Batterie_Nissan

Ricerca Nissan sulle batterie del futuro

La limitata autonomia di percorrenza è uno dei limiti delle auto esclusivamente elettriche, che  insieme alla carenza strutturale della rete di ricarica e il prezzo elevato di questa categoria di veicoli ne rallenta la diffusione.
Le case automobilistiche, quindi, stanno effettuando ricerca  per migliorare le prestazioni. Progressi rilevanti si stanno registrando nello sviluppo dell’ autonomia dei veicoli ed in questa direzione arriva l’annuncio di Nissan Motor e Nissan Arc relativo allo sviluppo congiunto di una metodologia di analisi atomica che contribuirà ad incrementare l’efficienza delle batterie agli ioni di litio.
La scoperta è il risultato degli sforzi paralleli della Arc, consociata Nissan, dell’Università di Tohoku, dell’Istituto Nazionale per la Scienza dei Materiali e dell’Istituto di Ricerca giapponese sulla Radiazione Sincrotronica.
I ricercatori hanno studiato la struttura del monossido di silicio amorfo (SiO), ritenuto l’elemento più importante per aumentare la capacità degli accumulatori agli ioni di litio (Li-ion) di prossima generazione. Il silicio (Si) è in grado di trattenere una maggiore quantità di litio rispetto ai più usati materiali a base di carbonio, ma in forma cristallina presenta una struttura che si deteriora durante i cicli di carica, influendo così sulle prestazioni. Il SiO amorfo è invece resistente a questo deterioramento. La sua struttura di base non era  ancora conosciuta, non consentendo così una sua produzione di massa. La nuova metodologia, che si basa su una combinazione di analisi strutturale e simulazioni al computer, permette una dettagliata conoscenza della struttura amorfa del SiO.
In passato si pensava che la struttura del SiO fosse disomogenea, dando adito ad un dibattito scientifico sulla sua precisa struttura atomica. La nuova scoperta prova che la sua struttura consente l’accumulo di un maggior numero di ioni di litio e di conseguenza una migliore prestazione della batteria.
Con questa scoperta in Nissan sono fiduciosi in un maggior sviluppo delle future generazioni di batterie a ioni di litio ad alta capacità, con conseguente aumento dell’autonomia delle vetture a trazione elettrica.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *