giuliaquadrifoglio

A proposito dell’Alfa Romeo Giulia

A proposito di auto desiderate dagli italiani, nell’ultimo numero di Auto c’è la prova completa della Giulia Quadrifoglio. Che all’esame della strumentazione della mia rivista ha stracciato tutti i record di categoria risultando la più veloce berlina quattro porte mai passata dalla nostra pista di handling.

Meglio di tante altre GT sportive. Ogni volta che ci sediamo al volante di una qualsiasi Giulia, anche la normale 2.2 diesel, restiamo estasiati dalla guidabilità di questa berlina su cui i progettisti hanno svolto un lavoro formidabile per la messa a punto del complesso sterzo-sospensione che trasmette una sincerità di controllo sconosciuta a qualsiasi altra berlina sul mercato. Va guidata di persona per convincersi.

Questa prova ci induce a una considerazione: dispiace vedere che la Giulia stia incontrando difficoltà sul mercato italiano. I dati del primo trimestre 2017 confermano che fatica a conquistare clienti. Da gennaio a marzo sono state vendute 2413 Giulia (viaggia su un ritmo di 800 al mese). Mentre le dirette concorrenti, Audi A4 e BMW Serie 3, hanno più successo: 3235 e 2524 auto vendute rispettivamente. http://autologia.net/alfa-romeo-punta-sui-noleggi-smaltire-le-giacenze-giulia/
Ma i numeri vanno anche interpretati: la Giulia esiste solo in versione berlina mentre l’80% delle BMW Serie 3 vendute e addirittura il 90% nel caso delle Audi A4, sono station wagon. Le 800 Giulia del trimestre andrebbero confrontate con le 304 Audi A4 berlina e le 504 BMW 3.
Ciò non toglie che la Giulia fatichi a vincere i pregiudizi degli automobilisti “premium”. Col senno di poi, Marchionne ha sbagliato a non fare subito la versione wagon. Le Alfa vengono costruite nella rinnovata fabbrica di Cassino: possibile che non si riuscisse a far passare sulla stessa linea di montaggio oltre a berlina e Stelvio pure la wagon? (Auto.it)

3 commenti
  1. GiuTro
    GiuTro dice:

    Io ho guidato la più umile versione 150 CV con cambio manuale e sembrava un kart per quanto fosse reattiva!
    Figuriamoci la Quadrifoglio…
    Putroppo anch’io penso che la gamma attuale della Giulia sia davvero striminzita, oltre alla SW manca anche la coupè, di cui non si è sentito più nulla. Dovevano presentarla a Ginevra, ma niente.
    Con questa poca scelta è praticamente impossibile raggiungere il global target di 100mila Giulia vendute all’anno.
    A me lo Stelvio non piace e francamente non mi va che Alfa “rinasca” con un SUV!

  2. Gian Marco Barzan
    Gian Marco Barzan dice:

    Ho letto la vostra prova dell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e mi è piaciuta molto. Sarebbe bello confrontaste la stessa Giulia Quadrifoglio con la BMW M3, cosa che non mi pare sia avvenuta a livello di altri magazine automobilistici italiani.

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *