bertone

Grande successo per l’asta pubblica dedicata ai cimeli di Bertone

Una grande folla di appassionati con l’obiettivo di aggiudicarsi di un pezzo di storia vissuta del  grande designer  Bertone, ha partecipato ieri pomeriggio alla vendita organizzata da Aste Bolaffi a Torino.  Veramente tanta gente ha riempito il Garage Bolaffi  per partecipare all’asta dei memorabilia della storica carrozzeria di Grugliasco, da cui sono uscite alcune delle vetture più belle di tutti i tempi, ma anche generazioni di illustri designer, come Giorgetto Giugiaro e Marcello Gandini.

Ciascuno dei lotti in catalogo – modelli, insegne, loghi e altri cimeli provenienti dagli stabilimenti di Caprie – è stato oggetto di un’intensa battaglia con numerosi rilanci, sia da parte dei presenti in sala sia dei collezionisti collegati al telefono e su internet da ogni parte del mondo, in particolare Stati UnitiEmirati ArabiFranciaRegno UnitoGermania.

Ogni cimelio ha raggiunto un prezzo di aggiudicazione in media quattro volte superiore alla base d’asta e la vendita si è chiusa con il 100% di lotti venduti.

I top lot dell’asta sono il modello di stile della Corvette Mantide (lotto 197) salito fino a  40.600 euro, lo stampo per la realizzazione del parabrezza della Lancia Stratos (lotto 121) aggiudicato 25.200 euro, l’iconica insegna luminosa Bertone che si trovava sul tetto dello stabilimento di Grugliasco (lotto 61 bis) venduta a 22.400 euro, il motore della Lamborghini Espada (lotto 125) ceduto a 21.700 euro, la valigetta in legno con campioni di finitura delle Lamborghini Miura, Espada e Urraco (lotto 75) aggiudicata a 16.100 euro.

Ottimo risultato anche per il lotto di premi, coppe e targhe – inclusa quella originariamente esposta nell’ufficio di Nuccio Bertone a Caprie (lotto 24) – venduta a ben 14.300 euro da una stima di poche centinaia.

Soddisfazione per la riuscita in casa Bolaffi: «Quest’asta rappresentava un’occasione irripetibile e unica per portarsi a casa un oggetto proveniente dallo stabilimento in cui sono nate vetture iconiche firmate Bertone. I memorabilia hanno avuto grande successo. L’asta si è svolta lentamente perché le offerte sono state tantissime. La grande partecipazione dei clienti esteri è la testimonianza del valore di questa nostra operazione e, ovviamente, di quanto il nome Bertone sia importante in tutto il mondo».

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *