2vettel

Briatore attacca: ma che è saltato in mente a Vettel?

“I want to kill it for the next 12 races to go. I want to win the next 12 races” Lewis Hamilton

Questo per dire che la lotta è appena incominciata e nessuno ha intenzione di porgere l’altra guancia. Anche perché Lewis a chi gli diceva che Vettel aveva dichiarato che lo avrebbe chiamato per chiarire i fatti di Baku ha risposto: “Ma se non ha neppure il mio numero di telefono…”. Ci sarà da divertirsi.

Seb oltre allo stop&go si è preso 3 punti di penalità sulla patente. Ora è a quota 9. Un altra penalità e rischia la squalifica. Dovrà fare attenzione, usare la testa, controllare i nervi…

Il giorno dopo è quello delle parole, a cominciare da quelle pronunciate da Flavio Briatore alla Politica nel pallone su Radio Gr parlamento. Con Emilio Mancuso lo abbiamo fatto chiacchierare un po’… Ecco in sintesi il suo pensiero:

“È molto strano quello che ha fatto Vettel. Inconcepibile. Non so che cosa sia successo a Sebastian. È possibile che Hamilton sia sceso di velocità, ma erano dietro una Safety Car a 80 all’ora… Non capisco che cosa gli sia saltato in testa per prendere a ruotate Hamilton”.

“Non esiste hai tutte le telecamere del mondo che ti guardano, ma che cosa voleva ottenere”

“Però alla gente piace… hanno corso da gladiatori in fin dei conti…”.

“Sebastian poteva vincere se non faceva quella cazzata”.

“Non riesco a capire che cosa gli sia successo”.

“Non vedo perché Hamilton avrebbe dovuto rischiare di farsi tamponare da Vettel frenando di colpo. Lui aveva tutto interesse che la gara ripartisse senza intoppi, che tutto filasse liscio. Era lui che guidava la macchina per vincere”

“Anche i commenti dopo gara non esistono: altro che Colosseo”

La Ferrari dovrà fare attenzione a non commettere errori, se li fai li paghi carissimi. Ma una Ferrari campione del mondo sarebbe un bene per tutti”.

Mercedes ha ancora un vantaggio ma ha difficoltà a trovare la finestra per far lavorare le gomme. E’ importante che la Ferrari sia pronta ad approfittarne. Non deve sbagliare mai se vuole vincere. Sarà difficilissimo, ma può farcela”.

“Per me oggi le percentuali sono 60% Hamilton 40% Vettel. Diverso il discorso Costruttori oggi mi sembra che Bottas sia più in palla di Raikkonen…”.

“Non credo manchi Rosberg”.

Alonso può tornare a Maranello? Nella vita non devi escludere niente. Lui andava d’accordo con tutti, ha avuto problemi solo con Mattiacci. In Formula 1 ci sono solo due team competitivi, due squadre che corrono ogni gara per vincere: Ferrari e Mercedes. Vedremo. La McLaren può essere top solo se cambia motorizzazione, la Red Bull, la Force India, possono avere gare importanti come a Baku….. Alonso è un po’ come Senna, non ha problemi con nessun compagno… Lavoreremo per dargli una macchina vincente”. (topspeed.gazzetta.it)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *