rallyMonteCarlo

50 gioielli in esposizione a Montecarlo

Il principato di Monaco si sta preparando a ricevere l’edizione 88 del Rally di Monte Carlo. Una delle  gare più famose e più storiche insieme al GP, sempre sulle strade sotto la Rocca dei principi Grimaldi, la Targa Florio, la 24h di Le Mans e Indianapolis.

Un po’ per la neve, sempre determinante, un po’ per la durezza del percorso, con la famosa marcia di avvicinamento, molto per le sfide che ha visto spesso protagoniste vincenti le vetture italiane, la prima gara della stagione motoristica ha sempre ricevuto molte attenzioni da parte di tutti i media. Purtroppo non è più così da qualche anno, nonostante gli sforzi dei promoter del campionato, che hanno cercato di rendere le gare più  appetibili a livello televisivo. Questo ha sicuramente contribuito ad aumentarne la visibilità a livello dei new media, perché certamente è altissimo il numero di visualizzazioni sul web, grazie a contributi molto spettacolari, ma in Italia, particolarmente, a causa della mancanza di piloti di primo piano e delle case costruttrici impegnate, c’è scarsa e rara informazione anche per gli appassionati. Per non parlare delle adrenaliniche trasferte notturne sul mitico Col de Turini, dove gli italiani, tra palle di neve, salsicce e vin brûlé , hanno vissuto momenti di grande esaltazione grazie alle imprese della Lancia e dei piloti Munari, Biasion e Liatti.

Per i più nostalgici c’è però  una bella consolazione, ci ha pensato il sempre attivo comitato promotore delle manifestazioni del Principato. Si tratta di 50 rari gioielli, le auto protagoniste del rally di Monte Carlo dagli anni 60′ ad oggi. Inaugurata dal principe Alberto prima di Natale, la mostra sarà visitabile fino al 15 marzo, presso lo spazio espositivo di Fontvieille dove si può anche ammirare l’esclusiva collezione di automobili di proprietà della famiglia Grimaldi.

Gli italiani si ritroveranno a rimpiangere un’epoca gloriosa ammirando tutte le Lancia, dalla Fulvia alla Stratos dalla 037 alle Delta e non mancano le protagoniste della Fiat  con la 124 e la 131 ABARTH. Sono naturalmente presenti anche  tutte le principali avversarie, a cominciare dalle intramontabili Alpine Renault, la Audi Quattro, la Peugeot Turbo 16, la Toyota Celica, la Ford Escort, la Subaru Impreza. Non mancano le più recenti WRC, compresa la Toyota Yaris con la quale Tanak si è aggiudicato il campionato del mondo nel 2019.

Per chi non ha voluto rinunciare alla gara, che si svolgerà da giovedì 23 a domenica 26 (partenza e arrivo da Montecarlo ) c’è anche questa interessante opportunità per lucidarsi gli occhi e sognare..

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *