2triangolostradale

Omicidio stradale: Il nuovo reato passa alla Camera

Condiviso da: www.quattroruote.it

Ecco tutti i dettagli

di Mario Rossi

Rispetto al testo approvato nel giugno scorso dal Senato, l’assemblea della Camera ha leggermente modificato la proposta di legge di inziativa parlamentare sull’introduzione, nel codice penale e nel codice della strada, del nuovo reato di omicidio stradale. Reato che si configura nel caso in cui una persona alla guida provochi la morte di una o più persone. Ma solo in due situazioni principali, una meno grave e una più grave. Vediamo nel dettaglio:

1.      Reclusione da 5 a 10 anni (nel testo approvato dal Senato era da sette a dieci anni) se la morte di una persona è provocata da conducenti in stato di ebbrezza media (cioè con un tasso alcolemico superiore a 0,8 g/l fino a 1,5 g/l) oppure che abbiano commesso violazioni particolarmente gravi:
a.      superato specifici limiti di velocità (doppia del consentito in centro urbano, comunque non inferiore a 70 km/h, oppure superiore di almeno 50 km/h rispetto a quella massima sulle strade extraurbane);
b.      attraversato un incrocio con il semaforo rosso;
c.      circolato contromano;
d.      effettuato un’inversione del senso di marcia in prossimità o in corrispondenza di intersezioni, curve o dossi;
e.      effettuato sorpassi azzardati.

Da notare che le circostanze previste ai punti b, c, d, e sono state reintrodotte alla Camera dopo che il Senato le aveva previste per il solo in caso di lesioni.

2.      Reclusione da 8 a 12 anni se l’omicidio stradale colposo è commesso in stato di ebbrezza alcolica grave….

[…]

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *