2compatta

In arrivo tante nuove compatte

C’è tanto fermento nel segmento B. Il motivo è presto detto: sulla rampa di lancio l’affollamento è ai massimi come non si vedeva da anni. Sono in arrivo, infatti la nuova Citroen C3, la nuova Nissan Micra, una nuova generazione della Ford Fiesta e poco più avanti la nuova Polo, con una piattaforma che cambierà molto i contenuti e offrirà diverse tipologie di carrozzerie. Da non sottovalutare anche la Suzuki Ignis: per le dimensioni in pianta è più vicina a un segmento sub b come la Panda, ma grazie ad una rilevante altezza da terra e a riuscite forme della carrozzeria, oltre a particolari scelte degli interni quali un’isola che raggruppa diversi comandi, può rivelarsi un’interessante sorpresa, complice la doppia trazione anteriore o integrale secondo tradizione della Casa giapponese.
Nel segmento delle compatte c’è davvero tanto fermento in molti Gruppi automobilistici, compresa FCA che si trova con prodotti non certo giovani come la Punto e la Mito ma anche la Ypsilon, automobili mono-carrozzeria da quando sono nate, a differenza delle rivali che si sono date molteplici varianti: wagon, cabrio, SUV…come la Mini ma non solo.
Perché quindi non pensare almeno a una cinque porte compatta Alfa o a un mini SUV sempre Alfa, per tenere testa alle offerte Audi A1 oppure a una Punto più poliedrica (le interpretazioni impazzano sul web come quella della foto d’apertura) per offrire un’alternativa alla Polo che verrà, che non sarà più solo a tre o cinque porte.
La nuova Citroen C3 è tra le prime ad arrivare sul mercato. Sviluppata sulla piattaforma della Peugeot 208, dentro è molto più abitabile del modello che ha venduto più di 3,5 milioni di unità da quando è stato presentato a oggi e che in Italia ha conquistato oltre 500 mila clienti. Oltre alla carrozzeria tanto diversa presenta all’interno una posizione di guida nettamente migliorata grazie a sedili più grandi e morbidi, simili a quelli della C4, meglio infulcrati nel pavimento come posizione, ma anche grazie a una leva del cambio meglio collocata, diversamente da prima quando era in posizione arretrata e vicina alla seduta, tanto che quando si inseriva la seconda spesso si urtava con la mano la propria gamba! La nuova C3 dovrebbe essere molto silenziosa e arriverà nelle concessionarie il prossimo 12 novembre, nel frattempo c’è la possibilità di ordinare una versione limited edition a 15.900 euro con telecamera integrata e motore diesel da 75 cavalli. Gigantesco è il cassetto portaoggetti che nessun’altra rivale offre così capace: 6,25 litri! Grande è pure il bagagliaio, 300 litri, molto di più di quello della Toyota Yaris.
Completamente rivoluzionata sarà anche la nuova Micra che si vedrà al salone di Parigi. Rispetto al modello presentato nel 2010 è tutta un’altra storia. Innanzitutto perché non arriva più da oriente ma dalla Francia, e anche per questo sotto la pelle c’è tanta Clio. Decisamente più automobile con la A maiuscola, la nuova Micra avrà un compito non facile: far dimenticare il povero modello attuale che nella costruzione e nelle finiture di certo non brillava così come nel comportamento stradale. La nuova Micra made in France verrà proposta anche con motori a gasolio.
Si vedrà invece il prossimo anno la nuova Fiesta che dovrebbe debuttare nel Vecchio Continente al salone di Ginevra, il prossimo marzo. Vicina ai 4 metri d’ingombro in lunghezza con nuovi motori, su tutti l’1.5 Diesel, oltre a un design esterno molto tirato, svelerà nuovi materiali interni improntati alla ricercatezza per aspirare ad offrire il meglio al miglior prezzo come storia Ford impone.
Sul finire del 2017 dovrebbe quindi farsi vedere la nuova Polo che avrà una base meccanica molto intrigante che dovrebbe portare ad avere un bagagliaio a filo dell’apertura cofano posteriore ma non solo. In particolare la futura generazione Polo sembra quasi certo che non sarà solo con carrozzeria berlina.
Insomma mancano pochi giorni all’apertura del salone di Parigi che vedrà il debutto di due importanti vetture, a livello di volumi di vendita, quali la C3 e la Micra; poi a marzo si vedrà a Ginevra la Fiesta; a settembre la Polo quasi sicuramente al salone di Francoforte: per la serie ogni salone dell’automobile internazionale avrà nei prossimi dodici mesi regine adeguate.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *