pandaintopless3

La Panda in Topless

Quando ti accingi a fare un giro tra gli stand di Parco Valentino, il Salone dell’auto all’aperto nato quattro anni fa e capace di attirare costruttori, designer, manager e visitatori da tutta Italia, tutto ti aspetti tranne di trovare una vecchia Fiat Panda 4×4 del 1985.

Eppure avvicinandosi all’area dedicata a GFG Style, l’azienda fondata da Giorgetto e Fabrizio Giugiaro nel 2016 dopo aver ceduto definitivamente Italdesign, se ne possono incontrare addirittura due. La superutilitaria nata nel 1980 per mano di Giorgietto Giugiaro, fa bella mostra di sé in due versioni rivisitate per l’occasione in chiave moderna e nel pieno rispetto della mobilità sostenibile, grazie alla tecnologia siciliana della Newtron che le ha riqualificate elettricamente, mantenendone inalterate le caratteristiche principali di compattezza, leggerezza e di medesima distribuzione dei pesi.

Quella che da più nell’ occhio (e non solo per le signorine che sono a bordo della vettura sullo stand), è sicuramente quella che GFG Style ha chiamato “Topless”. A dispetto delle attuale condizioni climatiche che oggi avvicinano Torino ai tropici, regalando quotidianamente temporali con tanto di vento e grandine, che non ha risparmiato nemmeno le giornate del Salone, la vettura si presenta come un’affascinante spiaggina creata appunto sulla base di una Panda 4×4.

Una primizia mondiale che Giugiaro ha voluto “regalare” ai visitatori di Parco Valentino, creando questa inedita e attuale versione a cielo aperto a trazione elettrica, quattro ruote motrici, in collaborazione con Turin Garage, società che nasce dall’iniziativa di alcuni amici imprenditori torinesi da sempre appassionati di autovetture e motociclette di ogni genere ed epoca. Proprio grazie a questa passione, Turin Garage si propone di convertire e riqualificare, personalizzandole, vetture e motociclette iconiche, consentendo a queste di poter liberamente circolare nel rispetto dell’ambiente e delle normative vigenti.

L’intervento stilistico e concettuale di Giugiaro per la Topless si è concentrato sulla cura di alcuni dettagli che impreziosiscono la vettura: le soglie porta in legno in massello di rovere trattato, la verniciatura speciale bicolore e gli interni rivestiti da elementi distintivi dei pantaloni della linea denim di PT Pantaloni Torino – brand torinese riconosciuto per la ricerca dei materiali e dello stile – e dal tessuto della linea “Kult Pantaloni Torino”, nato dalla partnership di moda e design tra Fabrizio Giugiaro e il brand torinese.

Le panchette posteriori con una conformazione completamente inedita consentono di ospitare fino a sei passeggeri. Il rivestimento, appunto in tessuto di jeans, è stato trattato in modo da renderlo idrorepellente, garantendo quindi un utilizzo “aperto”, proprio di un’automobile senza il tetto, da cui, con un gioco di parole deriva il nome.

Anche qui si vede la “mano” di Giugiaro intervenuta sul disegno e sulla confezione dei sedili, che ricalcano lo spirito e le linee della Panda prima serie, inserendo anche in questo esemplare materiali tessili molto piacevole al tatto.

Insomma, una vettura di grande tradizione ma anche di grande successo, che oggi grazie a questo prototipo può diventare un oggetto esclusivo per pochi.

E anche questo fa parte dello spirito del salone Parco Valentino, che ancora una volta conferma Torino come la vera culla del car design scelta da carrozzieri e centri stile per presentare in anteprima mondiale le proprie visioni dell’automotive.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *