Stephane Peterhansel, Jean Paul Cottret and bruno Famin (FRA) of Team Peugeot TOTAL at the finish line of stage 12 of Rally Dakar 2017 from Rio Cuarto to Buenos Aires, Argentina on January 14, 2017.

Tripletta Peugeot alla Dakar

Dopo quasi 9000 km di avventure attraverso il Paraguay, la Bolivia e l’Argentina, le tre PEUGEOT 3008DKR degli equipaggi Peterhansel /Cottret, Loeb/Elena e Despres/Castera hanno raggiunto in quest’ordine Buenos Aires, aggiudicandosi i primi tre posti alla Dakar 2017. La storica tripletta si aggiunge alle cinque vittorie già ottenute in questa gara da PEUGEOT

Trent’anni dopo la sua prima vittoria alla Dakar nel 1987, Peugeot mette a segno una strepitosa tripletta. Al volante della PEUGEOT 3008DKR, l’equipaggio più vincente della storia della Dakar, Peterhansel/Cottret ha avuto la meglio su un percorso costellato di insidie, che univa numerose tappe ad alta quota, una navigazione resa molto più difficile e un meteo capriccioso. Quest’edizione 2017 è stata caratterizzata da numerosi colpi di scena. I leader si sono succeduti gli uni agli altri senza riuscire mai a imporre un divario decisivo.

La PEUGEOT 3008DKR, che subentra alla PEUGEOT 2008DKR vincitrice l’anno scorso, ha fatto, dunque il suo ingresso trionfale nel rally più impegnativo del mondo. Di fronte ai veicoli a quattro ruote motrici dei concorrenti, la 3008DKR a due ruote motrici ha dimostrato il valore delle scelte tecniche fatte dal Team Peugeot Total. Nonostante le modifiche del regolamento sfavorevoli (la strozzatura della flangia di aspirazione del turbo), il lavoro fatto in questi ultimi mesi a livello del motore e delle sospensioni ha dato i suoi frutti. Tra l’altro, l’adozione di una carrozzeria derivata dal SUV Peugeot 3008 ha permesso delle evoluzioni aerodinamiche che hanno contribuito alle alte velocità massime.

E’ curioso che nonostante molti pensino che il numero 13 porti sfortuna, Stéphane Peterhansel festeggi dopo aver conquistato la sua tredicesima vittoria alla Dakar (6 in moto, 7 in auto), il che gli permette di migliorare il suo record personale. Protagonisti di una corsa quasi perfetta, Stéphane Peterhansel e Jean-Paul Cottret hanno ottenuto il loro settimo successo comune, il che permette anche a Jean-Paul di stabilire il nuovo record di vittorie tra i copiloti.

Nella loro seconda partecipazione alla Dakar, la coppia Sébastien Loeb/Daniel Elena ha impressionato per i progressi compiuti e si è dimostrato l’equipaggio più veloce delle gara, con un perfetto controllo del ritmo di gara e della navigazione. Purtroppo, un guasto al motore nella tappa 4 gli è costato 26 minuti che si sono rivelati decisivi sul traguardo. Classificatosi secondo, l’equipaggio n°309 si aggiudica, per il secondo anno consecutivo, il titolo onorifico di miglior performer con cinque vittorie di tappa sulle 10 disputate.

Dal canto loro, classificatisi settimi l’anno scorso, Cyril Despres e David Castera hanno provato la gioia di riassaporare quest’anno il gusto del podio, che avevano già conosciuto in moto (5 vittorie per Cyril e un terzo posto per David).

Poca fortuna, invece per l’equipaggio Sainz/Cruz che non è riuscito a terminare questa Dakar, quando stava per prendere il comando. La coppia spagnola è stata costretta al ritiro, dopo avere cappottato nella tappa 4.

 

I numeri della  DAKAR 2017

CHILOMETRI PERCORSI: 8823 km, di cui 4093 km cronometrati in dodici tappe.

VITTORIE DI TAPPA: 5 per Loeb/Elena (tappe 2, 5, 8 e 11), 3 per Peterhansel/Cottret (tappe 3, 7 e 11), 1 per Despres/Castera (tappa 4).

VELOCITA’ MASSIMA: 203 km/h (tappa 2).

TEMPERATURA MASSIMA: 45° (tappa 2).

 

Classifica generale

1.PETERHANSEL Stéphane (FRA) / COTTRET J-P. (FRA), PEUGEOT 3008DKR , 28h 49min30sec

2.LOEB Sébastien (FRA) / ELENA Daniel (MON), PEUGEOT 3008DKR, +05 min 13sec

3.DESPRES Cyril (FRA) / David CASTERA (FRA), PEUGEOT 3008DKR, +33min 28sec

4.ROMA Nani (ESP) / HARO Bravo (ESP), Toyota Hilux, +1h 16min 43sec

5.DE VILLIERS Giniel (ZAF) / VON ZITZEWITZ Dirk (ZAF), Toyota Hilux, +1h 49min 48sec

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *