consigliguida

Sei piccoli consigli per una guida più efficiente ed ecologica

Ogni anno nel periodo invernale assistiamo all’aumento della concentrazione di sostanze tossiche nell’aria. Iniziano così le discussioni sulle cause e gli interventi necessari: diesel sì, diesel no, Euro 5/6 sì, Euro 5/6 no, solo elettrico o anche ibrido, ecc. Spesso le autorità cittadine non affrontano il problema in modo scientifico, ma solo propagandistico.

Quali siano le misure più efficaci è una discussione ancora aperta su cui gli esperti ogni anno riaccendono i riflettori per trovare soluzioni e misure che consentano di risolvere il problema alla radice.

Dal canto suo però, anche l’utilizzatore dell’automobile potrebbe dare un contributo importante al contenimento delle emissioni adottando uno stile di guida equilibrato ed efficiente volto a prevenire l’inutile spreco di carburante.

Sembra banale, ma  una guida responsabile consente di ridurre in maniera significativa, attraverso alcuni piccoli accorgimenti, i consumi e quindi le emissioni di CO2, particolato e ossidi di azoto che si riversano in atmosfera.

Hertz, azienda leader nel settore del noleggio, sulla base della proprio conoscenza empirica, ha elencato sei semplici consigli per una guida più efficiente, che se venissero adottati da tutti gli automobilisti ridurrebbero notevolmente la emissioni.

  1. Alleggerire il carico.

Infatti più carico e peso è presente in auto, maggiore è il carburante richiesto a parità di chilometri percorsi.

  1. Ottimizzare l’uso del climatizzatore.

L’utilizzo eccessivo dell’aria condizionata oltre ad essere dannoso per la salute del conducente, consuma più energia. Il discorso è ancora più valido con l’avvicinarsi della stagione invernale quando oltre che per elevare la temperatura, il climatizzatore è utile anche per eliminare l’appannarsi dei vetri. Una volta raggiunta la temperatura ideale sarà opportuno spegnere l’apparecchio. Un trucco consiste nel disattivare l’aria condizionata quando mancano 5 o 10 minuti alla meta: in questo caso il veicolo ha troppo poco tempo per riscaldarsi o raffreddarsi, quindi è inutile lasciarla accesa.

  1. Guidare in modo omogeneo.

Una guida tranquilla e lineare, è la modalità più adeguata soprattutto nella guida cittadina in cui è frequente incontrare semafori, altre macchine, ecc.

Quindi, dopo un’accelerazione graduale e senza scossoni, il modo migliore per diminuire la velocità è scalare alla marcia inferiore fino a quando si arrivi al momento di fermarsi completamente, in modo da massimizzare l’utilizzo del freno motore.

  1. Spegnere il motore in caso di fermate prolungate.

Una delle cause principali dello spreco di carburante è rimanere fermi con il motore al minimo dei giri. Se si è imbottigliati nel traffico per molto tempo e non si avanzi di un centimetro, sarà opportuno spegnere l’auto e attendere la ripartenza, a meno che la tecnologia di bordo non offra lo Start & Stop.

  1. Pressione degli pneumatici.

Controllare che la pressione degli pneumatici abbia un livello adeguato rappresenta un altro espediente per risparmiare carburante.

  1. Smontare portapacchi o portabici.

Quando non vengono utilizzati per il trasporto è bene smontare e riporre i portapacchi o dispositivi analoghi: aumentano la resistenza e quindi il consumo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *