CoronaNews copia

Automotive: notizie dalla “quarantena”

BOLZANO E TRENTO GUIDANO LA VOLATA – Chi lo avrebbe mai pensato che Bolzano e Trento sarebbero state le città che hanno registrato il più alto numero di immatricolazioni nei primi tre mesi dell’anno? Rispettivamente 37.490 (quota d 10,72%) Bolzano e 32.849
Trento(9,40%). Non solo: ma a livello di Regione il Trentino Alto Adige ha immatricolato, sempre nel trimestre, 70.339 unità (quota del 20,12%) precedendo ampiamente Lombardia (55.249), Toscana (33.135), Lazio (25.507) e Veneto (25.347).
AUTO CON LA… SPINA AL LUMICINO – Sempre nel trimestre sul mercato italiano le vendite di vetture elettriche sono risultate molto basse. Leader è la Renault Zoe (852) su Tesla Model3 (658), Peugeot 208 (640), Smart Fortwo (626), Volkswagen up! (626), Nissan Leaf (309), Volkswagen Golf (250), Hyundai Kona (245), Opel Corsa (164), Mini Mini (159).
OTTO CLIP FIAT ELETTRIZZANTI  – Per otto settimane Fiat racconta con
un linguaggio semplice e divertente, tutto ciò che c’è da sapere sulla mobilità elettrificata. La prima puntata battezzata “City Regulations” racconta come muoversi in città a bordo della Nuova 500. “Abbiamo preparato otto video pillole – ha svelato Luca Napolitano, Head of Emea Fiat and Abarth Brand – brevi video che lasceranno un sorriso e saranno utili per esplorare il futuro della mobilità secondo Fiat”.
A VELE SPIEGATE BENZINA E DIESEL – Nel trimestre guida ampiamente la Fiat Panda benzina (25.438) su Lancia Ypsilon (9.736), Citroen C3 (5.990), Opel Corsa (5.199), VW T-Cross (5.069), VW Polo (4.603), Peugeot 208 (4.544), Renault Clio (3.952), Fiat 500 (3.908) e Ford Ecosport (3.871). Fra le diesel domina Jeep Renegade (4.899), su Fiat 500X (4.656), Peugeot 3008 (4.386), Jeep Compass (4.050), Fiat Tipo (3.929), VW T-Roc (3.530), Fiat 500L (3.386), Nissan Qashqai (3.126), VW Tiguan (2.975) e Mercedes Classe A (2.441). Fra le ibride guida Ford Puma (3.797), quindi fra le GPL spazia Fiat Panda (3.752), fra quelle a metano leader la VW Golf (1.948). A livello di carrozzerie le
berline dominano la scena con Fiat Panda (30.163), quindi i crossover con Fiat 500X (7.642) e i monovolume piccolo con Fiat 500L (5.752).
Come segmento detta legge quello A con Fiat Panda (30.163), quindi quello B con Lancia Ypsilon (12.716).
MERCATI MONDIALI – In quello Usa guida General Motors (616.432) su Ford (514.614), Toyota (495.578), Fca (446.761). In Giappone guida Toyota (407.171) su Suzuki (187.371), Honda (187.113), Daihatsu (173.482), Nissan (153.131). In Germania, Volkswagen (133.792) su Mercedes (69.743), Audi (60.142), Bmw (58.114), Ford (47.395), in Francia Peugeot (72.953) guida su Renault (67.208), Citroen (39.759), Toyota (21.886), in Gran Bretagna, VW (45.095) su Ford (43.835) e su Bmw (34.262). In Cina da evidenziare il balzo del 30% di Tesla fra le elettriche e la batteria a lama proposta da Byd e che sarà utilizzata sull’elettrica Han.
THOREL PROMUOVE IL NOLEGGIO – Il Ceo di Psa Italia, Gaetano Thorel, intervistato dall’agenzia Italpress, per superare la crisi vede il noleggio come la soluzione vincente. “La ricetta per uscire dalla crisi rimane sempre il prodotto. Nel nostro Gruppo i clienti trovano quattro marchi pieni di novità. Penso alla Peugeot 208, che ha vinto il titolo di Auto dell’anno e la offriamo sia a benzina, diesel o plug-in elettrico o al marchio DS con la DS3 e DS7, sempre con tecnologia benzina, diesel o plug-in elettrico, alla Opel Corsa con la
versione elettrica o il Grandland X o Citroen con la gamma Aircross, C3 e C5 ed ancora la AMI, un quadriciclo elettrico che si guida anche a 14 anni. Oggi il cliente sta scoprendo che l’utilizzo di un’auto rispetto al possesso è qualcosa di massima attualità. Non impegna e può pensare ad un noleggio flessibile con free2move, il nostro brand di mobilità, ora anche con assicurazione Covid. La ricetta per uscire dalla crisi debba essere un contratto ed il noleggio è una soluzione intelligente”.
LE MASCHERINE DI FCA  – Fiat Chrysler Automobiles sta aumentando la produzione di mascherine facciali triplicando la capacità iniziale del suo stabilimento Comau in Cina. Obiettivo è quello di realizzarne tre milioni al mese su due linee. Oltre 200.000 mascherine sono state già donate all’India e a breve inizieranno le donazioni per Cina e Usa, Indonesia, Filippine ed Australia. “In questo momento – ha evidenziato Max Trantini, Chief Operating Officer, Region APAC – abbiamo tutti la responsabilità di sostenere i soggetti ed i Paesi più bisognosi”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *