500x-futuro

Fiat 500X, uno spot che guarda al futuro, ammiccando al passato

Passato, presente e futuro.

La famiglia 500 da sempre gioca con il concetto di tempo, ma per presentare il restyling di 500X, Fiat si è spinta oltre, viaggiandoci attraverso.

Icona del passato.

Nel nuovo spot, 500X calca le gesta della Delorean DMC – 12 nel fortunatissimo film “Ritorno al Futuro”.

Le prime scene del video, ambientato negli anni ‘60, mostrano una vecchia 500, che, dopo essere stata colpita da un fulmine, si ritrova nel mezzo del traffico contemporaneo in procinto di tamponare una 124 Spider (attuale). La vecchia 500 proiettata nel futuro diventa la nuova 500X, che, prontamente, riesce a frenare in tempo.

Non ci sono dubbi che la 500 sia un’icona attraverso le diverse epoche, stesso discorso per “Ritorno al Futuro”, film cult che è entrato nei cuori di ben due generazioni: Millennials (anni 80/2000) e Generazione X (anni 60/80).

500X vuole qui dare esplicita continuità all’identità iconica della “nonna”, ponendosi come evoluzione all’avanguardia (e non mutamento) del modello storico.

Presente tecnologico.

La coppia di protagonisti, proiettati in un presente/futuro, con sorpresa e stupore (elemento nel DNA di 500X sin dal momento della sua presentazione a cura del mago inglese Dynamo), scopre tutti i vantaggi tecnologici del nuovo modello.

Se per 500X Mirror la presentazione delle features tecnologiche era sembrata un po’ piatta e passiva per dare spazio a comprensione e semplicità, qui ogni nuovo elemento è messo in luve con l’entusiasmo della scoperta e l’intelligenza della dimostrazione dei vantaggi effettivi. Il linguaggio usato tuttavia non è propriamente originale e rispetta canoni molto familiari al piccolo e al grande schermo.

Il domani prende forma.

Una volta tornati negli anni 60 a bordo della 500X, fidanzato e fidanzata vengono accolti da una folla curiosa e meravigliata, in particolare dal nuovo design accattivante (momento dedicato al restyling). Emerge qui il carattere seduttivo che porta avanti l’anima sexy del modello, già introdotta con forza nello spot “500X Viagra” del 2015.

Un successo digitale.

I numeri dello spot sul web sono incredibili (e forse imprevisti). Tra i soli Youtube e Facebook si contano infatti i 35.000.000 di visualizzazioni.

Il linguaggio usato, quello delle connessioni con elementi pop (l’occhilino di Doc alla fine dello spot è la ciliegina sulla torta), del confine tra realtà e finzione, della seduzione e dello storytelling, raccoglie efficacemente tratti tra i più significativi e apprezzati del mondo dei social e del web.

Allora brava Fiat 500X non solo nell’incontrare televisivamente e digitalmente il gusto delle due generazioni sopra citate (ben presenti in entrambi i canali), ma anche nel presentarsi come vettura seducente, attuale, tradizionale e innovativa allo stesso tempo, in grado di essere perfetta sia per tombeur des femmes che per famiglie.

Così facendo 500X si mantiene in equilibrio, tra passato presente e futuro, in attesa del nuovo sequel della rombante saga dedicata alla famiglia 500.

 

3 commenti
  1. Valerio
    Valerio dice:

    Ha ragione Alessandro, è una 600: pressapochismo di chi viene pagato fior di centinaia di migliaia di euro: anhe la 500 che si vede è una Francis Lombardi My Car!!!

  2. Alessandro Scaramuzza
    Alessandro Scaramuzza dice:

    aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
    non è una 500…. è una 600!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *