hybridfca

Il parere degli Esperti. Finalmente all’esordio Fiat 500 Hybrid e Fiat Panda Hybrid

Fiat 500 e Fiat Panda, leader incontrastate delle city car, sono i primi modelli del Gruppo FCA nel segmento delle “piccole cittadine”, ad adottare la tecnologia ibrida. Le tanto attese nuove 500 e Panda Hybrid, disponibili da febbraio 2020, con un po’ di ritardo rendono l’ibrido più accessibile a tutti. 

Le nuove 500 e Panda Hybrid assicurano, infatti tutti i vantaggi di una motorizzazione ibrida efficiente, compatta, leggera e accessibile. Un’ottima soluzione per delle citycar, coerenti con la visione Fiat che, nei suoi 120 anni di storia, ha sempre cercato di “democratizzare” i suoi prodotti. Luca Napolitano, responsabile del Brand Fiat EMEA, sintetizza in questo video lo stato dell’arte della Marca e le aspettative legate a questi due nuovi prodotti.  http://www.media.fcaemea.com/it-it/fiat/video/intervista-a-luca-napolitano-head-of-emea-fiat-abarth-brands

 I giornalisti specializzati, hanno potuto provarle  su strada nei giorni scorsi. Vediamo qui sotto una sintesi dei pareri degli Esperti.

 

Alvolante.it – Fiat Panda: più ecologica e sempre pratica

Secondo noi

Pregi
Abitabilità. Lo spazio a bordo è davvero buono in rapporto agli ingombri di questa citycar.
Cambio. È a portata di mano e ben manovrabile. E ha ben sei marce: una rarità per questo tipo di vetture.
Manovrabilità. Nel traffico la Panda resta imbattibile, anche grazie alla buona visibilità in ogni direzione.

Difetti
Divano. Si pagano sia il quinto posto sia lo schienale diviso in due parti.
Plancia verniciata. Il colore è vivace, ma il leggero effetto a “buccia d’arancia” non è dei più gradevoli.
Rumorosità in accelerazione. Dando “gas” il 1.0 a tre cilindri si fa sentire, soprattutto se confrontato col vecchio 1.2.

 

ansa.it – Fiat Panda e 500 Hybrid, più facile rispettare l’ambiente

Come è stato possibile valutare in un breve test attorno a Bologna, la potenza disponibile, pari 70 Cv, offre un sensibile miglioramento nel comportamento e importanti vantaggi a livello di emissioni. Rispetto al propulsore 1.2 Fire da 69 CV, l’abbattimento di consumi, e quindi di emissioni di CO2, è in media del 20% e fino al 30% per la Panda Cross, senza rinunce in termini di prestazioni. Viene garantito inoltre un confort di marcia molto elevato, poiché il sistema BSG assicura riavvii del motore termico silenziosi e senza vibrazioni nelle fasi di arresto e ripartenza.
Offre poi tutti i vantaggi dell’omologazione come veicolo ibrido – oltre ad essere conforme alla normativa Euro 6d Final – e assicura, secondo le norme locali, libertà di accesso alle ZTL e circolazione nei centri urbani, riduzione o eliminazione del costo del parcheggio in centro e agevolazioni fiscali.
Al volante di 500 Hybrid, così come della Panda Hybrid, si ha modo di apprezzare non solo la ‘rotondità’ di funzionamento del nuovo FireFly, silenzioso e pronto nelle risposte, ma anche l’evoluzione della trasmissione manuale a 6 marce C514 che è stato rivisto per esaltarne la manovrabilità e a migliorarne l’efficienza. Un risultato ottenuto con nuovi cuscinetti e guarnizioni a basso attrito, l’impiego di un lubrificante ad alta efficienza e un inedito rapporto per la sesta marcia che contribuisce a migliorare il consumo in ambito extraurbano.

 

auto.it – Fiat 500 Hybrid e Panda Hybrid, ordini aperti sul FireFly 1.0

Sotto al cofano va un’unità tre cilindri benzina aspirato, da 1 litro di cilindrata. La ricerca della maggiore efficienza possibile passa dal lavoro condotto dai tecnici sul contenimento del peso e la riduzione degli attriti interni, fino al rapporto di compressione di 12:1.

Il FireFly 1.0 sviluppa 70 cavalli e 92 Nm di coppia, a 3.500 giri/min, dati che riassumono in parte le caratteristiche  di un’unità con due valvole per cilindro, valvola di ricircolo dei gas di scarico, distribuzione con catena e variatore di fase. Un progetto completato dal Belt Integrated Starter Generator, il BSG grazie al quale Panda e 500 mild-hybrid sono in grado di recuperare energia nelle fasi di decelerazione e immagazzinarla nella batteria agli ioni di litio, da 11 Ah.

 

corrieredellosport.it – Fiat 500 e Panda Hybrid: caratteristiche, prezzo e consumi

Nel breve test effettuato attorno a Bologna, la potenza disponibile, pari 70 cv, offre un sensibile miglioramento nel comportamento e importanti vantaggi a livello di emissioni. Rispetto al propulsore 1.2 Fire da 69 69, l’abbattimento di consumi, e quindi di emissioni di CO2, è in media del 20% e fino al 30% per la Panda Cross, senza rinunce in termini di prestazioni. Viene garantito inoltre un comfort di marcia molto elevato, poiché il sistema BSG assicura riavvii del motore termico silenziosi e senza vibrazioni nelle fasi di arresto e ripartenza. Offre poi tutti i vantaggi dell’omologazione come veicolo ibrido – oltre ad essere conforme alla normativa Euro 6d Final – e assicura, secondo le norme locali, libertà di accesso alle ZTL e circolazione nei centri urbani, riduzione o eliminazione del costo del parcheggio in centro e agevolazioni fiscali.

 

infomotori.com – Fiat 500 ibrida 2020 prova su strada, motori, consumi e prezzi

Il nostro test drive si è svolto lungo un percorso mistro tra FICO Eataly World e il centro storico di Bologna. In centro città abbiamo potuto apprezzare le innate doti di quest’auto che fa dei tratti urbani il suo habitat naturale, in particolar modo ora che in alcune circostanze interviene il mild hybrid. Il sistema interviene in maniera intelligente e permette di recuperare energia in fase di decelerazione e di frenata; l’energia viene immagazzinata in una piccola batteria al litio. I livelli di energia vengono mostrati nel display TFT, mentre in un’altra schermata viene indicato lo stato di carica della batteria. Rispetto al Fire da 69 CV il nuovo motore ibrido è più brillante: associato al nuovo cambio manuale a 6 rapporti migliora il feeling di marcia i consumi, sia in ambito urbano sia in quello extraurbano. Fiat a breve proporrà l’intera panoramica della elettrificazione, partendo logicamente dalla più semplice ed economica rappresentata dalla Mild Hybrid, una soluzione leggera che però ottimizza i consumi e le emissioni sfruttando pure molti vantaggi offerti da molte Amministrazioni a partire dall’accesso in Area C a Milano e la ZTL a Roma dovendo ricordare che la soluzione Mild Hybrid non consente di non far neppure un brevissimo tratto di strada in modalità elettrica.

 

ilsole24ore.com – Fiat 500 e Panda Hybrid in prova: quanto consumano e come vanno le nuove ibride leggere

La nostra prova inizia al volante della Fiat 500 Hybrid, provata in versione con tetto in tela apribile. Partendo dal presupposto che ci troviamo a bordo di un’ibrida “leggera”, la novità di Fca mostra un buon spunto nonostante l’assenza del turbo e le indicazioni sulla plancia – oltre ai flussi tra motore termico e batteria – aiutano a ridurre consumi ed emissioni. Provata tra il centro di Bologna e la prima periferia, aggiungendo un veloce puntata sui colli, la 500 Hybrid ha tutte le carte in regola per portare nell’era “elettrificata” il vasto numero di clienti della citycar torinese. Se la motorizzazione mild hybrid e la trasmissione ci sono piaciute per fluidità e prestazioni, ci saremmo aspettati qualcosa di più sul fronte consumi. Infatti, come riportato dal computer di bordo, abbiamo percorso circa 6 litri/100 km. Stesse impressioni anche con la Fiat Panda Hybrid, che abbina la sua tipica funzionalità ai vantaggi dell’omologazione ibrida sul libretto di circolazione.

 

it.motor1.com – Pandino ibrido soft

Quanto costa

La promozione di lancio della Fiat Panda Hybrid prevede un prezzo di 10.900 euro con finanziamento a TAN 6,45% – e TAEG 9,33%, valida fino alla fine di febbraio. Facendo riferimento ai singoli allestimenti, si parte dai 15.100 euro della Panda City Cross, salendo ai 16.100 euro della Hybrid Lauch Edition e ai 17.100 euro della Trussardi. Contestualizzando all’interno della gamma, una Panda 1.2 in allestimento intermedio Easy parte da 12.600 euro, da 13.600 euro nel più equipaggiato Lounge o ancora, a parità di allestimento, da 14.600 euro e 15.600 euro nelle versioni alimentate con il 4 cilindri 1.2 a GPL e da 16.250 euro e 17.250 euro con il motore 900 due cilindri a metano.

 

ilgiornale.it – Maria Grazia, la «Donna dei motori»

C’è la mano di una donna dietro la nuova tecnologia mild hybrid di Fca. Da 30 anni in Fiat, Maria Grazia Lisbona (nella foto), ingegnere torinese, insieme al suo team costituito da una buona quota rosa, ha realizzato per 500 e Panda quella che è stata definita «una soluzione semplice, poco invasiva, efficiente e accessibile». Maria Grazia Lisbona occupa da tre anni e mezzo la posizione di responsabile Powertrain engineering di Fca; in pratica, a Mirafiori è la «Donna dei motori». «Il tocco femminile in questo motore? La dolcezza accompagnata dalla piacevolezza della guida. Ma pure la sensazione meravigliosa di viaggiare nella modalità sailing, cioè veleggiando a zero emissioni, per poi, inserita la marcia, ripartire con fluidità grazie al motore termico» Le due prime city-car ibride di Fca precedono di un mese la presentazione di Lancia Ypsilon con la stessa motorizzazione. Quindi, il 4 luglio, sarà la volta della 500 BEV, 100% elettrica, un modello tutto nuovo venduto solo con questa motorizzazione. A caratterizzarlo, e lo si vedrà al prossimo Salone di Ginevra, sarà soprattutto l’aggiunta dell’accesso posteriore.

 

lautomobile.aci.it – In vendita Fiat 500 e Panda hybrid.

Nonostante la bassa capacità del sistema, il costruttore torinese dichiara che i consumi e le emissioni di CO2 vengono abbattuti fino al 30% a seconda del modello. Il mild hybrid, come il full e il plug-in, beneficia di agevolazioni fiscali – come la sospensione temporanea del pagamento del bollo – e di circolazione nei centri abitati riservati in base alle normative locali.

Fiat Panda e 500 sono già leader nel mercato italiano ed europeo nel segmento A, quello delle city car. Al prossimo Salone di Ginevra – 5- 15 marzo – verrà svelata la nuova generazione di Fiat 500 elettrica.

Nel frattempo, per i clienti che sceglieranno il finanziamento Fca Bank Be-Hybrid per l’acquisto dei due modelli ibridi, gli verrà consegnato un albero in adozione per sostenere l’ambiente

 

lastampa.it/motoriFiat 500 e Panda Hybrid, le citycar più amate dagli italiani ora sono anche ibride

“Il 2020 è l’anno che noi di Fiat abbiamo tanto aspettato”, dice Luca Napolitano, responsabile del marchio per il mercato europeo. È l’anno in cui il marchio porta sul mercato le versioni ibride delle sue citycar 500 e Panda e l’attesa “Nuova 500”, quella elettrica. Quest’ultima sarà svelata al Salone di Ginevra all’inizio di marzo, mentre le 500 e Panda Hybrid sono già pronte alla vendita. “Se vi state chiedendo ‘perché ora’ – dice Napolitano – la risposta è molto semplice: perché oggi il mercato è maturo e il trend è in crescita. Vogliamo continuare a primeggiare in un segmento, quello delle citycar, che abbiamo sempre dominato, con più di 375 mila esemplari l’anno in Europa”.

 

motorbox.it – Nuova Fiat 500 Hybrid. Da Torino svolta sull’elettrificazione

TRE CILINDRI E MOTORE ELETTRICO Ma come è fatta la nuova 500 Hybrid? Parto con un breve ripasso sulla parte meccanica che, di fatto, è la stessa per la cugina Panda. Al nuovo tre cilindri mille a benzina della famiglia Firefly da 70 CV e 92 Nm è accoppiato un sistema elettrico con batteria al litio 12V-11Ah e un motogeneratore da 3,6 kW, che rende la 500 una mild-hybrid. Si chiama BSG (BELT integrated STARTED GENERATOR) e contribuisce a ridurre i consumi mediamente del 20% rispetto al motore endotermico tradizionale (3,9 litri/100 km) e con prestazioni paragonabili. L’unità elettrica è montata direttamente sul motore e permette il recupero di energia in frenata e decelerazione, immagazzinarla nella batteria al Litio e sfruttarla attraverso il motogeneratore. In questo maniera si usa l’elettricità per riavviare il motore termico e dargli più vivacità in fase di accelerazione.

 

motori.ilmessaggero.it – Panda e 500, Fiat lancia le ibride. Nuove versioni green con motore elettrico e 1.0 FireFly da 70 cv

 Al volante di 500 Hybrid, così come della Panda Hybrid, si ha modo di apprezzare non solo la “rotondità” di funzionamento del nuovo FireFly, silenzioso e pronto nelle risposte, ma anche l’evoluzione del cambio manuale a 6 marce che è stato rivisto per esaltarne la manovrabilità e a migliorarne l’efficienza. Un risultato ottenuto con nuovi cuscinetti e guarnizioni a basso attrito, l’impiego di un lubrificante ad alta efficienza e un inedito rapporto per la sesta marcia che contribuisce a migliorare il consumo in ambito extraurbano. Si rilevano anche una migliore silenziosità di funzionamento, ottenuta attraverso l’ottimizzazione del sistema di supporto della scatola cambio, e un comportamento più stabile in curva, grazie all’abbassamento dell’intero gruppo motopropulsore di 45 mm e, quindi, del baricentro. Dal punto di vista delle prestazioni, nel confronto con il propulsore 1.2 Fire da 69 cv, la motorizzazione Mild Hybrid consente un abbattimento di consumi, e quindi di emissioni di CO2, in media del 20% e fino al 30% per la Panda Cross, senza rinunce in termini di prestazioni. A parte i valori numerici (consumo omologato 3,9/4,0 l/100 km con 89 g/km di CO2 per Panda e 3,9 l/100 km con 88 g/km di C02 per 500) l’aspetto più interessante di questo nuovo sistema propulsivo è rappresentato dallo stile di guida che inevitabilmente si finisce per adottare.

 

motorionline.com – Fiat 500 ibrida 2020: la PROVA SU STRADA della citycar.

La prova su strada. Già di per sè, la Fiat 500 riesce ad essere agile tra le curve ma allo stesso tempo abbastanza confortevole, capace di superare buche e imperfezioni del manto stradale. Con l’introduzione del motore ibrido che la 500 Hybrid si conferma briosa e scattante nelle ripartenze grazie al supporto del motore elettrico e dell’energia immagazzinata nella batteria a ioni di litio. Molto bene la risposta ai bassi e medi regimi e pure l’allungo non è male con il cambio manuale a sei rapporti che segue bene gli ordini impartiti dal guidatore. Continuando a parlare del cambio, la propulsione ibrida è accostata all’evoluzione della trasmissione, parliamo di un cambio manuale a sei rapporti che si è comportato bene nel traffico cittadino. Costretto tra le mille cambiate a seguito di ripartenze dal semaforo, dai dare-precedenza e dalle soste indotte dalla coda, il manuale si è comportato bene in ogni situazione, senza impuntamenti di sorta ma ho trovato le leve troppo lunghe. Oltre ad avere più sprint nelle ripartenze dal semaforo, la propulsione ibrida permette alla Fiat 500 hybrid di sfruttare il cosiddetto veleggio. Sotto i 30 km/h, grazie all’indicazione sul quadro strumenti, sarà possibile capire quando è il momento giusto per inserire la Neutral (la folle del cambio) e lasciarsi spingere dall’energia elettrica con il motore termico spento.

 

repubblica.motori.it – Panda e 500 ibride: inizia la rivoluzione Fiat

…ma torniamo alla tecnica. Il motore ovviamente deriva dal mitico Fire (30 milioni di figli in giro per il pianeta), ha 3 cilindri e frulla fino a 6.000 giri/min e sfoggia 92 Nm di coppia massima a 3.500 giri/min. La testata ha 2 valvole per cilindro e un singolo albero a camme con variatore di fase continuo (la distribuzione è a catena); ma è il rapporto di compressione a stupire: 12 a 1. Roba da supercar grazie alla struttura con camera di combustione compatta, i condotti di aspirazione “high-tumble” e la valvola EGR esterna.
Visto che parliamo di un motore nuovo, ci spingiamo a dire che il basamento cilindri, sviluppato in collaborazione con Teksid, è realizzato in lega d’alluminio pressofuso ad alta pressione con canne cilindri in ghisa cofuse, e che il manovellismo ha un rapporto alesaggio/corsa pari a 1,24 e un dispositivo biella-manovella con offset di 10 mm.
Per i meno avvezzi con l’hi-tech motoristico, sintetizziamo il tutto dicendo che il tre cilindri è un piccoletto, pesa appena 77 kg, è molto silenzioso e spinge forte a qualsiasi regime. Almeno sulla carta perché ovviamente nessuno ha mai provato tanta novità.

 

motorionline.com – Fiat 500 ibrida 2020: la PROVA SU STRADA della citycar. Consumi, prezzi e allestimenti

Già di per se, la Fiat 500 riesce ad essere agile tra le curve ma allo stesso tempo abbastanza confortevole, capace di superare buche e imperfezioni del manto stradale. Con l’introduzione del motore ibrido che la 500 Hybrid si conferma briosa e scattante nelle ripartenze grazie al supporto del motore elettrico e dell’energia immagazzinata nella batteria a ioni di litio. Molto bene la risposta ai bassi e medi regimi e pure l’allungo non è male con il cambio manuale a sei rapporti che segue bene gli ordini impartiti dal guidatore. Continuando a parlare del cambio, la propulsione ibrida è accostata all’evoluzione della trasmissione, parliamo di un cambio manuale a sei rapporti che si è comportato bene nel traffico cittadino. Costretto tra le mille cambiate a seguito di ripartenze dal semaforo, dai dare-precedenza e dalle soste indotte dalla coda, il manuale si è comportato bene in ogni situazione, senza impuntamenti di sorta ma ho trovato le leve troppo lunghe.

 

quattroruote.it – Al volante delle Hybrid

Si parte con le Launch Edition. Secondo i tecnici, il recupero dell’energia è orientato all’abbassamento dei consumi e darà il suo contributo alla riduzione alle emissioni di anidride carbonica imposta per legge entro fine anno. Per entrambi i modelli è prevista una Launch Edition particolarmente ricca di accessori (e con l’esclusiva tinta verde salvia) che a conti fatti comporta un aumento di 500 euro rispetto alle versioni standard. Il vantaggio di questo aggiornamento, che non poteva per ragioni di prezzo prevedere una soluzione full hybrid, è che le due auto risultano comunque omologate con propulsione ibrida e godono quindi di accesso alle ZTL e di agevolazioni fiscali.

1 commento
  1. Alkè
    Alkè dice:

    É bello leggere articoli di questo tipo! Le auto elettriche sono il presente, considerando la riduzione di emissioni di CO2, e sono un investimento per il futuro.

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *