motor-show-17

Dal 2 dicembre a Bologna la nuova edizione del Motor Show

In un’affollata conferenza stampa tenutasi in un hotel milanese, è stato presentata la prossima edizione del Motor Show che si terrà dal 2 al 10 dicembre 2017 presso BolognaFiere.

“Abbiamo alle spalle i risultati di un’edizione, quella del 2016, che ci motivano ancora di più, e che confermano che il Motor Show di Bologna è l’evento italiano di riferimento per il settore automotive – ha detto Rino Drogo, Motor Show Director – Ci aspettiamo per la nuova edizione, di avere ancora più visitatori ed espositori, per dare ancora più sostanza alla manifestazione. Il Motor Show continua ad essere un evento pensato per il pubblico con una formula coinvolgente, dove accanto all’auto show, ci sono le gare, i test drive, c’è l’heritage, l’informazione, la cultura e l’innovazione. Il Motor Show rappresenta il trait d’union tra il brand e il consumatore”.

Nel corso dell’incontro moderato dal giornalista Roberto Rasia dal Polo, sono intervenuti oltre a Rino Drogo, Antonio Bruzzone, direttore di Bolognafiere, Gianmarco Giorda, direttore di ANFIA, Romano Valente, direttore generale di UNRAE, Gian Primo Quagliano, presidente di Econometrica e Centro Studi Promotor del Motor Show e Carlo Cavicchi, responsabile relazioni esterne di Quattroruote.

Il Motor Show 2017 parte da alcune certezze con la volontà di fare meglio, portando più sport, più autoshow, più competizioni, più acrobazie, e si avvale di partner di grande spessore, rappresentanti di tutta la filiera e del mondo automotive italiano: ACI Sport, ANFIA, Autopromotec, Econometrica, UNRAE.

Tornerà l’inedito format dell’edizione precedente, dove gli stand uguali per ogni car maker hanno saputo portare l’auto e la mobilità al centro. L’Area 48 si presenterà al pubblico con nuove caratteristiche tecniche e di sicurezza per permettere durante le gare prestazioni al limite del possibile.

Protagonista quest’anno sarà il motorismo storico, attraverso l’evoluzione del padiglione “Passione Classica” che esporrà modelli di racing provenienti dai più prestigiosi musei italiani; vetture che hanno fatto la storia delle più leggendarie e affascinanti competizioni automobilistiche del passato. Tra i protagonisti, ci saranno importanti collezionisti privati e registri di marca Aci Storico e ASI. Le automobili storiche sfrecceranno anche su pista, dimostrando ancora una volta che la passione non conosce età: ci saranno le gare delle Formula 1 storiche e dell’Historic Challenge.

Tra le novità dell’edizione 2017, ci sarà “Passione Classica Mercato”, l’area dedicata alla compravendita di auto, moto e ricambi d’epoca.

Motor Show si propone come punto di riferimento per i giovani e i talenti dell’auto con il coinvolgimento delle università italiane eccellenti nel settore dell’automotive. Gli studenti esibiranno in pista i prototipi d’auto progettati in ateneo.

Altri eventi al Motor Show: il ritorno delle moto, sia da cross che da corsa, nelle aree interne ed esterne, con la partecipazione di più di cento moto racer che faranno tappa a BolognaFiere.

Atteso il ritorno anche del Ministero della Difesa con le quatto forze armate, Esercito, Marina, Aereonautica e Arma dei Carabinieri.
La manifestazione, storicamente legata alla sua città e al territorio, prende vita anche fuori dalle mura del quartiere fieristico e lo fa attraverso Motor Show OFF, eventi realizzati in collaborazione con il Comune di Bologna.

Quattro piazze del centro storico si trasformeranno in “isole tecnologiche” dedicate alla ‘rivoluzione’ del mondo dell’automobile e dei servizi dedicati.
Inoltre, il ‘fuorisalone’ quest’anno andrà oltre i confini della città con “The Art Engine”, il progetto artistico in collaborazione con il Comune, che prenderà forma attraverso la partecipazione di quattro famosi street artist internazionali che realizzeranno opere uniche e coloreranno i palazzi delle periferie di Bologna.

Il Motor Show aprirà al pubblico dal 2 al 10 dicembre 2017, mentre il 1° dicembre sarà riservato alla stampa e agli operatori del settore.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *