bajardi

La Lexus ES stella sul Red Carpet di Venezia

Lexus, il marchio di lusso della galassia Toyota, non finisce di sorprendere. E recita, per il secondo anno consecutivo, un ruolo di protagonista, come main sponsor, sul Red Carpet della 75^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, in programma al Lido dal 29 agosto all’8 settembre.

Su questa passerella debutta in Italia la ES, modello inedito per gli europei, berlina molto apprezzata dalla clientela Usa.

Nei primi sei mesi del 2018 sono state acquistate nel mondo 327.838 Lexus con un
sorprendente + 7%. In Europa sono state 25.071 le immatricolazioni (+
9,8%), in Italia, sempre secondo i dati Unrae, le vendite si sono assestate a 1.947 unità (-1,3%).

Per la settima generazione della ES (acquistata da 2.146.000 clienti globali) sono state scelte le strade del Tennessee nei dintorni di Nashville. Ecco alcune impressioni di guida pubblicate sul Messaggero dall’inviato Giorgio Ursicino:
<Nonostante il prezzo si annunci accessibile, il listino non è ancora ufficiale, negli States si aggira sui 40 mila dollari, il salotto ha pochi eguali dal punto di vista della silenziosità e del comfort. Il parabrezza da l’impressione di essere un gigantesco display dove scorrono immagini ritoccate al computer e prive di audio poiché l’unico rumore che entra nell’abitacolo è quello ovattato del rotolamento degli pneumatici. Il motore è un 4 cilindri 2.5 litri coadiuvato da due motori elettrici per un totale di 218 cv e un consumo di oltre 20 km/litro. Sospensioni raffinate, avanzato servosterzo elettrico, ammortizzatori a doppia camera.

Sulla versione F Sport, sospensioni adattive, 6 programmi di guida e 650 livelli di
controllo. L’abitacolo è un salotto, al top i dispositivi di assistenza alla guida>. Fino a settembre a Lisbona c’è una galleria pop-up che sta riscuotendo curiosità e successo. Una galleria che vuole andare oltre l’automotive in modo da posizionarsi come marchio
lifestyle premium. Un 2018 iniziato col botto sia al Salone di Detroit sia a quello di Ginevra dove il 6 marzo c’è stata la premiere mondiale del crossover UX, quelle europee del nuovo RXL con tre file di sedili e sette posti, il Suv più venduto a livello globale con la firma
giapponese (la straordinaria versatilità degli interni è stata possibile grazie all’incremento di 110 mm della lunghezza) e del prototipo LF-1 Limitless (novità faro al Cobo Hall, concept nato stilisticamente con la Supra, lungo oltre 5 metri con cerchi da 22″,
con navigazione 4D) per non parlare del decimo anniversario della gamma F con il coupè RC F Special Edition. Novità illustrate da Pascal Ruch, neo capo di Lexus Europe. Nell’ottobre scorso al Motor Show di Tokyo abbiamo ascoltato con interesse la posizione del presidente di Lexus, Yoshihiro Sawa riguardo all’auto elettrica: <Non è ancora pronta per il mercato di massa>. E nonostante il marchio fa dell’elettrificazione uno dei suoi punti di forza, grazie ad una notevole esperienza sul campo. Le ibride per Lexus sono un punto di forza, le elettriche, almeno a breve termine, non potranno esserlo. E Sawa lo ha sottolineato anche al Goodwood Festival of Speed, avanzando fra l’altro riserve sull’impatto ambientale di un utilizzo massiccio
delle vetture alimentate solo con batterie. Però nel contempo ha ribadito l’impegno del colosso Toyota a tutto campo. Per l’elettrico,
anche con la propulsione Fuel Cell. <Le auto elettriche oggi richiedono un lungo tempo di ricarica e grandi batterie che hanno un
negativo impatto ambientale in fase di produzione e che si degradano andando avanti negli anni con impatto negativo sull’ecosistema. Nel
futuro immediato dobbiamo guardare con interesse a benzina, ibrido, ibrido plug-in e a celle a combustibile>. Va ricordato che a guidare
il brand Lexus in Italia è Fabio Capano, manager di indiscutibile professionalità e competenza e che conosce a perfezione il mondo
Toyota per il quale ha condotto la Comunicazione a livello europeo (è stato anche Ceo in Ungheria).

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *