Fiat_Nuovo-Doblo

Le due anime del nuovo Fiat Doblò

Quindici anni e non sentirli. È la caratteristica del Fiat Doblò, lanciato nel 2000 (e rinnovato a scadenze “fisse”, nel 2005 e nel 2010) che da allora ha conquistato una fetta sempre più larga di pubblico, tanto che è stato acquistato da quasi 1,5 milioni di clienti, tra gli allestimenti commerciale e passeggeri. Vettura dalle due anime, per il business e per la famiglia, ha saputo cambiare nel tempo per rispondere alle rinnovate esigenze di mobilità, con comfort di bordo e linea esterna sempre aggiornati.

Per quanto riguarda la versione Cargo, il nuovo Doblò si inserisce nel piano di lanci già annunciato a maggio e che è stato confermato durante la conferenza stampa di presentazione da Henrik Starup, responsabile Fiat Professional per l’area EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa): dopo il nuovo Ducato e il Doblò (già in vendita), il marchio introdurrà nel 2016 il nuovo Scudo (che nascerà dalla collaborazione annunciata con Renault) quindi arriveranno il nuovo Fiorino e un prodotto aggiuntivo nel segmento dei pick-up da una tonnellata, sviluppato in joint-venture con Mitsubishi. Nei prossimi due anni quindi l’intera gamma Fiat Professional sarà aggiornata e ampliata.

Invece la versione passeggeri si inserisce – come ha spiegato Gianluca Italia, responsabile del brand Fiat per la regione EMEA – nella strategia di diversificazione del marchio che prevede due aree, ognuna con una missione ben precisa. La Fiat “aspirazionale” è quella dei clienti alla ricerca di una vettura “cool”, iconica e divertente da guidare, come quelle della famiglia 500 che attirerà nuovi clienti, genererà maggiori profitti e farà crescere il marchio.

E poi c’è una Fiat “funzionale” rivolta a chi ha un approccio più razionale verso l’auto ed è in cerca di soluzioni che semplificano la vita: i modelli di questa area aumenteranno la fedeltà, sosterranno i volumi e manterranno la tradizione come brand. Italia ha annunciato, cominciando con il Doblò, sette nuovi modelli in 2 anni. Nel 2016 arriverà un’importante restyling di Qubo ma soprattutto sarà l’anno del rientro di Fiat nel segmento C, con una gamma totalmente nuova. Con questi lanci Fiat aumenterà sensibilmente l’offerta ai clienti.

Il Doblò 2015 è già in vendita da dicembre (dai primi del mese nella versione commerciale e da metà mese in quella passeggeri) e si presenta completamente nuovo nel design. All’esterno ha un frontale più moderno con nuovi paraurti e il cofano maggiormente armonizzato con il resto della vettura. Nuovi anche entrambi i gruppi ottici (posizionati in alto per proteggerli dai piccoli urti) che mettono in evidenza le linee dell’auto.

Le caratteristiche vincenti dei modelli precedenti rimangono immutate, come l’ampia superficie vetrata, le comode porte scorrevoli che rendono più facile salire a bordo e la facilità di carico.

Stile rinnovato anche per gli interni. Per ogni dettaglio la priorità dei progettisti è stata la funzionalità: più ergonomici la plancia e il quadro strumenti con una grafica chiara e gradevole, rinnovati i tessuti dei sedili, tanti vani portaoggetti e soluzioni intelligenti per l’uso dello spazio interno che soddisfano i bisogni sia di chi guida il Doblò per lavoro sia per chi vuole un’auto da vivere in famiglia e in compagnia.

Tra i contenuti più interessanti del nuovo Doblò merita una citazione il sistema multimediale con touchscreen a colori da 5 pollici che può essere dotato di navigazione integrata e riproduzione radio digitale (DAB). Il Bluetooth di bordo permette funzionalità come la gestione delle chiamate telefoniche, la lettura degli SMS ricevuti (grazie alla tecnologia text-to-speech) e la riproduzione in streaming dei file musicali e delle web radio direttamente dal proprio smartphone.

Una cosa che sicuramente non manca al Doblò è lo spazio interno – da sempre uno dei punti di forza del modello – che offre per la versione passeggeri fino a 7 posti, un ampio bagagliaio ovviamente ai vertici del segmento, i già citati numerosi vani portaoggetti e il sedile posteriore sdoppiato. Spazio che crea un ambiente confortevole per guidare in tutta tranquillità, cui contribuiscono anche contenuti di sicurezza molto elevati: Doblò è dotato di dispositivi elettronici per il controllo della stabilità come l’ABS con il correttore elettronico di frenata EBD, l’ESC completo dei sistemi ASR (Anti Slip Regulation), HBA (HydraulicBrake Assist) e Hill-Holder che assiste il guidatore nelle partenze in salita, gli airbag frontali (solo a richiesta quelli laterali) e il sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici.

Doblò nell’allestimento veicolo commerciale si compone di quattro versioni (Cargo, Combi, autocarro e pianalato), 2 varianti di altezza e 2 di lunghezza passi. La versione per passeggeri viene offerta in tre allestimenti (Pop, Easy e Lounge) con due varianti nell’altezza del tetto, due lunghezze del passo, 11 colori di carrozzeria.

Per quanto riguarda propulsori e allestimenti non c’è che l’imbarazzo della scelta. I motori sono sette con potenze tra i 90 e i 135 cavalli, per permettere a ogni cliente la scelta giusta. Si va dal 1.4 con 95 cv e dal 1.4 T-JET 120 cv a benzina, ai tre turbodiesel (1.6 Multijet da 90 cv anche con cambio Dualogic, 1.6 Multijet 105 cv e 2.0 Multijet 135 cv) al bi-fuel benzina/metano 1.4 T-JET 120 cv Natural Power con tutti i benefici economici e ambientali offerti dal metano.

Il nuovo Doblò è prodotto come i precedenti nello stabilimento turco di Bursa. La versione passeggeri è venduta in 29 Paesi tra Europa, Medio Oriente e SudAfrica, mentre quella commerciale

punta a consolidare la leadership nella sua fascia di mercato, di cui rappresenta circa il 25 per cento del totale europeo. Commercializzato in oltre 80 Paesi nel mondo (incluso il Nord America dove è venduto come Promaster City con il marchio RAM) il Doblò Cargo diventa così un veicolo “globale” che certamente contribuirà alla crescita di Fiat nel settore dei veicoli commerciali leggeri.

Guarda il Video:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *