dellerba

La Cesana-Sestriere al fiorentino Stefano Peroni su una monoposto Martini MK32

Ha preceduto sul traguardo di poco più di un secondo il toscano Uberto Bonucci su Osella PA/9

Il pubblico delle grandi occasioni ha decretato il successo della 38^ Cesana-Sestriere – Trofeo Avvocato Giovanni Agnelli, cronoscalata organizzata dall’Automobile Club Torino, valida per i campionati Europeo e Italiano Velocità in Salita Autostoriche.

Ricco il parco partenti, con 270 vetture al via: 150 nella gara di velocità e 120 nella Cesana-Sestriere Experience, concorso dinamico di eleganza che ha visto prevalere la Ferrari 250 GT Pininfarina.

Nella cronoscalata, sin dalle prove ufficiali del sabato,  si è sviluppata una bella lotta tra la monoposto Martini MK32 del pilota preparatore fiorentino Stefano Peroni e le Osella Sport PA/9 dei toscani Uberto Bonucci e Walter Marelli. A prevalere, sul veloce percorso lungo 10.400 metri è stato Peroni, salito in 4’50”30 alla media di 129 km orari, davanti a Bonucci (4’51”42) e Marelli (4’56”76).

Grazie a questo risultato Bonucci rafforza la sua leadership nella classifica del 4° Raggruppamento del Campionato Europeo. La gara ha infatti avuto una connotazione internazionale con piloti provenienti da 6 diverse nazioni, con una significativa presenza di piloti provenienti dalla Repubblica Ceca. Restando in tema europeo c’è da segnalare l’ottimo terzo posto nel 3° Raggruppamento del torinese Giorgio Tessore su Porsche 911, che gli permette di restare in corsa per il titolo di categoria.

Nei raggruppamenti, che suddividono le vetture in base all’età, si sono registrati i successi di Tiberio Nocentini su Chevron B19 nel 1°, di Giuliano Peroni, padre del vincitore Stefano, su Osella PA/3 nel 2°, di Mario Massaglia (Osella PA/3) nel 3° e di Uberto Bonucci nel 4°.

Il Trofeo Ada Pace, riservato alla migliore “Dama” è andato a Gina Colotto, su Formula Abarth, che ha preceduto Angela Grasso, su Lotus B23.

Molte le manifestazioni di contorno alla classica cronoscalata. Grande interesse per la Cesana-Sestriere Experience-Memorial Gino Macaluso, con 120 vetture partecipanti. Il consueto appuntamento, organizzato dall’Automobile Club Torino, per questo concorso di eleganza dinamico ha visto la partecipazione di automobili di gran livello, fra cui la incredibile Ferrari 250 allestita da Pininfarina, perfettamente conservata, che si è aggiudicata il trofeo come vettura ”Best of show”.

Da segnalare anche la presenza di un’altra importantissima vettura, la Fiat Abarth 2400 Alemanno, appartenente alla collezione di FCA Heritage, sponsor dell’intera manifestazione. Questa auto, oltre a rendere onore ai 70 anni del glorioso marchio dello Scorpione, fu anche la vettura personale di Carlo Abarth. Condotta da Roberto Giolito, ha ottenuto il premio speciale dedicato a Gino Macaluso. Per la prima volta nella Cesana Sestriere Experience è stato introdotto anche il premio per il miglior equipaggio femminile, assegnato ad una stupenda e rarissima Abarth Zagato “Long Nose”, condotta da Roberta Miniggio; il Trofeo speciale FCA Heritage è stato invece assegnato ad una originalissima Fiat Abarth 124 Rally del 1975. Il trofeo per la miglior vettura stradale è andato a una bellissima Alfa Romeo 1900 s Primavera del 1956.

Ha completato lo spettacolo una parata di circa 50 vetture Abarth per festeggiare i 70 anni della Casa dello Scorpione.

 

1 commento
  1. Filippo
    Filippo dice:

    La tua dedizione per questa gara è unica, hai scritto ottimi articoli in questi anni!

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *