AutomotoRetro2

AUTOMOTORETRÒ 2015

Il prossimo week end prenderà il via la trentatreesima edizione di Automotoretrò a Torino, città dei motori nella quale, di motoristico – a parte la corsa in salita Cesana-Sestriere organizzata dall’AC Torino, presente alla rassegna dedicata ai veicoli storici, che aprirà i battenti domattina al Lingotto per chiuderli domenica (tutti i giorni dalle ore 10 alle 19) – è rimasto ben poco. Se non fosse per questa manifestazione, nata nel 1982 nel Palazzo del Lavoro, passata poi nei luminosi saloni di Torino Esposizioni (antica sede del rimpianto Salone Internazionale dell’Auto), per sbarcare definitivamente dov’è tutt’oggi, a Lingotto Fiere.

Un’edizione che, con i suoi numeri, è cresciuta di anno in anno e lascia ben sperare. Intanto Automotoretrò 2015 occupa fino all’ultimo padiglione disponibile (oltre 100.000 metri quadri di superficie) e si presume che i 52.000 visitatori dell’anno passato crescano, condizioni atmosferiche permettendo, saranno accolti nell’atrio da uno splendido esemplare di Lancia D50 Formula 1. Il patron Beppe Gianoglio (coadiuvato dal figlio Alberto, valente braccio destro che si occupa della parte denominata Automotoracing, riservata alle vetture da corsa, storiche ma soprattutto moderne, in esposizione statica nell’Oval con le loro scuderie, i preparatori e il tuning, ma anche dinamica con esibizioni per il pubblico sulla pista antistante l’Oval stesso) ci ha detto: ”Siamo lieti di aver registrato un afflusso così alto di espositori, anche stranieri, proprio nell’anno che vede Torino insignita del titolo di “Capitale europea dello Sport”. Speriamo di far diventare le nostre due contemporanee manifestazioni punti di riferimento a carattere internazionale e le partnership di questo 2015 – la stessa GL Events Italia-Lingotto Fiere, il supporto di BRC Gas Equipment e di Petronas, i patrocini di Regione Piemonte, Città di Torino e Camera di Commercio ci lasciano ben sperare”.

Numerose Case partecipano ufficialmente: tra esse Fiat, Lancia, Audi, Abarth, Jeep e Mercedes. Gli organizzatori della Bea srl dei Gianoglio hanno voluto, per dare risalto anche al settore motociclistico, una sezione denominata Automoto Offroad Expo, curata da WranglerMania. Motorismo, dunque, a 360°.

Naturalmente non poteva mancare l’ASI (Automotoclub Storico Italiano, federazione torinese con oltre 215.000 soci appartenenti agli oltre 260 club affiliati), che celebrerà i 60 anni della Lancia Aurelia B56 “Florida” disegnata da Pinin Farina (allora soprannome e cognome di Battista Pininfarina erano ancora separati) al Salone dell’Auto del 1955 e messa in produzione nel ’57. Sabato alle ore 16, poi, presso lo stand ASI, avrà luogo la presentazione di due libri: “Fiat Abarth 595/695 Monoalbero” e “Citroen Traction Avant 7.1.15 Storia ed evoluzione dal 1934 al 1957”, volumi dedicati agli appassionati di autovetture e meccanica.

Fra i compleanni da ricordare anche i 60 anni della Fiat 600 e quelli dell’Autobianchi, oltre ai 90 dalla nascita della Moretti, ricorrenza organizzata con il club svizzero “International Moretti Day”.

Presenti anche Jaguar e una collezione privata di Ferrari, oltre ad alcune Maserati della Collezione Panini. Un’edizione di Automotoretrò da non perdere!

2 commenti
  1. Autologia
    Autologia dice:

    Un appuntamento importante per gli appassionati di auto con la possibilità di ammirare pezzi unici e magari innamorar si di un’auto o magari soltanto di un accessorio, sempre sognato, e portarselo a casa

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *