Tafanus-firmatus

“Influencer”, finalmente un po’ di ordine

Grazie all’Unione nazionale consumatori, che ha sollevato il problema, il governo viene impegnato a livello legislativo a intervenire “affinché l’attività dei web influencer sia regolata, permettendo ai consumatori di identificare in modo univoco quali interventi realizzati all’interno della rete Internet costituiscano sponsorizzazione”.

L’ordine del giorno presentato dall’Unc è stato approvato “durante l’esame del ddl Concorrenza sul tema della pubblicità promossa in modo occulto dai web influencer, si legge in una nota. L’Unc aveva sollevato il problema dei selfie sponsorizzati e in generale della pubblicità camuffata sui blog e i social network, presentando nei mesi scorsi un esposto all’Antitrust, e ha chiesto l’intervento anche dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Come la prenderanno i diretti interessati? E come la prenderanno le aziende anche dell’automotive che avevano basato sui “web influencer” buona parte delle proprie strategie di marketing?
Il Tafano (fuorigiri.it)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *