TeslaModel3

Tesla Model 3: quanto costa, qual è la più richiesta in Italia ?

Sembrano ormai passati millenni da quando la produzione di Tesla Model 3 era un po’ in affanno. L’enorme richiesta a livello mondiale di questa vettura aveva messo in crisi lo stabilimento di Fremont, in California. All’epoca era l’unico sito produttivo della Tesla, l’unico dove oggi sono costruiti tutti i modelli del costruttore americano (la fabbrica cinese è dedicata alle model 3 e Y).

Con la costruzione della gigafactory cinese di Shangai la domanda del mercato asiatico è stata soddisfatta senza problemi. Una situazione che migliorerà anche grazie alla produzione della Model Y, piccolo SUV di dimensioni simili alla Model 3 che rappresenterà un altro importante anello della catena di sviluppo della Tesla.

Ma quanto costa attualmente una Model 3 in Italia e quali sono i modelli più richiesti? Essendo ormai assidui frequentatori di un gruppo WhatsApp di proprietari di vetture elettriche in Piemonte siamo riusciti a farci un’idea di quali fossero le versioni più richieste. Ulteriori spunti ci sono stati forniti osservando i commenti su pagine fb dedicate ai veicoli elettrici. Sicuramente quella più equilibrata, sia come prestazioni sia come versatilità d’uso è la versione “long range”, che secondo i dati Tesla ha un’autonomia di 560 km. I suoi due motori elettrici, oltre a renderla una trazione integrale (anche se in Tesla descrivono questa caratteristica come “dual” e non 4WD), le permettono di scattare da 0 a 100 in appena 4,6 secondi. Sicuramente, secondo la nostra indagine, questa versione è di gran lunga la più desiderata. Al di sopra di questa c’è la “performance”: è sempre “dual”, è ancora più potente e ha la non trascurabile possibilità di trasferire con i comandi manuali la coppia motrice da un un’asse all’altro (trasformandola così in una trazione anteriore o posteriore, passando ovviamente per tutte le % di ripartizione). Naturalmente questa possibilità tecnica c’è anche sulla “long range”, dove il sistema può dosare (ma in modo automatico) la potenza tra i due assi. La differenza è che sulla versione più potenza si può “giocare” a piacimento, variando così le caratteristiche dinamiche. Inutile dire che questa particolarità è apprezzata da chi ogni tanto fa un salto in pista. Il prezzo della “long range”, secondo un preventivo che abbiamo fatto a Padova (il Tesla centre più efficiente d’Italia, soprattutto per quanto riguarda l’assistenza) è di 57.920 euro. Cifra con gli ecobonus statali di 4.000 euro e quello di 1.000 euro, sommato allo sconto venditore di altri 1.000 euro, arriva a 52.680. Un’ulteriore cifra di incentivo dipende dalle singole regioni, che aiutano la demolizione delle vetture più inquinanti.

Si tratta di cifre in linea con quelle di vetture con motore termico di alta potenza di altre Case. Diversi potenziali acquirenti di Tesla Model 3 optano quindi per la più economica Standard Range, con motore singolo sull’asse anteriore, 409 km di autonomia e 5,6 secondi per accelerare da 0 a 100. Il prezzo di questa versione è di 49.500 euro, che calano a 45.500 con gli ecobonus. Ma attenzione: in seguito al “battery day” sono stati presentati da Tesla nuove batterie (chiamate in codice 4680) che saranno montate sui modelli attualmente in produzione. La prima a beneficiarne pare sarà la versione “plaid” della Model S (variamente sportiva della berlina).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *