delta-18

La Delta Futurista da 300 mila euro per 20 fortunati

Mentre negli uffici di Mirafiori approvano l’ultima pubblicità per Ypsilon con la colonna sonora che ripete “Ciao, ciao bambina” ( quasi un presagio di addio imminente) giovani di buona volontà presentano all’evento Gran Basel la Delta Futurista.

“Automobli Amos”  ha diramato le foto ufficiali e le caratteristiche del pezzo pregiato per i collezionisti che sarà prodotta in soli 20 esemplari, oltre a quello  che resterà a Eugenio Amos, in ricordo di questa non semplice avventura.

Il prezzo per i collezionisti è stato fissato in 300 mila euro.

La fibra di carbonio è stata ampiamente impiegata per il cofano,  i parafanghi, la calandra, i paraurti, l’alettone e il portellone. Di alluminio, invece  il pannello fuso al resto del corpo vettura che sostituisce le portiere posteriori.

I rinforzi per la scocca e i roll-bar interni sono stati ripresi dalla Delta Integrale in versione Gruppo A che per anni ha dominato i rally di tutto il mondo. Inedite le sospensioni a doppio quadrilatero, in alluminio con ammortizzatori a controllo elettronico. In totale il peso è di soli 1.250 kg. Si raggiungono ben 330 CV di potenza grazie a un motore, aggiornato per quanto riguarda la sovralimentazione, lo scarico e l’elettronica.

Passando all’interno troviamo i sedili Recaro sellati in  Alcantara con finiture di carbonio ed uno straordinario volante che incorpora alcuni dei tradizionali comandi del devio luci: come sulle Ferrari di ultima generazione, sono presenti i comandi per azionare gli indicatori di svolta e gli abbaglianti (accompagnati dalla scritta spiritosa “Levati”). Gli altri interruttori sono invece situati su un’inedita pulsantiera ricavata a centro plancia.

Per noi tanta invidia per chi potrà acquistarne una e la solita domanda:  “perché devono essere dei privati a realizzare progetti come questo e non i proprietari del marchio Lancia abbandonato al suo triste declino.”

(Nella foto: Il designer Carlo Ludovico Borromeo de Silva (a sinistra) e Eugenio Amos, fondatore di Automobili Amos, con la Lancia Delta Futurista.)

delta 1

1 commento
  1. Enrico Fumia
    Enrico Fumia dice:

    Proprio i giovani non sanno inventare ma solo scopiazzare il passato! Che delusione! Non pagherei neanche 30€ per una finta Delta… Involuzione!

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *