FCA-PSA-MVF

Il mondo dell’auto tenta di uscire dalla quarantena: da Fca-Psa al Motor Valley

Oggi ci soffermiamo soltanto sulle potenzialità nel mondo dei motori, lasciando da parte le numerose negatività del settore auto, a cominciare dal crollo delle vendite. In aprile si è registrato un calo preoccupante del 97,55% con una irrisoria immatricolazione di 4.279
vetture contro le 174.924 dello stesso mese 2019. Servirebbe una terapia d’urto con una campagna di incentivi sul modello di quella del 1997.

FCA-PSA – Il coronavirus non modificherà i piani di Fca e Psa, parola di Mike Manley, amministratore delegato di Fca. “Entro la fine dell’anno o all’inizio del 2021 dovrebbe nascere il quarto costruttore mondiale dell’auto. Sarà creata una società parietaria con sede legale in Olanda e non subirà ritardi il programma di lancio dei nuovi modelli, il primo dei quali, quello del debutto della Fiat 500 elettrica, in calendario il 4 luglio. Tutto ciò nonostante il blocco della produzione in Europa e in Nordamerica con perdite costate ben 1,7 miliardi di euro a Fca che, grazie ad una liquidità di 18,6 miliardi di euro farà fronte alle necessità per tutto l’anno in corso grazie anche all’apertura di una linea di credito da 3,5 miliardi ed alla riduzione degli emolumenti a dirigenti ed impiegati che non sono in
cassa integrazione”.

MOTOR VALLEY – Dal 14 (convegno d’apertura alle 9,30) al 17 maggio sul web andrà in onda, in Emilia Romagna, il Motor Valley Fest, evento che acquisterà una rilevanza notevole dopo la cancellazione dei Saloni di Ginevra, Detroit, Parigi e Tokyo. Saranno presenti, all’alzarsi del sipario, Louis Carey Camilleri (ad Ferrari), Claudio Domenicali (ad
Ducati e presidente della manifestazione), Stefano Domenicali (presidente e Ceo di Automobili Lamborghini), Horacio Pagani (fondatore di Pagani Automobili), Andrea Pontremoli (ad Dallara) ed Harald Wester (presidente esecutivo Maserati) ed ancora Markus Heyn (cda Bosch) e Christina Richter (director global automotive Google).
Come già visto nella prima edizione verranno mostrate al pubblico le ultime novità. Quest’anno sono previste otto tavole rotonde con i protagonisti del mondo automotive tra cui Angelo Sticchi Damiani (presidente Aci), Paolo Scudieri (presidente Anfia), lo stilista
Walter de Silva ed il team principal Ferrari, Mattia Binotto.

Saranno trenta le startup previste nel format “Innovation & Talents”. Nella Modena Automotive Smart Area (Masa) della mostra andrà in onda un evento che prevede un’alternanza di sessioni tematiche (sistemi per la guida assistita e autonoma, connettività, cyber security).

Dunque sotto i riflettori la via Emilia e le sue eccellenze con una filiera comprendente 16.500 imprese con oltre 66 mila addetti con un export di circa 5 miliardi di euro. Il programma del virtual tour comprenderà il Museo Lamborghini Mudetec di Sant’Agata Bolognese, casa Ferrari con l’esposizione dei modelli storici ed i trionfi della scuderia del
Cavallino ed ancora a Modena lo showroom Maserati con gli esemplari della gamma del Tridente esposti sull’anello semi sospeso dell’architetto Arad, quindi a San Cesario sul Panaro per la collezione esclusiva di Pagani e al Museo Ducati a Borgo Panigale.

BREMBO – Alberto Bombassei, presidente della Brembo, ha festeggiato la
riapertura delle fabbriche in Italia “ma ci vorranno un paio d’anni prima che si recuperi il terreno perduto”. Ed ha sparato a zero sulla burocrazia: ” Il governo ha preso decisioni giuste ma il problema è che i soldi non sono arrivati e non si riesce a tradurre le buone
intenzioni in realtà. Noi in Brembo siamo stati costretti ad anticipare la cassa integrazione perchè gli assegni non sono arrivati. Abbiamo le spalle larghe e siamo in grado di rimediare. Le Banche poi hanno procedure tortuose ed esagerano nelle richieste di garanzie.

AUTOSTRADE  – Atlantia con la controllata Aspi ha approvato i conti 2019 e vuole voltare pagina per chiudere la partita concessioni. Il Gruppo che fa capo ai Benetton ha messo sul tavolo 2,9 miliardi di euro per attuare una riduzione tariffaria, per il potenziamento e la
manutenzione della rete autostradale da qui al 2023, aggiungendo inoltre 600 milioni per la ricostruzione del ponte di Genova nonostante il calo del fatturato pari a 3 miliardi di euro per la diminuzione del 50% traffico. Basteranno queste proposte per raggiungere un accordo con il governo e scongiurare l’ipotesi della revoca delle concessioni? Noi pensiamo che possano bastare queste offerte della famiglia Benetton.

NOLEGGIO AUTO – FCA Bank e la controllata Leasys, lanciano Flexrent, l’innovativa formula di noleggio auto. E’ acquistabile tramite voucher su Amazon e disponibile in tre diversi pacchetti: 7 giorni (129 euro a settimana con chilometraggio illimitato con Fiat Panda e 500 e di 149 euro per 500L, 500 X e Jeep Renegade), 30 giorni (da 299 a 399 euro con 3.000 km di percorrenza) e 90 giorni (da 289 a 389 euro) rinnovabili. Il servizio è attivabile acquistando un voucher su Amazon del valore di 9,90 euro e prenotando la propria vettura su easysrent.it. L’auto si potrà ritirare presso uno dei 150 Leasys
Mobility Store.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *