2TRV

Lapo rilancia a Milano la storica stazione di servizio di Piazzale Accursio

La creatività e la fantasia di Lapo Elkann non finiscono di stupire. Appassionato e portabandiera delle eccellenze dello stile italiano, l’estroverso imprenditore, nipote dell’Avvocato, ultimamente si è avvicinato al mondo dell’automotive, e con alcuni soci ha creato Garage Italia Customs.
L’equipe, che lavora sotto la sua attenta supervisione, ha creato il servizio “Tailor Made” per Ferrari, avvalendosi della collaborazione dei migliori tecnici nel settore della verniciatura, del wrapping e degli interni.
Come un sarto confeziona un vestito su misura, “Garage Italia Customs” offre la possibilità di rendere unico qualsiasi veicolo, che sia questo un’auto, una moto, una barca o un elicottero, realizzando interventi di personalizzazione, per accontentare idee e sogni dei clienti.
Come vetrina per la nuova iniziativa, Lapo ha scelto un luogo “motoristicamente” storico di Milano. La ex  stazione di servizio  AGIP di piazzale Accursio angolo Corso Sempione.
Commissionata nel 1952 all’architetto Mario Bacciocchi da Enrico Mattei, la stazione Agip di Piazzale Accursio diventò immediatamente un vero e proprio tempio dell’automobile, frequentato assiduamente dai tanti automobilisti che, nel weekend, si spostavano sulla Milano-Laghi e la Milano-Torino.
Al suo interno erano presenti un autolavaggio, una sala di attesa con bar, un’officina elettrauto, uffici e unità abitative.
A seguito dell’opera di restauro che la salverà da un inspiegabile disuso, l’ex pompa di benzina rivivrà come luogo unico di eccellenza italiana, riunendo sotto uno stesso tetto talenti diversi, come Garage Italia e lo chef stellato Carlo Cracco, dando nuovo respiro al quartiere e proponendosi come punto d’incontro e di riferimento per gli amanti del bello e del buono concepito in Italia.
“Ho sognato per anni – ammette Lapo Elkann – passando davanti al distributore di Piazzale Accursio. Molto più di un luogo simbolico per Milano. Parte dell’immaginario collettivo della generazione del miracolo economico Italiano. Oggi il cuore di questo edificio ritorna a battere. Garage Italia Customs non poteva trovare Casa migliore dove far incontrare creatività, cura del dettaglio, tecnologie avanzate ed esperienza. Se qualcuno viene da noi con un’auto, una moto, un aereo, un elicottero o una barca, li renderemo unici: sia dal punto di vista dell’innovazione che da quello della tradizione. I “Maestros”, tecnici specializzati con abilità uniche e di assoluta maestria, trasformano i sogni in realtà. In un luogo iconico dove, sotto lo stesso tetto, eccellenze italiane riunite ancora una volta sono la dimostrazione che l’Italia e il fare squadra possono essere vincenti.”
“Mi sono innamorato fin da subito di questo progetto-ha detto Carlo Cracco- il binomio motori e cucina è straordinario e assolutamente attuale. Nel mondo delle auto infatti c’è oggi sempre una maggiore ricerca dell’eccellenza, un’attenzione alle esigenze e alle richieste del cliente, al tailor made, all’assoluta qualità della materia prima. Così come avviene nella cucina.”
Il nuovo spazio creativo inventato da Lapo Elkann sarà inaugurato nella primavera del 2016.

Avevamo già scritto di Garage Italia Customs: clicca qui

 

1 commento
  1. Autologia
    Autologia dice:

    In occasione dell’inaugurazione della nuova sede di Garage Italia Customs, Lapo ha parlato un po’ di tutto. E siccome lui non è tipo al quale le dichiarazioni vanno tirate fuori con le pinze, ascoltarlo è sempre interessante, al di là del fatto che se ne possano condividere o meno le opinioni. Eccentrico, spontaneo, per alcuni sopra le righe, di certo non è banale. Alla fine della presentazione della nuova sede di Garage Italia Customs ha accettato di fare una chiacchierata con qualche giornalista. E anche stavolta non tutto ciò che ha detto rientra nel “formulario” del politically correct.

    Dal Dieselgate a Matteo Renzi…

    La prima domanda, inevitabilmente, riguarda la Volkswagen e lo scandalo dieselgate nel quale si è infilata. L’opinione di Lapo? “Sono dispiaciuto per l’accaduto, ma da italiano un po’ meno. Così Angela Merkel smetterà almeno per un po’ di bacchettarci”. A proposito di politica, questo il suo pensiero sul primo ministro italiano Matteo Renzi: “Da imprenditore sono convinto che averlo come Presidente del Consiglio sia un valore aggiunto, perché porta in alto la nostra bandiera nel mondo. Ecco perché gli auguro una lunga carriera da premier. Abbiamo bisogno di persone come lui, che fanno”.

    Il rapporto con Sergio Marchionne

    Altra figura carismatica, in Italia e nel mondo, è quella di Sergio Marchionne, con il quale Lapo Elkann ha avuto modo di lavorare: un top manager che per molti aspetti (forse per tutto) si può considerare l’esatto opposto di lui, ma per il quale Lapo ha parole lusinghiere: “Ho lavorato con Marchionne nel periodo più buio della Fiat e credo che se non avessi fatto quell’esperienza non avrei avuto la caparbietà per intraprendere questa sfida”. Alla domanda: “su quale auto ti piacerebbe mettere le mani?”, la risposta è articolata: “Se me lo chiedessero, darei una mia interpretazione della Ferrari di F1 (dubitiamo, ndr). Un grande onore sarebbe poter personalizzare anche l’Alfa Romeo Giulia… A proposito, ne ho comprata una in versione Quadrifoglio (quindi questa arriverà di sicuro). La mia azienda ha inoltre già avviato contatti con FCA, BMW e Mercedes, con l’obiettivo di espandersi anche all’estero, USA ed Emirati Arabi in primis. Infine, l’immancabile battuta sulla Juventus: “La battaglia per lo scudetto è molto lunga e la si vince solo alla fine. Noi abbiamo una squadra attrezzata molto bene per raggiungere lo scopo”

    Autore: Adriano Tosi -Omniauto

    ì

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *