F600

La Top ten delle auto “Zombi”

Tempo di Halloween: giornate con mostri,  zombie e varie creature spaventose “che non muoiono mai” Una “festa” ormai assurdamente sentita anche nel nostro Paese soprattutto per motivi consumistici.

Scherzando sul tema, www.autouncle.it, il portale di vendite online di auto usate, ha stilato la classifica dei veicoli che interessano meno agli acquirenti e, di conseguenza, quelli che restano più tempo in vendita, dei veri e propri “Zombi” !
Ne risulta una Top 10 di auto usate (uscite dopo il 2000) attualmente in vendita, con almeno 1000 esemplari, i cui annunci restano per più giorni online.

Si tratta, ovviamente, di auto a prezzo basso, spesso fuori produzione: meno di 6mila euro, in media, tranne la Mercedes A160 e la Ford B-MAX, che viaggiano sui 10mila e ciononostante, interessano poco agli acquirenti.

Curiosamente oggi le auto che restano più giorni online sono perlopiù italiane (Fiat), mentre nel passato la maggior parte di Top similari era occupata da auto straniere.

Ma vediamo i risultati.

Prima classificata è la Fiat Seicento prodotta dal 1998 al 2010. Un discreto successo di vendite  da nuova (oltre 720mila esemplari solo in Italia) attualmente è molto “invecchiata” e quindi poco richiesta:  All’inizio il nome era scritto in lettere, ma dal 2005 divenne “Fiat 600” in occasione del 50esimo compleanno della storica antenata. È un’auto che si può trovare in buone condizioni a prezzi di molto bassi…anche a 500 euro ! Mentre i tempi di permanenza in vendita sono altissimi: circa 250.
Permanenza che cala considerevolmente per il resto delle classificate.
La Peugeot 107 è stata prodotta dal 2005 al 2014 per prendere il posto della 106. È stata poi sostituita, dopo quasi dieci anni di carriera, dalla 108, più grande e spaziosa. Nell’usato quest’ultima viaggia sullo stesso budget, motivo per cui i compratori la preferiscono alla 107.
Discorso simile per la Fiat Bravo. Omonima dell’auto degli anni Novanta ma molto diversa, è uscita di scena nel 2014 e ha lasciato alla 500L e alla 500X il ruolo di vettura media all’interno della gamma, poi integrato con l’arrivo, nel 2016, della Tipo 5 Porte. Tra l’altro, aveva avuto il compito di sostituire la Fiat Stilo, che troviamo più avanti nella Top.
L’Alfa Romeo 156, il cui design firmato Walter De Silva rilanciò l’estetica del Biscione e divenne quasi un simbolo, ebbe un successo che continuò anche quando fu sostituita dalla 159. Oggi le 156 usate hanno chilometraggi altissimi e, per questo, restano invendute.
Fuori produzione anche la Citroen C2.
Ottavo posto per l’Opel Agila, che può essere considerata una sorellastra della Hyundai Atos, alla quale assomiglia per forma e sostanza. Ebbe un buon successo con l’esplosione delle piccole monovolume da città, più di un decennio fa. Oggi è, per molti versi soprattutto per il design spigoloso, un’auto sorpassata.
Chiude la Top la Fiat Grande Punto che, peraltro, “vince” per numero di esemplari attualmente in vendita: circa 8mila, quando le altre auto in classifica viaggiano sui 1000 esemplari a modello.

autozombie

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *