mussa

Sette domande al… “Grand Prix di Monaco”, intervista del giorno dopo

1- Il pilota che hai preferito in questo week end 

Ricciardo mi è sembrato il più a suo agio sull’asfalto, ha ottenuto la pole con facilità e poi la vittoria senza fare errori .

2 – Hai conosciuto tutti i piloti del mondo, chi ti manca di più

Stirling Moss, lui l’inglese eterno secondo .

È stato il più grande di quelli che non hanno mai vinto il campionato del mondo
Sulle mie strade ha vinto 3 volte, nel 56, nel 60 e nel 61. La prima  volta  con Maserati, poi due volte con la Lotus.
E’ stato il più grande di quelli che non sono mai diventati  campione del mondo

Lo aspetto il prossimo anno, magari con Kate Moss, la modella, che non è  sua parente, ma va bene lo stesso.
3 – Una cosa nuova,  che ti è piaciuta di questa edizione

Le riprese televisive dall’alto del grattacielo del  Mirabeau , era la prima volta che le facevamo in questo modo .

Ti danno una prospettiva nuova del tracciato.

Le inquadrature incorniciano pista e mare , prima di entrare nel tunnel, in maniera spettacolare e inaspettata anche per uno che come me  conosce bene il circuito.
4 – Tra le gare minori, un commento 


Bellissima la  prova Porsche,  il primo, l’inglese che ha vinto non era  il più veloce ma ha tenuto tutti dietro, senza fare errori.

Questo è Monaco, l’unico circuito dove anche il non più veloce può vincere

5 – La cosa di cui vai più fiero 


L’internazionalità.

È davvero internazionale il mondo che si affaccia a quelle tribune, da quelle  barche ancorate in porto, da quei  balconi e dalle  terrazze e o si aggira frettoloso tra le strade in cerca della sua postazione, tra quel rumore e quel silenzio dell’attesa.

Tutte le lingue, tutti gli status, curiosità e passione che si mescolano. Che bella atmosfera !

6 – Dove consigli di vedere il Grand Prix ?

Da un appartamento sulla piscina. La curva della piscina è quella che fa la differenza, mi piace più di ogni altra, lì capisco il pilota che sarà vincente.

La vista dal condominio del  Beau Rivage è impagabile. Il Beau Rivage era un vecchio hotel sulla salita del  porto ( Avenue d’Ostende) ed è diventato un condominio dalla vista mozzafiato
7 – Una curiosità di cui non ci hai mai parlato  

Beh, pensa che c’è chi affitta il suo appartamento per una settimana e si paga l’affitto di un anno.

Per una settimana i proprietari vanno via di casa, arrivano le società’ di P.r. , rivoltano l’appartamento per farne una tribuna e poi oplà… il lunedì te lo restituiscono perfetto

Oppure quelli che hanno il posto barca in prima fila, e  per regolamento della Capitaneria di Porto  devono lasciare il posto barca e riprenderlo il lunedì Questa volta gratis però, senza essere ricompensati

 

2 commenti
  1. renato ronco
    renato ronco dice:

    Caro Eraldo, forse ti sei dimenticato un’altra domanda: “Qual’è la caratteristica più originale?”.
    “La possibilità di incrociare e sfiorare da vicino i personaggi di un mondo rutilante, quasi stellare, di intoccabili”. Ti ricordi?: ” Ma questo è Frank ( Williams). E questo è Bernie ( Ecclestone ). E così via…

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *