2stradale_incidente

Fino a 12 anni per l’omicidio stradale: il nuovo reato all’esame del Senato

Condiviso da:    www.lastampa.it.

Oggi il ddl in commissione e la mobilitazione nel Paese: punito chi guida ad alta velocità o ubriaco

di Francesco Grignetti

Aggiornate le statistiche. Non c’è solo il ragazzo di 14 anni ucciso da un pirata della strada a Monza. Ieri mattina in Veneto la polizia stradale ha trovato in un fosso anche il corpo senza vita di un povero scooterista di 20 anni, Luca Sartori, speronato e ucciso nella notte di domenica. Nessuna traccia dell’investitore. «L’assurda mattanza piratesca continua!», urla Giordano Biserni, presidente dell’associazione Asaps (amici della polizia stradale).

Le associazioni a tutela delle vittime della strada oggi terranno raduni di protesta di fronte alle Prefetture di 24 città italiane chiedendo che sia varato il reato di «omicidio stradale». E forse è la volta buona. Caso vuole che proprio oggi la commissione Giustizia del Senato inizierà a esaminare un ddl di cui si discute da almeno due anni. «Tenendo fermo il principio – precisa il senatore Giuseppe Cucca, Pd, relatore – che l’omicidio stradale può essere una colpa, anche grave, ma non un dolo come sentenziato ormai da tante decisioni della Cassazione, terremo fede agli impegni».

[…]

1 commento
  1. Mister X
    Mister X dice:

    sono anni che se ne parla. Bisogna avere le strade piene di vittime ammazzate da giovani ubriachi, quasi tutti dell’est, per fare una legge adeguata. Ma non basta, perché poi i processi non si fanno in tempo e i delinquenti restano impuniti.
    Vedi prescrizioni varie per Berlusconi, Moggi e chi più ne ha più ne metta!

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *