ebmw

Bmw spinge sull’elettrico: 25 novità entro il 2030

Il Bmw Group spinge sulla sua gamma di veicoli elettrici. “Entro il 2023 – ha anticipato Roberto Olivi, Relazioni Istituzionali e Comunicazione di Bmw Italia – saranno disponibili nuovi modelli, più della metà dei quali sarà con la…scossa. Veicoli realizzati con un sistema di produzione agile che permette così di fabbricare un modello come versione elettrica, ibrida plug-in o con motore a combustione per soddisfare la domanda in ogni segmento di mercato. Entro il 2021 la domanda di veicoli elettrici dovrebbe raddoppiare rispetto all’anno in corso. Il Bmw Group è certo di una evidente curva di crescita fino al 2025 con una previsione di vendita di auto elettriche di oltre il 30% annuo.”

A Ginevra, Bmw doveva presentare nuovi modelli ibridi plug-in per la gamma media premium (330e Touring, 330e xDrive Touring, 330e xDrive Berlina, e prima mondiale per la M340d xDrive Berlina e M340d xDrive Touring). L’inizio delle vendite dei due nuovi modelli M e dei tre modelli ibridi plug-in aggiuntivi farà si che il numero di varianti di motore disponibili per la Serie 3 aumenterà a quattro motori a benzina, quattro diesel e un ibrido plug-in. Entro fine 2021 Bmw punta ad avere più di un milione di auto elettriche (Bmwi3, con più di 150.000 unità fabbricate, Mini Full Electric con inizio  della produzione ad Oxford nel Regno Unito, quindi la Bmw iX3 nella fabbrica cinese di Shenyang, la Bmw iNEXT prodotta a Dingolfing in Germania come la Bmw i4) e le ibride plug-in sulle strade del mondo).

Considerando anche l’ampia gamma di ibride plug-in, Bmw vanta la maggiore varietà di veicoli elettrici sul mercato. A Ginevra, come si ricorderà, lo scorso anno, sono state presentate le versioni aggiornate e con autonomia elettrica estesa delle versioni aggiornate della Serie 3, della Serie 7 e della X5, con la X3 ibrida plug-in. La Bmw X1 a passo lungo è stata svelata nell’ultimo Salone dell’Auto di Shangai.

Le spese di ricerca e sviluppo hanno comportato sino ad oggi un investimento di 4.247 milioni di euro, in aumento del 9,4% rispetto allo scorso anno.” Il nostro è un mercato globale. Non vogliamo dire alla gente cosa fare; desideriamo che le nostre vetture attraggano le persone in tutto il mondo” – ha detto Harald Kruger, presidente del Consiglio di amministrazione di Bmw AG  nell’annuale Assemblea Generale a Monaco di Baviera – “Entro quest’anno ridurremo le emissioni di C02 della nostra gamma di veicoli nuovi in Europa di almeno il 50% rispetto ai livelli del 1995. Alla fine del 2018 avevamo già raggiunto il 42%”.

Giova ricordare che quest’anno la joint venture di Bmw, Mercedes, Ford e Volkswagen si sta adoperando per la realizzazione iniziale di 400 stazioni di ricarica veloce per autoelettriche sparse nel Vecchio Continente grazie a finanziamenti dell’Unione Europea, stazioni che aumenteranno sino a 2.400. Questa alleanza ha inaugurato la 100esima stazione di ricarica a Rygge, in Norvegia. Questa stazione offre sei punti di ricarica. In Italia queste stazioni di ricarica saranno realizzate grazie ad un accordo
con Enel X (20 siti di ricarica IONITY, ciascuno con un massimo di sei colonnine high power con una potenza fino a 350 kW, ricarica in circa 30′). I quattro brand stanno investendo 34 milioni di sterline. Il Gruppo Bmw ha già consegnato mezzo milione di veicoli con motore elettrico nel mondo. Nello scorso anno sono stati venduti 145.815 veicoli elettrici e ibridi plug-in dei marchi Bmw e Mini. Con una quota di mercato superiore al 7% nel mondo e del 14% in Europa, il brand è al vertice nella classifica dei fornitori premium di veicoli alimentati esclusivamente elettricamente. Entro la fine del 2021 il Bmw Group punta ad avere più di un milione di veicoli con la…scossa e di includere 25 modelli elettrificati entro il 2030. La produzione della iX3 elettrica, lo Sports Activity Vehicle, inizierà entro la fine di quest’anno, seguita dalla i4 e dalla iNEXT l’anno successivo.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *