2cruscottoauto

L’auto si sceglie sui «social» Ma i concessionari non lo sanno

Condiviso da:   motori.corriere.it.

Venditori impreparati secondo una ricerca americana, le Case corrono ai ripari

di Alessandro Marchetti Tricamo

La parola d’ordine è «social boot camp», una definizione ripresa dal «boot camp», l’estenuante allenamento all’aperto dei marines, sotto ogni condizione atmosferica. Qui però cambia tutto: sala confortevole, caffè e snack e un proiettore che lancia slides a ripetizione. E il sergente istruttore inflessibile prende le sembianze di un giovane in felpa in libera uscita da Google, Microsoft, Twitter o Facebook.

L’industria automobilistica si è dimostrata pronta ad assecondare, forse in alcuni casi anche troppo, il coinvolgimento virale di marchio e prodotti sulle differenti piattaforme social e ora prova a scuotere con lezioni intensive i concessionari, spesso rimasti fuori gioco di fronte a un mondo in continuo cambiamento.

[…]

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *