assicurazioni2

Le denunce assicurative più divertenti (…per noi)

Ogni anno sono migliaia le denunce di sinistri che giungono alle assicurazioni. Alcune, però, sono anche divertenti, come quelle che si vedono nella trasmissione televisiva  Paperissima show. Se ne può ridere, anche perché i vari protagonisti non hanno avuto danni fisici.

Ecco una carrellata degli incidenti più curiosi raccolta dal sito web Facile.it che confronta i costi delle assicurazioni; tutti sono assolutamente reali, e, come abbiamo detto, per fortuna senza gravi conseguenze.

  • Il Rave Party – È estate e Maria (nome di fantasia come tutti quelli che troverete da qui in avanti) fresca di patente decide di andare al rave con la macchina della mamma. Si fa tardi e, prima di tornare a casa, schiaccia un pisolino in auto. Una volta sveglia ingrana la prima, parte e…sente un urlo lancinante. Forse in preda i fumi dell’alcool, Carlo uno dei partecipanti al rave si era addormentato proprio davanti alle ruote dell’auto di Maria.
  • Il fontanino – Gita in campagna per Franco e Ebe, una coppia di anziani che, stanchi, si fermano a bere ad un fontanino. L’uomo scende dall’abitacolo per riempire le bottiglie, la donna resta al suo posto ma l’auto, è parcheggiata sul limitare di una discesa senza freno a mano. Mentre lui è di spalle, la vettura comincia a muoversi acquistando velocità. Richiamato dalle urla della donna che non riesce a bloccare l’auto, il marito le corre dietro, ma inciampa nella fanghiglia e cade, nel frattempo l’auto continua la sua corsa attraverso i campi fino a che un albero la ferma.
  • La faida– I vicini, un po’ come i parenti, non si possono scegliere e qualche volta non sono proprio quelli che vorremmo. Il racconto si svolge in Sardegna dove due famiglie sono ormai ai ferri corti per ragioni di confine. Una notte Gregorio viene svegliato dall’abbaiare dei suoi cani, affacciatosi alla veranda vede la propria auto circondata dalle fiamme appiccate, a suo dire, dal vicino. Corre giù per le scale, afferra la pompa del giardino e cerca di spegnere l’incendio ma…in Sardegna la siccità è una triste realtà, specie nei mesi estivi. Il comune sta razionando l’acqua e la fornitura è sospesa nelle ore notturne. A Gregorio non rimane che assistere al triste spettacolo della sua auto in fiamme e compilare la denuncia per l’assicurazione. Per fortuna era coperto anche contro gli atti vandalici.
  • L’auto volante– A quanto pare le auto non volano solo nei film di Harry Potter, ma anche…nelle strade del nord Italia. Antonietta sta tornando a casa quando, forse per un colpo di sonno improvviso, sbanda, sale sul marciapiede, abbatte un semaforo che si trasforma in rampa di lancio e atterra…dentro a un negozio distruggendone serranda, vetrina e interni. Per fortuna Antonietta ne è uscita spaventata ma senza un graffio e, soprattutto, la brutta esperienza è accaduta di notte, quando nel negozio non c’era nessuno, e in macchina non c’era suo marito Gianni.
  • L’ortofrutta– Paolo, pensionato torinese, va a comprare la frutta nel suo negozio di fiducia. Una volta finito saluta se ne va, ma dopo 30 secondi…rientra nell’ortofrutta passando dalla vetrina. Non aveva disinserito la marcia e, una volta messo in moto l’auto è partita sfondando la vetrina e ritrovandosi nel mezzo di un vero…minestrone!
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *