2500_lingotto

La Nuova Fiat 500 al giudizio della stampa specializzata

Dopo otto anni e più di 1,5 milioni di unità vendute, la Fiat 500, come le belle ma non più giovani signore, ha bisogno di qualche ritocchino qua e là. Ed ecco così la “Nuova  500 ” che ha un design, seppur leggermente rinnovato, sempre inconfondibile. Non è cresciuta nelle dimensioni, ma offre contenuti più ricchi in termini di tecnologia, di propulsori e di possibilità di personalizzazione.

Vediamo cosa ne ha scritto “a caldo”, la stampa specializzata italiana, subito dopo la presentazione che si è tenuta ieri ed oggi al Lingotto di Torino. A proposito, proprio oggi, 4 luglio, è il compleanno sia della prima 500 del ’57, sia dell’attuale presentata nel 2007 sulle rive del Po con un evento indimenticabile. I giudizi, come spesso accade, sono pressoché unanimi per l’icona Fiat: tanti pregi e nessun difetto, a parte il prezzo. (…ma dev’essere proprio così!)

Fiat 500: aggiornata, ma è sempre lei. Da 13.600 EURO – Le Fiat 500 rinnovate sono già in vendita e, per chi volesse vederle “dal vivo”,  il 3 luglio le concessionarie Fiat rimarranno aperte fino a mezzanotte e proporranno offerte speciali per l’acquisto. I prezzi (non bassi) sono in linea con quelli precedenti: si va dai 13.600 euro per la 500 1.2 Pop ai 20.900 della 500C 1.3 Multijet 16V S. Da segnalare che, se la Fiat 500 così rinnovata è disponibile negli allestimenti Pop e Lounge, lo sportiveggiante allestimento S è ancora proposto solo nella versione non aggiornata: quello nuovo sarà disponibile da fine 2015. La dotazione di serie della meno cara Pop include sette airbag, il climatizzatore manuale e la radio con le prese Aux e Usb. La Lounge aggiunge lo schermo a sfioramento per l’impianto multimediale, il Bluetooth e i cerchi in lega di 15”. Le 500C includono nel prezzo anche il climatizzatore automatico (Pop esclusa) e i sensori posteriori di distanza (a capote giù, dietro si vede poco). Fra i nuovi optional, i kit di adesivi (da 70 a 840 euro, applicati direttamente in fabbrica) con grafiche vivaci per rivestire del tutto o in parte la vettura e, in arrivo a metà 2016, un potente impianto audio da 400 W, sviluppato specificamente per la Fiat 500. Fra gli altri accessori, il cruscotto digitale (300 euro per la Lounge), i fendinebbia (200 euro) e il cambio robotizzato (900 euro) per i motori benzina 1.2 e 0.9 TwinAir (85 CV).
Pregi: Cambio. Si manovra agevolmente. Guida. È gradevole e facile. Interni. Sono più pratici, moderni e ricercati. Difetti: Fanali. Il retronebbia e la luce di retromarcia spostati nel paraurti sono vulnerabili alle “toccatine”. Posti dietro. L’agio per le gambe non è molto. Prezzo. Salato anche considerato che si tratta di un’auto sfiziosa.Al Volante.it

“Le novità. La Nuova 500 presenta circa 1.800 particolari inediti, tutti studiati per valorizzarne l’originalità, e, al contempo, conferire al modello uno stile ancora più raffinato. Sono nuovi i proiettori anteriori con luci diurne a led, le luci posteriori, i colori, la plancia, il volante, i materiali: aggiornamenti sostanziali, quindi, ma fedeli all’inconfondibile stile 500. Del resto, l’icona Fiat è il manifesto di una nuova concezione della mobilità; è una rivoluzione “gentile” sulle strade del mondo, perché riesce a unire valori apparentemente opposti.” – Francesco Forni. Auto.it

“Guardi il frontale della Fiat 500 2015 e ti domani se sia tutto qui. “Ma come? Dopo otto anni ed oltre 1,5 milioni di esemplari, le modifiche sono limitate ai dettagli?”. L’apparenza non deve comunque tratte in errore, perché la rinnovata utilitaria porta all’esordio ben 1.800 novità rispetto alla generazione che sostituisce. Del resto non è impresa facile aggiornare un modello così fondamentale, e gli uomini del Centro Stile hanno optato per un saggio lavoro in punta di matita. Cambiano pertanto solo gli elementi che più accusavano il peso del tempo. I fanali, ad esempio: quelli anteriori superiori cambiano nel profilo ed integrano un nuovo modulo luce poliellittico, quelli inferiori comprendono ora le luci diurne e le luci di posizione (queste ultime a LED) ed i gruppi ottici posteriori restituiscono un effetto svuotato, che lascia intravedere nel mezzo il colore della carrozzeria. Inedita è anche la nervatura sul cofano anteriore. – Autoblog.it

“La Nuova 500 è anche più pratica, grazie ai due scomparti sulla plancia per passeggero e guidatore e il vano sul lato passeggero, che ora è chiuso da uno sportello, quelli sui pannelli porta e un altro sul supporto del cambio. Il bagagliaio mantiene la stessa capienza: 185 litri che possono diventare 550 litri abbattendo lo schienale posteriore, divisibile in rapporto 50:50 di serie a partire dalla versione Lounge. I sedili sono stati ridisegnati per aumentare il comfort e migliorare l’accesso alla zona posteriore. I rivestimenti sono disponibili in nove diverse combinazioni: un tessuto Chevron tono su tono nell’allestimento Pop e, in allestimento Lounge, tessuto Principe di Galles in accenti e “cadenino” avorio, verde oliva o corallo, con appoggiatesta e lunetta a contrasto, in ecopelle nera o avorio. A richiesta, l’esclusivo rivestimento in Pelle Frau nera, bordeaux o tabacco, con logo 500 ricamato sulla lunetta, a contrasto in colore avorio o azzurro, per i sedili bordeaux. – Automoto.it”

“Non poteva essere che il Lingotto, non poteva essere che il 4 luglio. Fiat celebra la Nuova 500 nel tempio di famiglia e nel giorno del suo compleanno: tanto è passato dal 4 luglio del ’57 quando il primo Cinquino diede a milioni di italiani la prima quattro ruote, più recente ma comunque datata l’erede del 2007 che tutti conosciamo, capace in otto anni di vendere oltre 1,5 milioni di esemplari in tutto il mondo e diventando un nuovo simbolo del made in Italy. – Corriere dello sport.Motori.it

Non è solo una nuova Fiat 500 quella che sarà presentata oggi a Torino: è uno dei modelli del piano industriale di Fca che rispetta i tempi e «archivia», così, un’altra vettura programmata. L’unica modifica riguarda l’area in cui viene proposta: in Europa prima che nel resto del mondo, visti i risultati a due cifre che il gruppo sta ottenendo in questo mercato. La Nuova 500 è un’icona che ha mantenuto quasi completamente il suo aspetto, seguendo le indicazioni fornite da indagini effettuate globalmente, presso i clienti che l’hanno finora scelta (dal 2007 ne sono state vendute oltre 1,5 milioni) e che hanno espresso il desiderio di non vedere mutato il design. Solo il lato posteriore, ha subito un aggiornamento. Una fanaleria anulare, finora mai adottata da modelli di questo segmento, che lascia trasparire il colore della carrozzeria, un autentico tatuaggio di luce. La Nuova 500 nasce sull’architettura small di Fca, una piattaforma che ha subito un grande lavoro di revisione, risponde agli standard Usa, presenta evoluzioni e modifiche specialmente nella sicurezza sia passiva (7 airbag) che attiva (distribuzione forza frenante, controllo elettronico della stabilità, frenate di emergenza, partenza assistita in salita). Il 40% dei componenti è totalmente inedito. All’insegna del rispetto ambientale verranno montati tutti motori omologati Euro 6, in una gamma che prevede tra l’altro un benzina e un diesel con emissioni di Co2 pari solo a 99 gr al chilometro. Anche in tema di connessione la Nuova 500 si presenta ai vertici della categoria della connect car: i servizi si scaricano da Apple Store o da Google Play Store via smartphone , prestazioni tipiche delle berline di lusso. La festa, stasera, inizierà a Torino per raggiungere tutte le filiali e le concessionarie italiane, che saranno aperte dalle ore 20 sino mezzanotte. Quattro ore di follia: le 500, in pronta consegna, avranno incluso nel prezzo ogni optional presente, per un valore di circa 2 mila euro. Bianca Carretto. Il Corriere della sera.”

“La storia si ripete ed è sempre il 4 luglio. La Fiat Nuova 500 è svelata al Lingotto di Torino otto anni dopo il remake di successo che ha contribuito a cambiare il corso della Fiat. Venduta in un milione e mezzo di esemplari in più di 100 paesi l’erede dell’utilitaria inventata da Dante Giacosa è diventata un’icona del Made in Italy anche se nasce in due fabbriche estere: a Tychy in Polonia e a Toluca in Messico. Cambiarla non è assolutamente facile, ecco perché l’intervento dei designer guidati da Roberto Giolito è stato molto delicato fuori e più incisivo dentro per metterla al passo con le più recenti tecnologie. Per notare le differenze bisogna concentrarsi sui dettagli. Del resto era impossibile stravolgere un remake: ne sanno qualcosa anche Bmw e Volkswagen che quando hanno aggiornato Mini e Maggiolino hanno scelto la prudenza. – Daniele Sparisci. Corriere della sera Motori.it”

“Esteticamente gli interventi hanno riguardato i paraurti, ora più importanti, e soprattutto i gruppi ottici (ora a tecnologia Led), ridisegnati senza alterare l’espressione simpatica che, come ha ricordato durante la presentazione alla stampa al Lingotto, Roberto Giolito, chief designer responsabile sia della 500 del 2007 sia di Nuova 500, rimane un punto di forza della vettura. Per conservare la leadership della 500 nel segmento delle piccole in Europa, con una quota, confermata, del 15,6%, Fiat è invece intervenuta in maniera sostanziosa sotto il profilo dei contenuti tecnologici (sul nuovo modello ci sono 1.900 componenti nuovi, il 40% del totale), un ambito nel quale, nei suoi otto anni di vita, l’attuale 500 cominciava a sentire l’età di fronte alle concorrenti sempre più dotate in fatto di connettività e infotainment, fattori decisivi per rilasciare a un’auto la patente premium. – Piero Evangelisti Il Giornale Motori.it

“Chiamarla “Nuova” come fa mamma Fiat è certo un azzardo, visto che la lamiera non è stata cambiata, ma c’è un simpatico volto nuovo che sorride, tante, tantissime migliorie, come i fari led, un sistema di infotainment moderno, che la trasforma in una connected car. Ed era ora visto che lo “stereo della 500” era francamente tecnologicamente preistorico.
E in tema di hi-tech ecco che il cluster strumenti diventa, grazie al displai lcd Magneti Marelli, tutto digitale. Bello moderno nella sostanza ma classico nella forma.
E, poi, sotto il cofano ora ci sono motori tutti euro 6 per bere inquinare meno e bere poco. – Mario Cianflone.Il sole 24 ore Motori.it

“Si rinnova la Fiat 500, a partire dal nome che cambia in Nuova 500. Il restyling della 500 è piuttosto sostanzioso se si considera che include novità estetiche e di contenuto; d’altronde dopo 1,5 milioni di esemplari venduti nel mondo, il Gruppo FCA ha ben pensato di non attuare rivoluzioni. Quali sono dunque le caratteristiche della Nuova 500? Si parte con gli inediti proiettori anteriori con luci diurne a LED ed i nuovi fari posteriori dal disegno originale. Fiat sostiene che siano ben 1.800 i particolari inediti sulla Nuova 500, lunga 3,57 metri, larga 1,62 m e alta 1,49 m. Praticamente inalterata invece la gamma motori. – Infomotori.com”

“Sulla nuova Fiat 500 spuntano i baffi. Ma la nuova Fiat 500 sia nella variante berlina che cabrio propone soprattutto un restyling leggero che ne attualizza un design che resta ancora attuale. Sono state, però, introdotte tante migliorie, 1.800 in tutto, come ad esempio i pannelli di insonorizzazione nei passaruota e nella paratia tra il vano motore e l’abitacolo. Al primo sguardo, però, si nota subito il nuovo frontale. La 500 “model year 2015” ha un aspetto più personale e sorridente. Il fascione anteriore ora presenta due evidenti baffi. Quello superiore con i due listelli cromati ai lati del logo Fiat è stato modificato, visto che sotto si trova un’inedita “bocca” più sottile. Ai lati nuovi gruppi ottici con luci diurne a Led e, in basso, una diversa presa d’aria inferiore, rifinita da un profilo cromato che si innesta su due “baffi” laterali. Anche la zona posteriore si rinnova con inediti gruppi ottici che grazie ai Led propongono una più distintiva “firma” luminosa. – Corrado canali. La Gazzetta dello sport Motori.it”

“La 500 cambia, ma con giudizio. Meglio dire che evolve, senza disperdere quel patrimonio di stile raffinato (e di tecnologia avanzata nei motori) che ne hanno decretato il successo planetario, con 1,5 milioni di esemplari venduti in tutto il mondo dal lancio nel 2007. Si chiama Nuova 500, proprio come l’antenata del 1957 che doveva differenziarsi dalla 500 Topolino, rispetto alla quale rappresentava – quella sì – una totale rivoluzione. L’evoluzione di questa dei tempi moderni propone dettagli glamour, come le luci diurne a Led, e un nuovo look della parte inferiore del frontale (paraurti più moderni e “disegnati”, a fianco della griglia compaiono due baffi). Le novità più evidenti sono nell’abitacolo: plancia tutta nuova, in stile 500X, con grande display centrale per ospitare i sistemi di navigazione e i comandi per i vari tipi di connessione con smartphone e tablet. Nuovo anche il volante, con funzioni multi-comando, e il quadro digitale della strumentazione che visualizza tutte le principali funzioni. – Piero Bianco. La Stampa Motori.it”

Giovani che ormai se ne fregano in modo assoluto di cosa alberghi sotto i cofani. Per i loro papà, o per quelli più anziani, diciamo che la scelta può variare fra i propulsori a benzina 0.9 TwinAir (potenze da 85 CV o 105 CV) e 1.2 da 69 CV, oltre al motore bi-fuel 1.2 GPL da 69 CV. In particolare, i due bicilindrici vantano emissioni da record: 90 g/km per il motore da 85 CV, 99 per il 105 CV. Successivamente al lancio saranno disponibili il 1.3 Multijet da 95 CV e il 1.2 da 69 CV in configurazione “Eco” che consente di limitare a 99 i grammi di CO2 al chilometro. – Vincenzo Borgomeo. La Repubblica Motori.it”

Una per ognuno. La Fiat 500 è stata una delle prime auto a introdurre il concetto di “personalizzazione” che ormai spopola in praticamente tutto il settore automotive, per cui questa Nuova 500 non poteva essere da meno. I cerchi in lega da 15 e 16 pollici, anche diamantati, rappresentano solo una piccolissima parte di quanto si può fare con la nuova citycar torinese. L’offerta dei colori, infatti, prevede tredici tinte di carrozzerie – sette pastello, una tristrato e cinque metallizzate – tra cui spiccano i nuovi Rosso Corallo e Bordeaux Opera. Inoltre, ci sono due varianti bicolore, nero-giallo e nero-rosso, in abbinamento esclusivo con l’inedito programma “Second skin”. Questo prevede che chiunque potrà cucirsi addosso la 500 come preferisce e vestirla con confezioni sempre nuove. Si va dal tema “Small”, che coinvolge la linea di cintura al “Medium”, che comprende montanti e tetto, in alcuni casi anche cofano e portellone, spazia su quattro fantasie: Lord, Comics, Navy e Camouflage. – Omniauto.it

“Peccato per la data scelta per la presentazione, fosse stata domani sarebbe caduta proprio nel giorno del suo compleanno. Il 4 luglio del 1957 nasceva, infatti, la city car italiana venduta in 3,8 milioni di unità. Ad otto anni dal “rilancio” della Fiat 500 in versione moderna e dopo 1,5 mln di pezzi venduti la piccoletta Made in Italy si rinnova con il restyling 2015. Più restyling che nuova generazione. Non cresce in dimensioni né cambia considerevolmente il suo aspetto. Per chi si aspettava una vera nuova generazione, quindi, niente da fare, Fiat sceglie la strada del conservatorismo per continuare a vendere un prodotto di successo. Si arricchiscono molto, però, i contenuti con tecnologia aggiunta, propulsori rinnovati e più possibilità di personalizzazione. – Junio Gulinelli. Panorama Motori.it

“La Fiat presenta la Nuova 500, variante aggiornata del modello originale lanciato nel 2007. Si tratta di un ammodernamento cruciale per un modello che in otto anni è stato scelto da oltre 1,5 milioni di clienti. La Fiat ha modificato ben 1.800 particolari senza perdere di vista lo spirito originale dell’auto, che ha fatto dei richiami al passato e della tecnologia la sua arma più forte. Al di là dell’introduzione della strumentazione digitale e delle motorizzazioni aggiornate nel 2014, si tratta del primo vero facelift della 500 dal 2007. – Quattroruote.it

Il restyling della compatta debutterà sia in versione berlina che cabrio e sarà disponibile in due allestimenti: Pop e Lounge. Il primo propone di serie sette airbag, climatizzatore manuale, Uconnect Radio 5″ con sei altoparlanti, porta AUX-IN e USB, comandi al volante e luci diurne a led. La versione Lounge si arricchisce di dettagli raffinati come il tetto panoramico in vetro, i cerchi in lega da 15″, volante in pelle con comandi integrati e la versione Uconnect Radio 5″ LIVE touchscreen integrabile con il proprio smartphone.Francesco Colla. Tuttosport Motori.it

1 commento
  1. Autologia
    Autologia dice:

    Tiberio Timperi su FB : Bene i nuovi contenuti multimediali, l insonorizzazione, le nuove fantasie di tessuti e colori esterni. Leziosi i fanali posteriori. Peccato non sia stato introdotto un vero cambio automatico magari abbinato al 1.4 americano. Decisamente fuori luogo il paraurti anteriore, carico di baffi e cromature. È come fare il lifting alla Gioconda

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *