2milano_design_week

Il Salone dell’Auto di Milano ? C’è già!

Perché è fallita l’ambiziosa operazione di Alfredo Cazzola, che aveva annunciato e messo in calendario un Salone dell’Auto a Milano (mai nato) lo scorso dicembre? Semplice: il Salone milanese c’è già. È mascherato e viaggia a rimorchio, ma andrà in scena la prossima settimana, integrato nella Milano Design Week, a sua volta costola glamour del Salone del Mobile, che si porta appresso anche una valanga di eventi «fuorisalone».

Un’orgia di tutto e di più, insomma, in cui le Case automobilistiche si sono infilate con grande astuzia, organizzando presentazioni ed esibizioni collaterali.

A giudicare dagli inviti inoltrati, l’automobile – alla faccia del mobile – sarà grande protagonista dell’evento milanese, sebbene con una collocazione trasversale mirata sugli aspetti abitualmente meno reclamizzati del business.

Fioriscono i «lab», laboratori per raccontare le auto tramite il puro design, l’hi-tech e perfino il cibo, fioriscono le manifestazioni  legate al fattore emozionale e al rango premium di molti modelli  (unstoppable spirit, copyright di Jaguar/Land Rover), i party si alternano ai workshop.

Questo è già il Salone di Milano, ghiotto aperitivo all’Expo. Replicarne un altro, sulla stessa formula comprensiva del «fuorisalone» finora si è rivelata impresa azzardata. In futuro? Chissà.

1 commento
  1. Autologia
    Autologia dice:

    Da tempo, i primi ( se la memoria non m’inganna) sono stati i giapponesi di Toyota-Lexus, quindi via via un sempre crescente numero di costruttori: le case automobilistiche hanno eletto la settimana che accompagna il Salone del mobile di Milano a momento anche mondano di discussione e provocazione sul design visto in chiave quattro ruote e non solo. Il numero crescente di adesioni ha fortemente caratterizzato questa rassegna. Per questi eventi il budget c’è, per altri no. Questione di strategie.
    Pierluigi Bonora

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *