fiat-fastback-concept-salao-de-sp-2018 (1)

Fiat Fastback una sorpresa brasiliana

La Fiat “che va bene” da sempre, quella brasiliana non finisce mai di stupire. Fiat Automoveis assomiglia sempre di più ad un’Azienda indipendente dal resto di FCA, Ed è così che al Salone dell’Auto di Sao Paulo, fa la parte della protagonista con un sacco di novità.

La più intrigante è un inedito suv-coupé battezzato “Fastback”. Il modello, è ancora a livello di concept da esposizione (…e speriamo continui ad esserlo per quanto ci riguarda, questo vale per noi per tutti questi tipi di carrozzerie anche firmati da case prestigiose) potrebbe anticipare un’auto derivata dal pick-up Toro (un grande successo in sud america) con cui condivide la piattaforma small-wide di FCA, cioè la stessa della Jeep Renegade e della nuova Cherokee. Interamente progettato dal Design Center Latam di Belo Horizonte, che è guidato ormai da molti anni dal validissimo Peter Fassbender (che fu esiliato in Brasile come punizione per dissapori con la dirigenza dell’epoca), Fiat Fastback è stato pensato come punto di partenza per un progetto che dovrebbe portare sul mercato dell’America Latina un suv coupé diretto rivale del Renault Arkana, riprendendo soluzioni e proporzioni già viste in modelli di fascia superiore, come il Bmw X4 e il Mercedes GLE.

L’indipendenza degli stilisti di Fiat Automoveis è arrivata addirittura a modificare il logo Fiat posto sul radiatore, una cosa mai vista! Il logo è sacro ed è vietatissimo interpretarlo…almeno, un tempo era così..

Fastback si distingue per molti dettagli e soluzioni che confermano l’attenzione riservata da questo progetto ad una clientela “modaiola”, attenta ai trend anche in campo automobilistico. Frontalmente il nuovo suv-coupé Fiat ha un inedito disegno dei gruppi ottici e della mascherina, mentre la linea della carrozzeria molto dinamica, esalta i livelli prestazionali del modello di serie che deriverà da questo concept. Sotto al cofano dovrebbero infatti arrivare sul mercato un flexi-fuel 2.0 della famiglia Tigershark Flex con circa 160 Cv e 200 Nm di coppia, e un turbodiesel 2.0 Multijet da 170 Cv e 350 Nm di coppia. Nella programmazione è anche inserita una variante 1.8 E.torQ – cioè mild hybrid – che dovrebbe proporre 135 Cv e 182 Nm di coppia con consumi ed emissioni molto contenuti.

Lo vedremo in Europa e quindi in Italia?… ma anche no!

fiat-fastback-concept-salao-de-sp-2018

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *