2Salone-di-Francoforte-2015

Molte novità al Salone di Francoforte 2015

Il 17 settembre aprirà, prima ai media, poi al grande pubblico il Salone di Francoforte 2015, il più grande appuntamento dell’anno per l’automobile, è biennale e si alterna con quello di Parigi.
Siamo in casa dei grandi marchi tedeschi, che si danno battaglia allestendo stand impressionanti ed investendo cifre da capogiro. C’è molta attesa per capire a che punto sta il mondo dell’automobile, che segna ormai da mesi una crescita continua, anche se gli addetti ai lavori continuano a gettare acqua sul fuoco, affermando che non siamo ancora furori dal tunnel, ma bisogna pur iniziare per ripartire.

Vediamo le novità annunciate. Partiamo dall’italiana Alfa Romeo Giulia, già presentata nella versione di punta, qui si potrà vedere anche quella che la gente poi comprerà.

Appartenente alla stessa categoria, l’ AudiA4, esteticamente quasi uguale alla precedente, ma allestita su una differente piattaforma tutta nuova, sarà sul mercato a novembre. Per restare sullo stand Audi, molto interessante l’ E-tron quattro concept, un Suv elettrico sportivo con 500 km di autonomia di cui abbiamo già scritto qui su Autologia, che anticipa la Q6 in arrivo nel 2018. Avrà certamente un costo elevato, ma mai come i 300mila euro per comprare la Bentley Bentayga, il più esclusivo Suv al mondo.

Sempre in casa dei tedeschi, la Bmw propone la X1 ora anche a trazione anteriore, mentre la Serie 7 sesta generazione grazie all’impiego della alla fibra di carbonio perde 130 kg. Dalla i8 deriva la ibrida plug-in 740e, che parcheggia da sola anche se non sei al volante. La nuova Mini Clubman derivata dalla Bmw X1 utilizzando la stessa piattaforma, è sempre meno ”mini” e ripropone le quattro porte ma con il portellone posteriore con due sportelli ad armadio.

Altro colosso tedesco, la Mercedes che in un padiglione esagerato di 9000 metri quadri espone 70 vetture fra cui la nuova C Coupé che è più lunga di 10 cm ed ha con motori 4 cilindri, diesel e benzina: il regolatore di velocità attivo le permette di seguire il flusso del traffico fino a 200 km/h. La GLC, invece, è l’erede della GLK: assomiglia nel design alla GLE (la vecchia M). Sarà anche ibrida plug-in ad alte prestazioni. subito sul mercato da circa 48.000 euro. In vendita a fine anno la nuova versione aperta della Smart Fortwo Cabrio: tettuccio di tela apribile in due posizioni, carrozzeria più rigida del 15%.

Il Gruppo Volkswagen lancia sul mercato da subito la Skoda Superb Wagon, la versione familiare dell’ammiraglia, utilizza la piattaforma Mqb di Golf e Passat, ed è anche 4×4. Pronta anche la nuova generazione della compatta sportiva Ibiza Cupra con motore 1.8 Tsi da 192 cavalli,
Il marchio Volkswagen si fa notare per la nuova Tiguan: che anch’esso sfrutta la nuova piattaforma modulare Mqb. con anche motori turbodiesel 1.6.

La tanto attesa Porsche 911 Carrera ha nuovi fari con luce diurna a quattro punti, maniglie integrate e cofano posteriore con lamelle verticali. Nuovo il volante a tre razze con comandi integrati e il dispositivo Porsche Communication Management System, a disposizione una gamma di motori, completamente rinnovati, con sovralimentazione biturbo, 3 cilindri da 370 cavalli e 420 cavalli. Sarà nelle concessionarie entro il 2015 con un prezzo di partenza di 100.362 euro.

Opel lancia la Nuova Astra, un po’ più corta ma soprattutto molto più leggera (da 120 a 200 kg). Monta motori piccoli come il tre cilindri 1.0 Ecotec con consumi ridottissimi. Sarà dotata del nuovo servizio di connettività e assistenza personale OnStar, di cui abbiamo già scritto in un articolo dedicato.

Per gli esperti, occhi puntati sul ritorno di Borgward, brand scomparso 54 anni fa, che rinasce proponendo un Suv sportivo di medie dimensioni con obiettivi forse eccessivamente ambiziosi: 800.000 pezzi entro il 2020. I motori saranno Borgward, mentre l’assemblaggio sarà affidato a un non precisato partner. Il marchio tedesco, ora di proprietà del Gruppo cinese SAIC, sta rinascendo grazie a Christian Borgward, nipote del fondatore Carl, che ha fatto siglare un accordo a lungo termine con la FEV, un’azienda specializzata in progettazione di sistemi di propulsione tradizionali e alternativi e di piattaforme tecnologiche ed è stato creato un centro di Ricerca e sviluppo congiunto ad Aachen.

Il gruppo PSA. Citroen vuole stupire esponendo il concept Cactus M che si ispira alla mitica Méhari, di cui abbiamo detto in un pezzo precedente. Restyling di mezza età per la DS4ed anche una versione Crossback, con aspetto da crossover. Mentre sullo stand Peugeot ci sarà la nuova concept Fractal che però non vedremo in circolazione prima del 2020. Si tratta di una coupé cabriolet con quattro ruote motrici, 100% elettrica, con una batteria agli ioni di litio che alimenta due motori elettrici da 102 cavalli l’uno ed in grado di ottenere un’autonomia di 450 chilometri, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi.

Gli altri francesi, quelli della Renault espongono una nuova Mégane completamente ridisegnata e la Talisman, sostituta della Laguna, un’ammiraglia costruita sulla piattaforma dell’Espace, di ben 4,85 m, disponibile a tre volumi o station wagon. Per il marchio Dacia il nuovo cambio automatico Easy-R, con la motorizzazione benzina TCe da 90 cavalli e start&stop disponibile su Logan MCV, Sandero e Sandero Stepway entro fine anno
Per Suzuki c’è la Baleno, una berlinetta 5 porte compatta che si affianca alla Swift nel segmento B. Per Mazda, l’affascinante concept Koeru anticipa una terza crossover dopo CX-5 e CX-3.

Kia propone il restyling della Sportage e la “grande” Optima, che arriverà in Italia anche in versione ibrida plug-in.

La versione diesel del SUV Tivoli e le concept XLV-Air e XAV-Adventure, sono le anteprime che SsangYong presenterà. Il prototipo XLV-Air, dove XLV (con un po’ di fantasia) è l’acronimo di eXciting smart Lifestyle Vehicle anticipa la variante a sette posti di Tivoli.
Infiniti, marchio premium di Nissan con la Q30 scende verso il basso, portando un attacco frontale all’Audi A3, alla Mercedes Classe A e alla BMW Serie 1.

La Jaguar per festeggiare i suoi 80 anni, presenta la F-Pace, primo Suv della sua storia che arriverà il prossimo anno, con piattaforma di alluminio e motori a 4 e 6 cilindri.
Per i visitatori ci saranno ancora tanti e tanti modelli da ammirare, che abbiamo dimenticato non volutamente, ma poi se vogliono andare a casa felici non potranno non ammirare l’ultima nata in casa Ferrari: la 488 Spider, turbo 8 cilindri posteriore-centrale di 3.9 litri e 670 Cv con tetto rigido ripiegabile.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *