MuseoCozzi

Al Museo Cozzi il 21 giugno un evento eccezionale per alfisti e intenditori di automobili

Quando anni fa incontrai per la prima volta Pietro Cozzi ebbi la netta sensazione di trovarmi di fronte un anomalo caso di concessionario di auto.

Certamente attento al business, tanto da aver costruito in oltre 50 anni di attività un solido punto di riferimento per il marchio Alfa Romeo nell’area a nord di Milano, ma soprattutto innamorato del marchio tanto da resistere negli anni ottanta alle sirene teutoniche che pressavano perché abbandonasse il marchio milanese. E vi garantisco che in quel periodo ci voleva una forte passione e un pizzico di pazzia per non abbandonare una nave un po’ male in arnese.

Ma se volete avere la conferma di quanto un uomo possa essere innamorato del suo marchio al di là del business, fatevi un giro al Museo Fratelli Cozzi Alfa Romeo di Legnano e fatevi guidare dalla figlia Elisabetta in quello che è un inno al marchio Alfa Romeo.

Pietro Cozzi ha avuto la lungimiranza e la passione di accumulare oltre 60 vetture del marchio ora esposte in una location di design moderno, ma soprattutto ha conservato un archivio sterminato di documentazione cartacea che veniva inviata dalla casa madre ai concessionari. I vostri occhi brilleranno davanti a manifesti originali dell’epoca salvati dal macero, ai cataloghi delle vetture dell’epoca nuovi come fossero usciti ieri dallo stampatore, ai listini prezzi e a tutta la corrispondenza che normalmente intercorreva tra direzione commerciale e concessionario.

In questi giorni il museo Cozzi, dopo la chiusura obbligata, apre nuovamente al pubblico e lo fa con un evento pensato  per celebrare i 110 anni del marchio Alfa Romeo fondato a Milano il 24 giugno del 1910.

Ancora una volta la famiglia Cozzi non ha voluto mancare ad un evento così importante per tutti gli appassionati del marchio del Biscione. In questi mesi di chiusura si è sentito ancora più forte il grande amore per questo brand, per le sue auto e per la sua storia.

Per questo domenica 21, in collaborazione con Ruoteclassiche con il quale il museo condivide il manifesto #insiemeperilclassico,  ha coinvolto il CMAE, lo storico club milanese di auto e moto d’epoca con le bellissime auto dei suoi appassionati soci, a partire dalle 14 i soci arriveranno scaglionati in tre gruppi, per rispettare le norme sul distanziamento sociale, e potranno visitare il museo accompagnati dal  racconto di Pietro ed Elisabetta Cozzi.

Dentro e fuori da Museo sarà l’occasione di constatare il fatto che il marchio Alfa Romeo sia oggetto di amore e passione.

Alfisti e appassionati di belle auto non potrete mancare!

http://www.museofratellicozzi.com/web/it/museo-fratelli-cozzi-2/

2 commenti
  1. Pietro Cozzi
    Pietro Cozzi dice:

    Un evento da vivere con attenzione e passione per ricordare un marchio, quello che Alfa Romeo ha saputo declinare nel Mondo !!

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *