grandecorsachieri

La Grande Corsa

L’attualità del passato. Sull’onda dei ricordi è facile emozionarsi e ricordare i tempi nei quali, grazie a persone e vetture eccezionali, la strada dei rally aveva molto in comune con le sensazioni della vita. Per gli appassionati di un tempo eventi come quello che sarà organizzato a Chieri il 3 e il 4 novembre sono un vero e proprio tuffo nei decenni passati.

Giunta alla sua quarta edizione, la “Grande Corsa” vive grazie alle persone che la animano. Gente che, contestualmente, ricorda anche un personaggio come Nino Fornaca (con il memorial a lui dedicato: www.memoryfornaca.com, che fa riferimento all’associazione presieduta da Dario Titotto).

Il rally storico parte subito con un compito importante: quello di chiudere, con coefficiente doppio, la sfida del 6° Memory Fornaca iniziata lo scorso marzo ad Arezzo al Rally delle Vallate Aretine, primo dei sei rally valevoli per la Serie riconosciuta da Acisport. “Il risultato – dice l’ideatore Giorgio Vergnano – era quello di avere dei piloti stranieri. Abbiamo 10 equipaggi provenienti da altre nazioni. L’obiettivo era avere 70 vetture, un numero giusto: privilegiamo la qualità rispetto alla quantità. Tra gli italiani da segnalare la presenza di Fabrizia Pons, su una Delta Integrale col vicentino Gigi Battistolli.

Ci teniamo anche a mantenere alto il livello dell’hospitality, anche per far emergere quelli che sono i valori umani che questa disciplina esprimeva nel passato. Speriamo entro due anni di entrare nel giro del campionato italiano”.

Diventato ormai un punto di riferimento, quest’appuntamento ha ospitato nel corso delle prime edizioni i grandi “interpreti” del passato. Anche in quest’edizione non manca quest’obiettivo (l’anno scorso è stato il turno dell’immenso Walter Röhrl) . L’ospite d’onore di quest’anno – comunica l’Asssociazione “Amici di Nino” – sarà il francese François Delecour. L’asso transalpino si presenterà al via con una Porsche 911 RSR Gruppo 4, “navigato” da Dominique Savignoni. Viene così rispettata la tradizione di questa manifestazione, che prevede la partecipazione di un grande nome in ogni edizione. Ma la partecipazione del vicecampione del mondo del 1993 non sarà l’unica chicca: dalla Francia arriverà anche Jean-Pierre Nicolas (che, alla guida di una Renault Alpine, parteciperà alla non competitiva “all stars” abbinata al rally storico e alla regolarità sport).

Ma non è tutto: ci sarà infatti anche la mitica “Biche”, al secolo Michel Espinos Petit. Alla “grande corsa” si compone così un fantastico tris di trionfatori al Montecarlo nel ‘73, ‘78 e ‘94. Ecco il programma di questa bella manifestazione: le verifiche si svolgeranno nella giornata di venerdì 3 novembre dalle 10 sino alle 14.30: la partenza del prologo serale, che prevede un breve trasferimento dal centro città al riordino notturno, verrà data alle 18.30; le prove speciali saranno nove, due da ripetere e una che sarà ripetuta tre volte, per un totale di 61,45 chilometri cronometrati; altrettante le prove di precisione per i partecipanti alla regolarità sport.

Domenica 29 ottobre è prevista la distribuzione del road book del percorso presso il Ristorante Enoteca della Stazione in Via Roma a Chieri, ed il conseguente avvio delle ricognizioni autorizzate delle quattro diverse prove speciali (Albugnano di 8,230 chilometri, Montafia di 10,640, Maretto di 6,980 e la “spettacolo” Nino Fornaca che misura 3,250 e si correrà come gli scorsi anni nella zona industriale di Chieri dove saranno anche ospitate le operazioni di verifica, oltre alla direzione gara, segreteria e sala stampa). Nei giorni scorsi è stato anche confermato il percorso definitivo che misura poco meno di 255 chilometri, 61,450 dei quali di prove speciali che saranno nove in totale.

Informazioni e documenti di gara al sito web www.lagrandecorsachieri.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *