automotoretro2

Manca poco all’inizio di Automotoretrò

Quattro giorni di motorismo storico e sportivo, tre compleanni da festeggiare.

Da giovedì 1° febbraio a domenica 4 gli appassionati di auto e moto d’epoca e non, potranno rifarsi gli occhi.

Al Lingotto di Torino riaprono Automotoretrò, mostra dedicata al meglio del motorismo d’epoca e, nell’Oval,  Automotoracing, il settore dedicato a preparatori di automobili, scuderie, produttori di accessori sportivi e tuning per le corse o semplicemente per “incattivire”  vetture sportive.

“Con la cessione da GL Events a 8 Gallery del 5° Padiglione – spiegano gli organizzatori Beppe Gianoglio e il figlio Alberto – abbiamo inventato nuove aree, tra le quali la tensostruttura esterna per modellismo e ricambi. Molte richieste respinte per mancanza di spazio, però con un incremento di stand per autosaloni di auto classiche che aumenteranno arrivando così da tutta Italia. Al partner Pakelo Motor Oil si affianca l’olandese Catawiki, casa d’aste on line numerose per i presenti, ma anche per appassionati esterni, appunto in contatto on-line. La nostra speranza è quella di  superare i 70 mila visitatori” (67.000 l’anno scorso, ndr).

L’area tematica del motociclismo è dedicata ai “Cinquantini”, quei motorini o scooter con motore che non superava i 50 cc: forse stuzzicheranno la memoria di molti sessantenni facendo loro tornare in mente alcuni divertenti episodi della propria gioventù.

Si festeggeranno poi tre importanti anniversari: i 70 anni delle Land Rover e Citroen 2CV e il  Mondiale Rally numero 35 che la Lancia 037 Rally vinse nel 1983, presentata nel 1982, dotata di sola motricità posteriore contro la trazione integrale delle avversarie(le sono dedicate una mostra e un libro).

Di fronte all’Oval c’è il percorso “test drive” della Land Rover Italia la quale potrà offrire con un suo modello nuove sensazioni: come un’ondeggiante passerella “twist”, un ponte alto oltre 5 metri e l’antiribaltamento. Nel 2° Padiglione ci sarà la presentazione del “progetto “101 Cars” con i piloti Marco Lucchinelli, Alex Caffi e Piero Liatti (statistiche, dati tecnici, filmati di gare e interviste sul palcoscenico),  progetto che unisce storia e amore per le vetture alle nuove tecnologie, conservando però cultura e memorie. All’Oval, oltre allo stand della Polizia di Stato (che insegnerà ai giovani l’educazione stradale, ma ne avrebbero anche bisogno molti meno giovani…) si esibiranno moto da “enduro”, auto da rally e pista, biciclette elettriche e, venerdì 2 febbraio, i piloti del progetto “101 Cars” si cimenteranno in prove di “drifting”, slittate sull’asfalto.

Dulcis in fundo, sarà presente anche l’Aeronautica Militare con un simulatore di volo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *