che si svolge tra la fine di marzo e l’inizio di aprile ed in misura minore all’Auto Show di Montreal a quello di Bruxelles, di Chicago e all’Auto China a Pechino.

Cosa si vedrà dunque a Detroit, ingiustamente declassato? A Los Angeles infatti numerosi brand esporranno le loro novità: nel settore motori e guida autonoma reciteranno ruolo importante alcuni brand automobilistici. Nissan esporrà il concept Ariya, crossover con motore elettrico, un van ad emissioni zero destinato alla vendita di gelati e la terza novità deriva dalla tecnologia di guida autonoma con una pallina da golf che trova sempre la buca. Ed ancora la Leaf e+ e la monoposto di Formula E. I visitatori nello stand giapponese potranno sperimentare il concetto di omotenashi, l’ospitalità del Sol Levante con prodotti che stimolano i cinque sensi. Renault proporrà una soluzione di connettività tra auto ed abitazione sviluppata con Otodo. Questa mette in comunicazione il veicolo e gli oggetti connessi dell’abitazione che possono esser gestiti direttamente dal cruscotto.

Ed ancora un Master Z.E. Hydrogen, 350 km di autonomia. Bmw esporrà la i3 Urban Suite, evoluzione dell’auto elettrica più venduta al mondo con un abitacolo che crea l’atmosfera di un boutique hotel e con tecnologia 5G superveloce. Una flotta di queste vetture percorrerà in lungo e in largo Las Vegas. Hyundai alzerà i veli sul concept PAV (Personal Air Vehicle). Jaguar Land Rover sarà presente con il Defender 110 e con il Defender 90 con dispositivi dell’ultima generazione di connettività e sicurezza. Mercedes sfoggerà la EQC 400 4Matic elettrica, la Vision EQS e un concept ancora segreto. Fca vuole stupire con un inedito Ram elettrico ed una Jeep. Toyota  presenterà i nuovi Tacoma e Tundra 4×4. Tesla offre uno special software.

Bridgestone proporrà uno showcase interattivo e le gomme Airless. Incerta la presenza di General Motors che potrebbe far slittare in altre sedi il debutto del Cadillac Escalade (a Hollywood il 4 febbraio?) e della prima Cadillac elettrica (a Detroit in giugno?).

In giugno a Detroit ci saranno Audi e-tron Sportback, Bmw Serie 4 Coupè, Chevrolet Corvette C8, Ford Explorer plug-in hybrid, Jeep Wrangler plug-in, Mercedes Classe E, VW ID.3 e probabilmente si potranno ammirare i modelli che arriveranno sul mercato nella seconda parte dell’anno come Ferrari 812 GTS, Fiat 500 elettrica, Land Rover Defender 90, Lexus LC Convertibile, Lotus Evjia, Mercedes GLE 63 Coupè, VW Golf GTE, Jeep Wrangler PHEV, Mercedes Maybach GLS, Porsche Tayacan Cross Turismo, Tesla Model Y e Honda-e, Audi Q4 e-tron, Ferrari F8 Tributo Spider, Jaguar XF, Porsche Panamera, Jaguar F-Pace, Jeep Grand Cherokee, Maserati Ghibli, Mercedes Classe E Coupè e EQA, Bmw Serie 2 Active Tourer, Ford Mustang Mach-E , Jaguar E-Pace, Mercedes Classe S, Toyota Mirai. A chiudere l’anno 2020, Alfa Romeo Tonale, Audi Q5, Hyundai ix30, Jaguar XJ electric, Land Rover Road Rover, Porsche 911 turbo, Lexus UX 330e. Detroit, la città di Henry Ford, Aretha Franklin, Stevie Wonder, Diana Ross, del rapper Eminem, della squadra di basket dei Pistons non merita questo declassamento.

1 commento
  1. Claudio Signori
    Claudio Signori dice:

    Detroit spostato a giugno per una decisione “cervellotica”??? Ma vi rendete conto che ormai le auto hanno sempre meno componenti meccanici e sempre più elettronici e informatici? Giustamente, direi, le Case preferiscono i Saloni dedicati alla Innovazione che richiamano ormai la stragrande maggioranza dei Media e del pubblico(soprattutto giovane) e con un CES a Las Vegas in questi giorni, dove guarda caso Sony debutta nell’Automotive con un Concept avveniristico, che seguito avrebbe avuto un Salone…del secolo scorso praticamente in contemporanea e per di più a pochi chilometri di distanza?

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *