2TOYOTA_IQ

Toyota IQ, va in scena il “canto del(la) Cygnet“

L’Ospite di Autologia: Renato Cortimiglia.

La piccola giapponese non è più venduta sul mercato italiano né in tutta Europa, ma solo in quello giapponese. Non è del tutto pertinente dire a causa del prezzo soprattutto se raffrontato con quello della “rivale” Smart. In Italia circolano 60 Cygnet, i proprietari non definiteli ricchi.

Per la Toyota IQ dunque in Italia va in scena il “canto del(la) Cygnet”. Ma non solo in Italia. Su tutti i “palcoscenici” d’Europa viene rappresentato lo stesso… balletto. IQ continuerà ad essere venduta in Giappone, dove è nata (stabilimento di Takaoka).

Escludo, senza approfondire l’analisi, che la IQ candidata rivale della Smart si ritiri tra le mura domestiche perché esportata con prezzi non competitivi. In Italia sei allestimenti nella forbice 13.850-16.750 euro che confrontata con quella della gamma Smart che ha prezzi compresi tra 13.495 e 24.504 (la Forfour) porta ad un ragionamento diverso. Ovvero: nonostante il promettente avvio, 9.430 unità nel primo anno di commercializzazione in Italia (il 2009), probabilmente per effetto della novità di prodotto che aveva nella “promessa” di 4 posti in meno di 3 metri l’atout più determinante, la IQ non è piaciuta come dimostra l’inesorabile declino delle vendite con un’erosione di unità più eloquente di qualsiasi altra valutazione: 55.31 nel 2010, 3.224 nel 2011, 2512 nel 2012, 1.539 nel 2013, 1.075 nel 2014.

Un totale nei sei anni di 23.311 unità vendute che a fronte della produzione complessiva di 146.700 unità fanno dell’Italia il Paese in cui IQ ha ricevuto il più alto gradimento anche in considerazione del fatto che, della produzione totale, 30.500 esemplari sono stati venduti nel mercato del Sol Levante.

Sta di fatto che negli stessi anni per la Smart (forfour) il consuntivo delle vendite in Italia è stato di 29.118, 26.039, 24.122, 21.479, 20.442, 14.728. La tedeschina partiva da una disposizione patrimoniale che è cominciata ad essere costituita nel 1998 e nel confronto delle vendite questo dato va tenuto in una certa valutazione.

L’addio della Toyota IQ fa seguito a quello della Aston Martin Cygnet, replicante di lusso della IQ con prezzi improponibili (sette allestimenti tra 41.135 e 53.480 euro) che neanche il blasone della nobildonna di Gaydon poteva giustificare. Per la piccola Aston Martin in Italia, prima che l’anno scorso andasse in scena il “canto del(lla) Cygnet”, dal 2011, anno d’arrivo sul mercato, è stato messo in onda “chi l’ha vista?”. 28 “copie” vendute nell’anno dell’esordio, 21 nel 2012, 10 nel 2013, 1 (leggasi uno) l’anno scorso. I sessanta proprietari non definiteli ricchi.

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *