Lancia7storie

Lancia: 7 storie straordinarie

È sempre affascinante raccontare storie di Lancia. Ci sono pochi marchi automobilistici al mondo che hanno stimolato così scrittori e cultori della storia industriale italiana.

Morirà Lancia, anzi è già morta da tempo, ma vivrà sempre, anche grazie alle tante pubblicazioni che le sono state dedicate,  come esempio di capacità tutta italiana, fatta di ingegno, e soprattutto di  passione, tanta.

Altre Sette storie, dunque, dedicate alla  Lancia in un nuovo volume realizzato dall’esperto giornalista automotive Daniele Buzzonetti e pubblicato da Artioli Editore, in italiano e in inglese.

L’intento dichiarato è stato quello di celebrare la gloriosa Casa automobilistica torinese attraverso il suo passato e le gesta dei suoi uomini di punta, come auspicio per un futuro di rilancio, finora inutilmente chiamato a gran voce da tanti appassionati.

Durante la sua lunga storia, Lancia ha affrontato diversi periodi di crisi dai quali si è sempre risollevata grazie al genio dei suoi uomini e di conseguenza, grazie ai suoi prodotti mai banali, anzi sempre molto innovativi.

La ultracentenaria storia della casa viene ripercorsa attraverso sette storie, a volte nostalgiche, a volte intriganti, ma sempre interessanti da scoprire o riscoprire se già conosciute.

  • Anteprima 1906-1937: LAMBDA INIZIA L’ERA MODERNA
  • 1 1937-inizio Anni ’60: SILENZIO SI VIAGGIA
  • 2 1950-1967: DALLA MIGLIA MIGLIA ALLA SCALA
  • 3 1951-1955: IRIDATA IN F.1 SEPPURE COME FERRARI
  • 4 1960-1980: NON BASTA IL SUCCESSO DELLA FULVIA
  • 5 1980-2000: TORNA LA GRANDE LANCIA
  • 6 gli anni duemila: SPERANZE DELUSE
  • 7 1960-1992: DA CARBONARI A CAMPIONI DEL MONDO

lancia 7

1 commento
  1. Renato Ronco
    Renato Ronco dice:

    Che nostalgia! E pensare che con un piano mirato e intelligente sarebbe un must per clientela di élite. Ed è lì che ci sono i margini di guadagno. Proprio quello che cercava Marchionne. Mah…..

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *