mussa gagliardo 1

Il “Qooder” secondo Paolo Gagliardo

Paolo Gagliardo (nella foto in basso), palermitano, diplomato alla Columbia Business School di New York, dopo aver ricoperto vari incarichi di rilievo in diversi brand automobilistici, in particolare di FCA, ha iniziato una nuova avventura come CEO di Quadro Vehicles S.A, nella quale crede molto.

Tra le novità tecnologiche più interessanti del 2018 troviamo Qooder, un nuovo concetto di mobilità che unisce il meglio del mondo delle auto con quello delle motociclette. Ideato dalla svizzera Quadro Vehicles S.A. e presentato al Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra 2018, è già in vendita sul mercato dal 16 giugno, a partire da 11mila euro.

Che cos’è il Qooder?

“È un mezzo all’avanguardia destinato a diventare un’icona della mobilità futuristica. Offre una guida solida e sicura, l’ideale sia su strade urbane sia su quelle dissestate, piene di buche, a cui siamo tristemente abituati.” 

In che modo?

“Dove gli altri con le due ruote sono in difficoltà, Qooder rimane stabile e inchiodato all’asfalto, grazie alle sue quattro ruote da 14 pollici.”

Com’è nata l’idea?  

“Il progetto nasce da tanta creatività e dalla esigenza di risolvere i problemi della vita cittadina, legati alla congestione del traffico, al commuting quotidiano e alla sicurezza su strada.”

Tecnologie particolari? 

“Il sistema brevettato HTS (Hydraulic Tilting SystemTMconsente alle ruote di oscillare simultaneamente, garantendo una guida fluida, precisa e stabile anche nelle peggiori condizioni stradali.”

Quali sono i primi riscontri ?

“Per noi il feedback dei clienti è tutto. Sono loro i principali consulenti da cui apprendiamo consigli, per crescere e migliorare i nostri veicoli. Questo è un approccio che ho voluto fortemente perché solo così è possibile sviluppare dei prodotti in linea con le esigenze dei driver su strada.”

Il Qooder in un tweet

“Esteticamente bello, attrae la curiosità di molti e, allo stesso tempo, chi lo prova non ne può più fare a meno.” 

Quindi può creare dipendenza?

“È un nuovo tipo di guidabilità, divertente, scattante e stabile. Per cui, il driver resta all’inizio spiazzato da questa insolita sensazione, che nessun altro veicolo al mondo può fargli provare. Se poi siete anche un po’ esibizionisti, sarà impossibile non avere gli occhi puntati addosso.

mussa gagliardo

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *