autoshowla

Il parere degli esperti sulle novità mondiali all’Auto Show di Los Angeles

Sempre meno importanti, per le scelte delle Case, i Saloni dell’auto europei sono sistematicamente superati da quelli asiatici o americani.
In Italia, grazie alla fantasia e alla passione dei nostri concittadini, si salvano gli eventi dove il pubblico si sente più attivo, come ad esempio Il Valentino di Torino, il Motor Show di Bologna o gli altri più legati alle auto d’epoca, come quelli di Padova, Milano o Automotoretrò.
In questi giorni i riflettori mondiali sono stati puntati sul Salone di Los Angeles. Vediamo quindi attraverso i racconti degli esperti, quali sono state le novità più interessanti esposte dalle Case.

ANSAMOTORI.IT – Los Angeles Auto Show, debutta la Mercedes Maybach S650 cabrio
La prima cabriolet del marchio Mercedes-Maybach festeggia il debutto al Los Angeles Auto Show e sarà lanciata sul mercato nella primavera del 2017 con un’edizione limitata a 300 esemplari, ad un prezzo netto di circa 300.000 euro. Il concept Vision Mercedes-Maybach 6, che era stato svelato in anteprima europea al Salone di Parigi, è stato il precursore del modello di serie Mercedes-Maybach S650 Cabriolet che punta su una guida open air e vanta un design unico e accattivante.

Tra gli highlight del modello, elementi di esclusività tra i quali spiccano, nove ulteriori colori abitacolo, gli elementi decorativi (impreziositi a richiesta con ‘flowing lines’) e la lavorazione artigianale dei sedili in pelle con traforatura in stile cascata. La propulsione è affidata ad un V12 6.0 con 630 CV di potenza.

AUTO.IT – Nuova Mini Countryman, costa di più perché vale di più
La Countryman 2 arriverà a marzo 2017 in quattro allestimenti: Boost, Hype, Jungle e Business. Ma, dicevamo, con prezzi che sono più alti rispetto a prima: ci vorranno 27.450 euro per la Countryman Cooper 1.5 Boost a due ruote motrici (l’attuale parte da 21.750 euro, quindi ci sono 4.700 di differenza). Al top, c’è la Cooper SD All4 Jungle: 41.200 euro. Un listino che colpisce ma sottolinea il salto in avanti, in tutti i sensi, della Countryman 2 i cui prezzi sono in linea con quelli della rivale diretta Audi Q2, in vendita a partire da 27.900 euro. E che è giustificato, secondo i responsabili Mini da un deciso salto in avanti per dimensioni, contenuti tecnologici e grande cura al comparto hi-tech. Esaminiamo questi tre punti per capire meglio questo cambiamento in fatto di prezzi.
PER 20 CM IN PIU’. La Countryman, e questo è il primo aspetto che colpisce, non ha niente a che vedere con la precedente in fatto di ergonomia interna: ha una lunghezza maggiore di 20 cm rispetto a quella uscita nel 2010 (passa da 410 a 430 cm), è più larga di tre e ha un passo superiore di 8 cm. Una rivale dell’Audi Q2, quindi, con aspirazione da vera “grande” come nessuna Mini in passato. E questa sensazione è confermata salendo a bordo e testando i centimetri ora a disposizione di gambe e braccia, anche di chi siede sul nuovo divanetto posteriore. Niente da dire: si sta più comodi e non sembra esserci più quella impressione di costrizione se si viaggia dietro. Il bagagliaio ora ha una capacità base di 450 litri (prima erano soltanto 350) che salgono a 1.390 con il divanetto posteriore, frazionabile, abbassato. Più versatile di prima, la Countryman ha una panchetta denominata Picnic Bench applicabile a bordo bagagliaio e funzionale durante le soste o al termine di una seduta di jogging o di una giornata al mare. Nulla da dire, infine, sulla qualità dei rivestimenti: in questo l’inglese è una vera… tedesca.

AUTOMOBILISMO.IT – Arriva la Volkswagen e-Golf, l’elettrica con 300 km di autonomia
La nuova Volkswagen e-Golf promette ben 300 km di autonomia: al Salone di Los Angeles, il Gruppo tedesco ha esposto anche la variante elettrica della Golf che, rispetto a prima, offre un 50% di percorrenza in più. Nella e-Golf 2017 viene impiegata una nuova batteria agli ioni di litio con capacità incrementata dai precedenti 24,2 kWh agli attuali 35,8 kWh. Quanto ai tempi di ricarica, per “rifornire” l’80% della batteria utilizzando un sistema rapido che eroga 40 kW è sufficiente un’ora. Prendendo energia da una wallbox da 7,2 kW si raggiunge il 100% della ricarica in meno di sei ore.

AUTOBLOG.IT – Cadillac al Salone di Los Angeles 2016
Cadillac è presente al Salone di Los Angeles con diverse vetture dell’attuale gamma, ma anche con il concept presentato durante la scorsa estate, la Cadillac Escala. Lunga 5.35 metri, la Cadillac Escala ha un colossale passo di 3.23 metri e si caratterizza per un design futuristico abbinato a particolari che difficilmente troveranno spazio sulla futura ammiraglia del marchio.
Un esempio sono gli specchietti, ma anche altri particolari degli interni e del design esterno. Sotto al cofano è invece presente un inedito otto cilindri 4.2 litri biturbo che dovrebbe attestare la propria potenza attorno ai 500 cavalli. Questo V8 dispone, tra le altre cose, di un sistema di disattivazione selettiva dei cilindri: debutterà sulla Cadillac CT6 che verrà proposta anche con cambio automatico a 10 rapporti e in versione ibrida plug-in.

AUTOMOTO.IT – Hyundai Genesis G80 3.3T Sport svelata a Los Angeles
debutto al Salone di Los Angeles 2016 per la versione 3.3T Sport della Hyundai Genesis G80: la vettura vanta un propulsore V6 biturbo di 3.3 litri in grado di erogare fino a 365 CV; un’opzione intermedia tra il 3.3 e il 5.0 aspirati già presenti nella gamma. Al motore è abbinata una trasmissione automatica ad otto marce; le sospensioni a controllo elettronico sono state aggiornate, mentre l’impianto frenante ha subito un potenziamento sull’assale posteriore.  A sottolineare le griglie e i particolari dei profili aerodinamici sui paraurti è una colorazione sui toni del nero e del rame, caratteristiche della versione 3.3T Sport. La vettura vanta inoltre cerchi in lega da 19″ con finitura Dark Satin e quattro terminali di scarico integrati nel diffusore posteriore. A spiccare nell’abitacolo è la plancia, rifinita con pannelli in fibra di carbonio.

AVVENIRE. MOTORI.IT – Ecco Stelvio, il primo Suv della storia Alfa Romeo
Stelvio nasce sulla piattaforma Giorgio (la stessa della Giulia ma anche derivata da quella di Maserati Ghibli e Levante) nell’esclusivo centro d’ingegneria Alfa Romeo a Modena, nel cuore della Motor Valley italiana. Verrà invece prodotto – in vista del lancio nel primo trimestre del 2017 – nella rinnovata fabbrica di Cassino su una linea di produzione dedicata esclusivamente ai nuovi modelli Alfa Romeo. Le proporzioni di Stelvio esprimono compattezza, forza e dinamicità pur con dimensioni contenute – 468 centimetri di lunghezza, 165 cm di altezza e 216 cm di larghezza – grazie anche alla generosa gommatura. Sulla versione Quadrifoglio presentata a Los Angeles, spicca una minigonna in tinta carrozzeria impreziosita da un’appendice in carbonio che ne accentua ulteriormente la sportività. Questo contenuto, insieme ai paraurti anteriore e posteriore e ai possenti archi passaruota, tutti dello stesso colore di carrozzeria, fanno sì che Stelvio Quadrifoglio risulti più simile a una berlina sportiva che a un tradizionale suv di questo segmento. (http://autologia.net/parere-degli-esperti-al-salone-los-angeles-la-mondiale-dellalfa-romeo-stelvio/)

CORRIEREMOTORI.IT – Porsche Panamera Executive
Al Salone di Los Angeles Porsche punta i riflettori sulla Panamera presentando le anteprime mondiali delle quattro versioni Executive, con passo allungato di 150 mm: Panamera Turbo Executive (404 kW / 550 CV), Panamera 4S Executive (324 kW / 440 CV), Panamera 4 E-Hybrid Executive (340 kW / 462 CV) e Panamera 4 Executive (243 kW / 330 CV). Oltre a offrire più spazio ai passeggeri, soprattutto quelli posteriori, queste versioni si caratterizzano per l’equipaggiamento di serie estremamente ricercato: dal tetto panoramico ai sedili anteriori e posteriori riscaldati e regolabili elettricamente, dalle sospensioni pneumatiche adattive agli ammortizzatori a controllo elettronico, dall’asse posteriore sterzante al climatizzatore a quattro zone, alle luci Dynamic Light. Novità anche per la motorizzazione base della quattro porte di Zuffhenausen: il nuovo motore turbo V6 3.0 da 330 cavalli (20 in più rispetto al precedente entry level) viene adottato dalla Panamera 4 Executive, dalla Panamera a trazione posteriore e dalla Panamera 4 a trazione integrale.

CORRIEREDELLOSPORTMOTORI.IT – Maserati Quattroporte GranSport al Salone di Los Angeles
Al Salone di Los Angeles,Maserati ha presentato la Quattroporte GranSport che fa il suo debutto negli USA a fianco degli altri modelli della gamma. L’ammiraglia del Tridente introduce ulteriori contenuti per il comfort di bordo, la connettività e i sistemi di assistenza alla guida, oltre a proporre un restyling degli esterni e la nuova strategia di gamma che punta sugli  allestimenti GranLusso e GranSport. Alla kermesse californiana, Maserati espone anche la Ghibli Model Year 2017 e il nuovo SUV Levante, che ha registrato vendite record negli ultimi due mesi in Nord America. LA GAMMA – Ghibli, Quattroporte e Levante condividono la gamma di motori 3 litri V6, benzina e diesel il, sistema di trazione integrale intelligente Q4 e il cambio automatico ZF a 8 rapporti. La Quattroporte è spinta dal poderoso V8 Twin-Turbo a benzina da 3,8 litri e 530 cavalli con sospensioni elettroniche di serie. La Ghibli può avere tre tipi di sospensioni: standard, ribassate e Skyhook a controllo elettronico dello smorzamento. La Levante offre le sospensioni ad aria con sei differenti livelli di altezza da terra la trazione integrale intelligente Q4 di serie, mentre la motorizzazione top è il V6 Twin-Turbo da 430 cavalli.

Ilfattoquotidiano.it – Jaguar i-Pace Concept, l’anti Tesla Model X debutta in casa del “nemico”
Il primo suv elettrico nella storia di Jaguar si chiama i-Pace Concept e debutta in questi giorni al salone di Los Angeles 2016: trattasi di una show-car che anticipa le forme ed i contenuti tecnici di una sport utility a 5 posti, pronta ad arrivare sul mercato nel 2018. Ma questa Jag non vuole essere un’altra elettrica di dubbio gusto e scarse capacità dinamiche: a Coventry (UK), dove ha sede l’azienda, stanno lavorando per garantire alla i-Pace una guidabilità all’altezza e prestazioni in linea con le aspettative di pubblico e critica. Con 4,68 metri di lunghezza, le dimensioni esterne ricalcano quelle della F-Pace (da cui derivano anche le sospensioni in alluminio), qui snellite dal gradevole piglio da coupé, esaltato dai maxi-cerchi in lega da 23”. L’energia è stoccata nelle batterie al litio raffreddate a liquido: si caratterizzano per una capacità di 90 kWh ed alimentano due motori elettrici, uno per ciascun asse, da 400 Cv di potenza complessiva e 700 Nm di coppia motrice. Jaguar stima che l’auto possa passare da 0 a 100 all’ora in circa 4 secondi ed avere un’autonomia, omologata secondo il ciclo Nedc, di 500 km. (http://autologia.net/unauto-suv-non-lo-sembra/)

ILMESSAGGERO.MOTORI.IT – Chevrolet Equinox, il Suv compatto del Cravattino per gli Usa propone il diesel
Americana purosangue, ma molto più europea di quel che si pensi. È la nuova Chevrolet Equinox, arrivata alla terza generazione e presentata al Salone di Los Angeles per presentarsi al pubblico americano e consolidare in futuro la propria posizione testimoniata dai 2 milioni di unità vendute che ne fa il secondo modello della casa più venduto dopo il pick-up Silverado. Spazio e connettività in abbondanza. Lunga 4,65 metri, la nuova Equinox è basata sulla nuova piattaforma Theta e, grazie ai nuovi acciai e alla progettazione più accurata, pesa ben 180 kg meno della precedente che era strettamente imparentata sia con la Captiva sia con la Opel Antara. E il legame con la europea si vede un po’ all’interno dove la forma e la disposizione di alcuni comandi ricorda quella di alcuni modelli del Fulmine. All’avanguardia la telematica con sistemi MyLink dotati di schermi da 7 o 8 pollici, CarPlay e Android Auto e anche connessione 4G, il wi-fi e anche l’OnStar, il sistema di assistenza online arrivato ormai anche in Europa.

GAZZETTA.PASSIONEMOTORI.IT – – Nuovo Mazda CX-5, l’evoluzione dello stile Kodo
Alla vigilia dell’apertura del Salone di Los Angeles Mazda ha svelato la seconda generazione del Suv compatto CX-5 che sarà in vendita in Giappone a febbraio dell’anno prossimo e in seguito verrà proposto sui principali mercati mondiali, Italia compresa. La nuova CX-5 è stata completamente ridisegnata con un’evoluzione dello stile Kodo che nel 2012 aveva dato vita al modello precedente: per sottolinearne la svolta estetica è stata anche introdotta la nuova colorazione Soul Red Crystal. Il telaio è stato rivisto con l’obiettivo di migliorare la rigidità torsionale. Inoltre dopo il lancio sui modelli Mazda 3 e Mazda 6 sarà proposto anche sulla CX-5 il G-Vectoring Control che rende ancora più sicura e piacevole la guida. Tra gli optional disponibile è disponibile anche un inedito head-up display integrato nel parabrezza.

HDMOTORI – Audi Prologue al Los Angeles Auto Show
Svelata al Los Angeles Auto Show, Audi Prologue è il concept che anticipa il linguaggio di design dei prossimi modelli riassumendolo in una coupe elegante che riprende le dimensioni della Audi A8. L’estetica si contraddistingue dai modelli di produzione per l’utilizzo di una griglia in posizione più bassa mentre non mancano prese d’aria maggiorate, proiettori Matrix laser e massicci cerchi da 22 pollici. Sotto alla scocca batte un’evoluzione del V8 biturbo da 4 litri di Audi e Bentley, unità portata a 60 cavalli e collegata al cambio automatico a 8 rapporti con trazione integrale Quattro, il tutto per 3.7 secondi nello 0-100. Completano la dotazione sospensioni a cinque link regolabili ad aria, quattro ruote sterzanti e freni con dischi carbo ceramici da 20 pollici e pinze a sei pistoncini.

REPUBBLICA.MOTORI.IT – Nuova Huracan Spider, se una Lamborghini “normale” non basta
Se una “normale” Lamborghini Huracan non bastasse, ecco la versione decappottabile presentata in questi giorni al Los Angeles Auto Show, per godere dell’emozione di guidare un bolide di Sant’Agata Bolognese con il vento tra i capelli. Una sensazione di libertà esaltata dalle prestazioni di questa vettura a trazione posteriore che scatta da 0 a 100 in appena 3,6 secondi e raggiunge una velocità massima di 319 km/h. Numeri che si raggiungono grazie al propulsore V10 aspirato da 5,2 litri in grado di scaricare a terra ben 580 cavalli (426 kW) a 8.000 giri/min, e una coppia di 540 Nm a 6.500 giri/min, “il 75% della quale già disponibile a un regime di 1.000 giri al minuto”, come sottolineano dalla casa del Toro. Propulsore montato su una struttura che vanta un rapporto peso/potenza di 2,6 kg/cv grazie alla tecnologia adottata nella sua realizzazione che hanno permesso di raggiungere un peso complessivo a secco di soli 1.509 kg, pur mantenendo una solidità e una sicurezza al top. Infatti, “il telaio ibrido in alluminio e fibra di carbonio eccezionalmente rigido si abbina a molle e barre antirollio su sospensioni a doppio triangolo, ottimizzate per la trazione posteriore”.

LASTAMPA.MOTORI.IT – Salone di Los Angeles, la California è differente
La California è differente anche nel modo di acquistare l’auto. Le vendite dei primi sei mesi del 2017 lo confermano. Negli Stati Uniti ai primi tre posti ci sono i pick-up Ford F-Series, Chevrolet Silverado e Dodge Ram (quasi 950.000 unità complessivamente), mentre in California la top 3 è interamente giapponese con Honda Civic in testa seguita da Accord e Toyota Corolla (attorno a quota 115.000 tutte assieme).  La svolta verde, è stata “dopata dalla California con quasi 342 milioni di dollari di incentivi dal 2010 in poi per oltre 162.000 veicoli a emissioni zero. I bonus oscillano tra i 900 ed i 5.000 dollari e riguardano anche le motociclette. Altre 1.500 dollari possono venire assegnati ad automobilisti a basso reddito. La California è differente e, in qualche modo, ha fatto di necessità virtù perché nella zona più esclusiva, quella tra Los Angeles, Long Beach e Santa Ana, la contabilità delle code è impressionante: ciascun automobilista deve fare i conti con 81 ore di “imbottigliamenti” l’anno. Per migliorare la qualità dell’aria, le autorità hanno imposto per legge obiettivi significativi: il 4,5% delle nuove auto immatricolate dovrà essere a zero emissioni entro il 2018 ed il 22% entro il 2025.

Motori.it – Chysler Pacifica Hybrid: debutta al Salone di Los Angeles
Anche Fca si converte alla doppia alimentazione benzina – elettrico. Al Salone di Los Angeles 2016, che apre oggi al pubblico per concludersi domenica 27 novembre, Chrysler espone Pacifica Hybrid, versione ibrida plug – in (cioè con batterie ricaricabili attraverso la rete elettrica) della recente multivan alto di gamma, che era stata svelata al Salone di Detroit dello scorso gennaio come erede della popolare Town & Country (in Europa venduta con la denominazione Grand Voyager).
Il debutto al Salone di Los Angeles per Chrysler Pacifica Hybrid coincide con l’ingresso sul mercato della inedita (seppure annunciata già in occasione dell’anteprima al Naias 2016) edizione ibrida, che di listino viene proposta a partire da 41.995 dollari, cifra che può essere ulteriormente “limata” di 7.500 dollari per gli incentivi federali.

MOTORIONLINE.COM – Mitsubishi eX Concept: debutterà in Nord America al Salone di Los Angeles
Accattivante al primo sguardo, il frontale presenta il nuovo fascio Dynamic Shield con i gruppi ottici a LED collocati nei fanali scolpiti all’interno del paraurti, oltre a quelli posti nella parte superiore. Passaruota bombati, cerchi in lega di notevoli dimensioni e tetto spiovente sono parte delle caratteristiche della concept, che anticipano i modelli futuri. Dotata di assistenza alla guida con opzione per la guida autonoma, è spinta da due motori elettrici dalle potenze ciascuno a ridosso dei 100 CV, alimentati da batterie agli ioni di litio e collocati sui rispettivi assi. L’autonomia dichiarata ammonta a 400 km. La eX Concept potrebbe essere il frutto dell’ispirazione per un nuovo veicolo totalmente elettrico da proporre sul mercato entro il 2020, secondo quanto è trapelato dai vertici aziendali. Di recente la divisione automobilistica della holding giapponese Mitsubishi (Mitsubishi Motors Corporation) è entrata a far parte dell’Allenza Renault-Nissan: una partnership che vede diversi punti chiave all’orizzonte tra cui lo scambio di tecnologie, riduzione dei costi, piattaforme e produzione in comune nei vari stabilimenti

OMNIAUTO.IT – Subaru Viziv-7, prove di SUV a sette posti
I SUV di lunghezza superiore a 5 metri sono automobili molto fortunate e di successo negli Stati Uniti, tanto da essere una presenza fissa nel listino di tutte le principali case costruttrici: ci sono per esempio le Chevrolet Tahoe, Dodge Durango e Toyota Sequoia, ma anche esemplari di lusso come le Cadillac Escalade e Lincoln Navigator. Fra queste però non c’è Subaru, che vende oltreoceano solo modelli di taglia inferiore, come ad esempio la Forester, meno costosa di quelle citate in precedenza e con abitacolo solo per cinque passeggeri. Un’automobile di questa categoria sarà in vendita nel 2018 e richiamerà l’estetica del prototipo Subaru Viziv-7, esposto al Salone di Los Angeles, che si rifà alla Viziv del 2015 e non dovrebbe subire troppe variazioni nel passaggio alle vesti definitive.

QUATTRORUOTE.IT – Jeep Compass. Il debutto sul mercato americano
Il Dna Jeep nel design. Il progetto globale porterà la terza generazione della Compass su oltre 100 mercati, completando l’offerta del marchio del Gruppo FCA. Il design riprende gli elementi delle sorelle maggiori e minori, unendo elemento già visti su Renegade, Cherokee e Grand Cherokee: da quest’ultima viene l’ispirazione del frontale, con gruppi ottici classici e Led diurni integrati. Il bagagliaio offre una capacità di 410 litri, mentre la plancia accoglie l’infotainment di ultima generazione, con display fino a 8,4 pollici.
Nel 2017 la gamma europea. La gamma propulsori della nuova Jeep Compass sarà articolata su ben 17 motorizzazioni, differenziate in base ai mercati di destinazione, con propulsori montati in posizione trasversale analogamente alla “cugina” di piattaforma Renegade. Non mancheranno varianti a trazione integrale e allestimenti Trailhawk dotate delle soluzioni specifiche per affrontare i percorsi in fuoristrada. In Europa sarà sicuramente della partita il 2.0 Multijet da 170 CV con cambio automatico a nove marce, mentre sarà necessario attendere il 2017, probabilmente al Salone di Ginevra, per conoscere le specifiche della gamma dedicata al Vecchio Continente. Il Dna Jeep nel design. Il progetto globale porterà la terza generazione della Compass su oltre 100 mercati, completando l’offerta del marchio del Gruppo FCA. Il design riprende gli elementi delle sorelle maggiori e minori, unendo elemento già visti su Renegade, Cherokee e Grand Cherokee: da quest’ultima viene l’ispirazione del frontale, con gruppi ottici classici e Led diurni integrati. Il bagagliaio offre una capacità di 410 litri, mentre la plancia accoglie l’infotainment di ultima generazione, con display fino a 8,4 pollici. Nel 2017 la gamma europea. La gamma propulsori della nuova Jeep Compass sarà articolata su ben 17 motorizzazioni, differenziate in base ai mercati di destinazione, con propulsori montati in posizione trasversale analogamente alla “cugina” di piattaforma Renegade. Non mancheranno varianti a trazione integrale e allestimenti Trailhawk dotate delle soluzioni specifiche per affrontare i percorsi in fuoristrada. In Europa sarà sicuramente della partita il 2.0 Multijet da 170 CV con cambio automatico a nove marce, mentre sarà necessario attendere il 2017, probabilmente al Salone di Ginevra, per conoscere le specifiche della gamma dedicata al Vecchio Continente.

2 commenti
  1. Gian Marco Barzan
    Gian Marco Barzan dice:

    C’è chi sostiene che la piattaforma Giorgio delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio, derivi da quella delle Maserati Ghibli e Levante. Non è vero.

  2. Renato Ronco
    Renato Ronco dice:

    E per fortuna che l’Italia è un Paese con difficoltà economiche! E’ vero che il Salone è quello di Los Angeles, della opulenta America, dell’era Trump, ma a vedere tutte queste recensioni sembra di capire che al nostro mercato interessano soltanto le automobili di prestigio. Ma ha un senso raccontare con entusiasmo tutte queste meraviglie, e solo queste, ad una clientela che fa fatica a cambiare la vecchia utilitaria che inquina, è scomoda, consuma parecchio ed è ormai poco sicura? Mah….

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *