Car thief breaking door lock, criminal job, burglar. Hooded male robber opening vehicle on parking. Auto robbery, automobile crime, vandalism

Furti auto in aumento, recuperi in calo e ladri sempre più “ hi-tech”

L’analisi annuale curata da LoJack, società del Gruppo CalAmp leader nelle soluzioni telematiche per l’Automotive e nel recupero dei veicoli rubati, fotografa il trend dei furti che oggi vede i ladri d’auto strutturati in organizzazioni criminali e dotati di dispositivi tecnologici per sottrarre rapidamente (bastano 30 secondi) l’auto. Sempre più difficile il recupero. Meno di 4 su 10 vengono ritrovate. Una guida dei sistemi antifurto tra pro e contro.

Cresce il numero delle vetture rubate ogni giorno sulle strade italiane (287), diminuisce la percentuale di ritrovamento (sotto la soglia del 40%). Nel 2018 di oltre 63mila veicoli si sono perse le tracce, rubati su commissione e instradati su mercati esteri o “cannibalizzati”.

Furti 2019_bold2

Il metodo hi-tech più diffuso? Il “relay attack” che riesce a captare il segnale emesso dalle chiavi per aprire qualsiasi mezzo senza grossi sforzi.  Campania, Lazio e Lombardia restano le Regioni più a rischio, Panda, 500 e Lancia Ypsilon i modelli preferiti dal business criminale. Una soluzione per contrastare efficacemente questa piaga arriva dall’abbinamento della tecnologia in radiofrequenza con le soluzioni telematiche. il mercato nero dei ricambi. I SUV continuano ad essere nel mirino dei ladri; sempre più spesso utilizzano dispositivi hi-tech per sottrarre l’auto: il 25% dei furti dei SUV e delle vetture di ultima generazione viene portato a termine in questo modo, beffando i sistemi di protezione in soli 30 secondi.

Sono questi i principali trend che emergono dal “Dossier annuale sui Furti d’Auto”, elaborato da LoJack Italia, , che ha raccolto e analizzato i dati forniti dal Ministero dell’Interno e li ha integrati con quelli provenienti da elaborazioni e report nazionali e internazionali sul fenomeno.

I furti d’auto, dopo 5 anni di costante e graduale calo, sono tornati a crescere: nel 2018 sono stati 105.239 gli autoveicoli sottratti (287 al giorno), +5,2% rispetto ai 99.987 registrati nel 2017. Un’inversione di tendenza tanto più preoccupante in quanto ritrovare le auto rubate si rivela sempre più complicato. Lo scorso anno solo 41.632 sono state restituite ai legittimi proprietari, il 39,5% (era il 44% nel 2016 e addirittura il 53% nel 2007). Le restanti 63.607 vetture rubate sono sparite nel nulla, trasportate all’estero (soprattutto verso Serbia, Albania e Slovenia oppure verso l’Africa, l’estremo Oriente o il Brasile) e rivendute come auto usate o smontate nel giro di poche ore per il redditizio mercato nero nazionale dei ricambi.

furti

1 commento
  1. Gianfranco Conti
    Gianfranco Conti dice:

    Il 15 gennaio 2020 ci hanno rubato una Mercedes Benz 190 SL spider del 1957. Sarà andata in Serbia a far parte della collezione di un “riccone poco serio”
    L’auto era nostra dalla metà degli anni ’60 ed è stata utilizzata in moltissimi film. In ultimo era l’auto del personaggio Riccardo della fiction “Il paradiso delle signore Daily 2”

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *