Tafanus-firmatus

Non ci si dimentichi di Lapo

Lapo Elkann ha avuto un ruolo fondamentale nel momento in cui l’allora Gruppo Fiat pensò di riproporre, in chiave moderna, la Fiat 500, poi lanciata a Torino (lui non c’era) nel mega-evento sul Po il 4 luglio  del 2007.

Leggi anche: Fiat Trepiùno, la mamma della 500

Nei giorni del 60esimo compleanno della superutilitaria è doveroso dare spazio al suo caloroso augurio di buon compleanno. “Cara 500 – scrive il nipote di Gianni Agnelli, riferendosi allo scorso 4 luglio – oggi è il tuo compleanno: 60 anni, un traguardo importante per un’auto come te che, da sempre, ha un posto speciale nel mio cuore. Sei un simbolo che appartiene a tutti noi italiani, un’icona del design e un oggetto del desiderio e di ammirazione mondiale. Ogni volta che ti guido mi incanto, ogni volta che ti vedo e parlo di te è un’emozione fortissima che si ripete. Sei una delle più grandi storie di tutta l’automobile italiana e mondiale, il mio amore infinito per il bello e l’unico, la donna del mio cuore. I Love You, Lapo”.
Onore al merito, dunque. Il Tafano (fuorigiri.it)

2004-Castagneto-confstampa

1 commento
  1. Ornella Calia
    Ornella Calia dice:

    Per chi lo ha conosciuto e io ho avuto questo piacere…Lapo è un ragazzo splendido…umano.simpatico…sul lavoro umile e collaborativi e sopratutto sentivi la sua appartenenza alla Fiat. Per me è un Grande. E la 500 è anche e sopratutto merito suo. Lui l’ha sempre voluta e i risultati si vedono. Per il resto….sono solo fatto suoi!!!!

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *