image2-500x281

La Ferrari risorge dal pasticcio, ma Rosberg è imbattibile

Dal Pasticcio Rosso Ferrari è uscita una gara promettente. Il podio di Vettel lascia delle buone sensazioni anche se l’impressione è che ci sia ben poco da fare contro il Rosberg di questo inizio di campionato (tre vittorie di fila, sei con le ultime tre dello scorso anno).

Dopo tre gare il grande favorito è Nico. Tostissimo come mai e pure aiutato dalla sorte che ha tolto di mezzo Hamilton, prima con un guaio in prova, poi con l’incidente al via che ha compromesso il fondo della sua Mercedes. E comunque, problemi a parte, Hamilton non è sembrato in palla come altre volte. Rosberg è fantastico. Hamilton sembra distratto. E i 36 punti di distacco in classifica del campionato confermano.

La Ferrari si è complicata la vita al via quando Vettel si è spaventato vedendo negli specchietti un lampo blu (era Kvyat lanciatissimo) ha allargato ed è andato a colpire Raikkonen. Un pasticcione. La partenza australiana resta un ricordo, una perla isolata. Qui le Red Bull hanno fatto meglio con Ricciardo in testa e Kvyat terzo… Le Ferrari hanno invece cominciato lì la loro rincorsa ad handicap.

Vettel si è ripreso il podio, il secondo posto che oggi contro Rosberg è il massimo possibile. E poi quando si è ritrovato faccia a faccia con Kvyat ha alzato la voce, lo ha accusato apertamente. Duro, tosto. Ma forse un po’ esagerato perché Kvyat ha visto lo spazio e ha fatto bene a infilarci la sua Red Bull…

Raikkonen con un gran finale con due sorpassi mica male, è risalito fino al quinto posto. Ad un certo punto era ultimo…

Finalmente due Ferrari al traguardo. I problemi di affidabilità sono superati, le gerarchie dopo il flop in qualifica ristabilite, ma resta un senso di impotenza contro lo strapotere di Rosberg. Di positivo, oltre all’affidabilità ritrovata, c’è la grinta dei due piloti. Sia Vettel che Raikkonen ci hanno messo del loro per recuperare posizioni.

Ma senza incidenti e complicazioni al via dove sarebbe arrivata la Ferrari? Avrebbe potuto impensierire Rosberg? Difficile. La Mercedes sembra ancora troppo veloce per la Ferrari. Ma la Ferrari ha finalmente dato un senso di solidità su cui si potrà costruire il futuro. La Ferrari dovrà rischiare, ma per cercare la vittoria, ne varrà la pena… (tratto da TopSpeed.gazzetta.it)

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *