NikolaIveco

Al via la partnership tra IVECO, FPT Industrial e Nikola Corporation per un trasporto a zero emissioni

IVECO, FPT Industrial e Nikola Corporation hanno presentato a Torino i piani della loro joint venture e dell’accordo di collaborazione finalizzato ad accelerare la transizione del settore verso le emissioni zero per i camion per applicazioni pesanti di Classe 8 in Nord America e in Europa, grazie all’adozione della tecnologia a fuel cell.

Questo avviene a tre mesi dall’annuncio da parte di CNH Industrial, lo scorso 3 settembre, della partnership strategica con Nikola, partnership che interessa il brand IVECO Veicoli industriali e la divisione Powertrain di FPT Industrial.

L’accordo mira a sfruttare le competenze dei rispettivi partner per implementare camion destinati ad applicazioni pesanti a emissioni zero e rivoluzionare il settore con un nuovo modello di business.

La partnership prevede la creazione di una joint venture europea per sviluppare camion a cabina avanzata a celle a combustibile a idrogeno ed elettrici a batteria per il mercato europeo.

Nikola offrirà la sua competenza leader del settore nelle celle a combustibile e le sue tecnologie avanzate oltre al suo rivoluzionario modello di business che prevede una modalità di leasing tutto compreso, prima assoluta per il settore. IVECO e FPT Industrial contribuiranno con la loro competenza nell’ambito dell’ingegneria e della produzione per industrializzare i veicoli a fuel cell e batterie elettriche.

IVECO, FPT Industrial e Nikola hanno iniziato lo sviluppo del primo camion di questa joint venture: il Nikola TRE, elettrico a batteria basato sulla nuova piattaforma IVECO S-WAY, che integra la tecnologia per i veicoli pesanti, i comandi e l’infotainment di Nikola. La prima fase di test è prevista per la metà del 2020, mentre la presentazione al pubblico europeo dovrebbe avvenire in occasione dello IAA 2020. Vendite e supporto aftersales del Nikola TRE saranno gestiti dalla capillare rete europea di concessionari IVECO.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *